per sara mezzari da franca rame

RIPORTO QUI LA LETTERA DI SARA MEZZARI

VERGOGNA
non mi capacito di quanto accaduto: sabato lei sale sul palco di vicenza, mercoledì vota a favore della mozione del guerrafondaio d'alema (che x inciso avevo detto chiaramente prima che la base a vicenza si sarebbe fatta). Non le auguro alcun male, ci mancherebbe, e poi credo che la sua coscienza lavori già da sè (o almeno spero)... che delusione, anche da lei...
By sara mezzari at Gio, 2007-02-22 11:30 |

Cara Sara, mi dispiace molto di averti delusa, tanto da regalarmi uni: “VERGOGNA”.
Ti prego, come ho detto ad altri, di rileggerti il mio intervento, LE MIE PROPOSTE PER UNA CAMBIAMENTO DI ROTTA e la mia dichiarazione di voto alla relazione di d'alema. E' stravagante che nessuno punti il dito contro chi votando NO ha fatto cadere il governo, (e non sono i due compagni dissidenti) ma i tre volponi, andreotti in testa con cossiga e pininfarina e se la venga a prendere con me, perché ho votato sì- MA ATTENZIONE, NON FARE CONFUSIONE SARA. NON SI STAVA VOTANDO UNA “MOZIONE” COME DICI, MA LA “RELAZIONE” DI D’ALEMA. “NON IL RIFINANZIAMENTO IN AFGHANISTAN”. CHIARO? MEGLIO INFORMARSI BENE PRIMA DI DIRE “VERGOGNA”.
Veramente BIZZARRO!
Ti sono piaciuti i risultati di quelle manovre? Ti andrebbe bene il ritorno di b. CON LE SUE LEGGI E LEGGINE ad personam?
Leggiti anche "il manifesto" di ieri al proposito, ti potrà chiarire le idee ed aiutare ad arrivare ad un' analisi approfondita e magari corretta.
Ti chiedo: che avresti fatto tu al mio posto? Sono una che ragiona e cerca di fare politica nel più corretto dei modi. E ti assicuro che costa!
E' MOLTO FACILE PARLARE, CRITICARE... (CHE FATICA SI FA?) PIU’ DIFFICILE "ESSERCI" IN MEZZO AI CASINI.
COMUNQUE SPIACENTE DI DARTI UN’ALTRA DELUSIONE: tra poco ci sarà il voto sul rifinanziamento della missione di "PACE" in afghanistan (ah,ah,ahah... - è una risata- L'italia è in guerra!!!).
DOPO AVER ESPOSTO LE MIE RAGIONI DI DISSENSO, DAL MOMENTO CHE NON POSSO PERMETTERMI DI FARE "CADERE" IL GOVERNO PRODI PER LA SECONDA VOLTA (SAREI UNA GRANDE VELLEITARIA PRESUNTUOSA E ANCHE UN PO' IDIOTA) voterò SI' e darò, nella mia dichiarazione di voto, IMMEDIATAMENTE, le dimissioni dal senato.
Che saranno sicuramente accettate visto che rompo le scatole sia a sinistra che a destra.
SARA’ UN GRAN SOLLIEVO PER ME TORNARMENE A CASA, DAI MIEI FAMILIARI, DAI MIEI AMICI, TORNARE AL MIO LAVORO E AI MIEI IMPEGNI SOCIALI e POLITICI - QUELLI DI SEMPRE: immigrati, rifugiati politici (con i quali abbiamo diviso l'occupazione di uno stabile e aiutati in tutti i modi esponendoci in prima persona), fabbriche in difficoltà, disoccupati, precari, assistenza agli ammalati di aids e anche ospitalità a tossici nella speranza di toglierli dalla droga, aiuto e rifugio a donne VIOLENTATE, orfani, avvocati per minorenni violentati, detenuti... DISABILI... CHE BRUTTE FREQUENTAZIONI!
aggiungo, anche se forse non ti interessa, che PRIMA DI ANDARMENE E CHIUDERE IL BLOG, DARO' UN DETTAGLIATO RENDICONTO DI COME HO SPESO I DENARI ricevuti DALLO STATO.
HO SEMPRE VISSUTO DEL MIO LAVORO, fai una piccola riflessione. quanto pensi sia il mio cachet per una serata teatrale? capace che superi quanto prendo in un mese al senato. In più ho pure il VITALIZIO DELLA SIAE, (1000 €.) ho LA MIA PENSIONE,(1250 €.) I DIRITTI D'AUTORE (italia ed estero - senza presunzione, ma giusto per dare una piccola idea delle mie condizioni, sono l'autrice vivente di teatro più rappresentata nel mondo. Ma pensa te! Finisce che mi do delle arie…).
sto benino, no?
Ma che c... devo farmene dei denari dello stato, se non spenderli per chi è in difficoltà? E quanti tra me e Dario ne abbiamo spesi dei nostri? Quanti spettacoli abbiamo fatto per fabbriche in occupazione, licenziati, sfrattati, detenuti – vedi soccorso rosso? Fatti un giro sul sito, potrai toccare con mano. pardon, con gli occhi.
Scusa la divagazione sul "personale" (che forse, come ho già detto, ti può non interessare) ma quando al personale si fanno illazioni di non so quale arricchimento mi stia venendo da sto lavoro, che mi ha portato sì, grande affetto, amicizie che dureranno tutta la vita, rispetto e stima, ma anche disagi, arrabbiature, offese pesanti e minacce di bastonate, più, ripetuti auguri di morte... ma una parola tira l'altra.
Scusa se mi sono sfogata una volta per tutte.
GRAZIE DI ESSERE TANTO GENEROSA DI NON AUGURARMI DEL MALE. MI BASTA QUELLO CHE HO.
un abbraccio, senza rancore
franca rame

Commenti

ok Franca! Un abbraccio forte a te
francy

COMUNQUE OBBEDIAMO. mi commuovete... sto sorridendo... siete troppo "di più"!
quando ci vediamo?

sentiamoci domani
fra

Franca, ci vediamo a Genova e io ti aspetto fuori della stazione, alla rotonda a sinistra! un baciooooooooooooooo
francy

p.s. Lara domani ti chiama per prendere accordi per il 3 marzo

ciaooooooooo

ma si dimmettiti, dura e pura no?

sempre a tua disposizione comunque. andrò a raccogliere le firme sotto Coin!!! Seraficamente ovviamente.

sto ridendo di cuore! ciao... credo che riderò tutta la notte!
fra

buffona

Ti scongiuro di non dimetterti. E se devo essere sincero credo che non sia neanche corretto nei confronti dei tuoi elettori. Ma come non lo sapevi che la politica è compromesso e mediazione? Io non riuscirei a votare certe schifezze come la guerra, lo so e per questo mai farò politica. Ma nel momento che decidi devi accettarne le regole. Questo è il mio parere. Con grande stima, Michele

Se vuoi aiutarci a raccogliere le firme per non far dimettere Franca scrivimi a lbossi@inrete.it così ti mando tutto il materiale.
Grazie

If you want to sing out sing out

Carissima Franca, per uno che urla "vergogna", guarda quanti ti chiedono di restare!Fa male scendere a compromessi, ma meglio i compromessi che non le destre al governo.Dall'interno puoi fare tanto, è come se fossimo là tutti noi! RESTA!!!!
(Ti lascio il mio contatto mail,perhcè avrei bisogno - quando si saranno calmate le acque! - di sottoporti un'interessante iniziativa, ti pregherei di farmi avere un tuo recapito mail. Grazie.)rosella4occhi@email.it

Steo
Non ho mai partecipato ad una chat (per lo meno non ho mai scritto nessun commento) ma in un momento così delicato della politica italiana mi è venuta voglia di dire la mia.
Cara senatrice sono un ragazzo ed ho votato per lei; penso sia ovvio che quando si discuta di problemi complessi come la politica estera ne vengano fuori di tutti i colori e che la sua posizione non sia certo facile.
Adesso mi chiedo a che pro dimettersi?
Aiuterebbe forse ad evitare che la base "Dal Molin" venga comunque ampliata?
Questa "coerenza" sortirebbe un qualsiasi effetto?
L'unica conseguenza che mi viene in mente è la mancanza della rappresentante da me scelta in Senato.
La prego di ripensarci: in ogni momento della vita si subiscono critiche idiote da chiunque (anche in famiglia), basta ignorarle e sapere di aver agito con integrità.

Ciao Steo, stiamo raccogliendo firme perché franca non si dimetta. Ti lascio indirizzo mail, così ti posso inviare il materiale:
francina3@tiscali.it
ciao, francesca

Il problema è uno solo:
C'è chi fa politica per passione, chi la fa per lavoro e chi la fa per Amore.
Io sono convinto FERMAMENTE che al Senato e in Parlamento non sia tutto un "magna magna" ... come vorrebbero farci credere certi loschi figuri.
Però sono anche dell'opinione che tanti ci navighino e non gliene freghi nulla di ciò che accade, vedi i teatrini della politica il giorno della crisi di governo:
Noi qui in preda al panico e all'angoscia di rivedere le destre demolire la nostra Costituzione e LORO ... a cazzeggiare da Vespa e Mentana.
Se adesso Lei, Dalla Chiesa e altri di cui ho stima (pochi), che fate politica per AMORE ci lasciate in balia degli "altri" diventiamo ... eticamente e politicamente orfani.
Non so cosa farà Signora, ma auguro OGNI bene possibile a Lei e alla sua famiglia.

Un dovuto inchino da un ex bambino che è cresciuto guardando Lei e suo marito in Mistero buffo e lì si innamorò di Voi.

Con infinita stima e rispetto
Maurizio Riccardi

Controcorrentesatirica.com

Mi sembra molto pertinente il seguente:

da L'AMACA di MICHELE SERRA

" SI CAPISCE, uno ha tutto il diritto di coltivare i suoi ideali integerrimi. E di sentirsi eletto dal popolo lavoratore anche se è stato spedito in Senato da una segreteria di partito. Uno ha tutto il diritto di rivendicare purezza e coerenza, così non si sporca la giacchetta in quel merdaio di compromessi e patteggiamenti che è la politica. Però, allora, deve avere l'onestà morale di non fare parte di alcuna coalizione di governo.
E deve dirlo prima, non dopo. Deve farci la gentilezza di avvertirci prima, a noi pirla che abbiamo votato per una coalizione ben sapendo che dentro c'erano anche i baciapile, anche i moderatissimi, anche gli inciucisti. A noi coglioni che di basi americane non ne vorremmo mezza, ma sappiamo che se governano gli altri di basi americane ne avremo il triplo.

Invece no: questi duri e puri se ne strafottono della nostra confusione e della nostra fatica. Prima salgono sulla barca della maggioranza, poi tirano fuori dal taschino il loro cavaturaccioli tutto d'oro e fanno un bel buco nello scafo, per meglio onorare la loro suprema coerenza e la nostra suprema imbecillità.
Un bell'applauso ai Cavalieri dell'Ideale: tanto, se tornano Berlusconi e Calderoli, per loro cosa cambia? Rimarranno sul loro cavallo bianco con la chioma al vento. "

Repubblica del 22 febbraio 2007

per me il blog è sempre stato un luogo dove leggere gli interventi delle persone, capire cosa spinge una persona ad intervenire.
è la prima, e ultima, volta che intervengo e lo faccio solo per un unico motivo, per franca rame.
come donna di sinistra - si io faccio parte di quelli che ancora ci credono, pensate che strano, mi rifiuto di dargliela vinta - faccio molta fatica a seguire gli avvenimenti di questi giorni senza provare una forte nausea. Leggendo i commenti agli interventi e alle azioni di franca la nausea è aumentata considerevolmente. il trionfo dell'oscenità, della volgarità, del rutto libero. i pensieri si affollano al punto da partorire frasi sconnesse, giudizi senza appello. ma che vi prende a tutti?
il rispetto sapete non è un optional, così come l'uso delle facoltà mentali. se conoscete la storia di franca non potete lasciarvi andare al qualunquismo, a facili connessioni, a presuntuose prese di posizione.
fate in modo che quegli altri, che poi sono gli stessi da sempre ovunque si siedano alle camere ma soprattutto al di fuori di esse, non vi rubino con tutto il resto la dignità, la speranza, la voglia di lottare, l'incazzatura. smettete tutti di utilizzare il becero linguaggio con cui i traffichini hanno cercato - su alcuni l'operazione è riuscita - di lobotizzarvi. su la testa. e che cazzo!

a franca con tutta la mia stima.
emanuela

Ciao Franca

Hai sentito Paolini?

Un abbraccio

Dott. Luca Faccio
Visità il mio Blog http://www.lucafaccio.it

Franca lo fai apposta?? Sposti te sto giro la data!!

Scherzo..mica tanto..vengo, intanto vedo di chiedere a Mastella l'ubiquità così combino..

www.maxbazzana.it
www.orchestrazione.it

Quando crediamo nei sogni che abbiamo
quando il destino ci vorrebbe in ginocchio
non ci arrendiamo
quando lottiamo per le cose in cui crediamo
qualcosa ci rende più forti
di quel che siamo
(Kaos – L’attesa)

Cara Franca Rame, leggo e rileggo il Suo ultimo post ed ho mille pensieri che mi attraversano la testa: stare in un Governo per non farlo cadere o fare in modo che non si sposti ancora di più al centro significa votare contro tutto ciò per cui ha combattuto: la guerra, la mancanza di attenzione all'ambiente, l'ufficializzazione laica del rapporto fra due persone, indipendentemente dal loro sesso; andarsene, sbattendo la porta in faccia ai doppiogiochisti del potere, significherebbe finirla con le critiche da destra e da sinistra, con la coscienza che morde, pur non avendo fatto nulla di sbagliato, ma avendo cercato solo di non passare dalla padella alla brace.
Nella risposta che ha dato a Sara Mezzari si legge una rabbia frammista a dispiacere e disillusione.
Palpabile.
Personalmente Prodi mi ha deluso enormemente; pur sapendolo un uomo di centro mi sarei aspettata un po' più di coraggio e d'intraprendenza, allora che l'ho visto tentennante e timoroso di inimicarsi Chiesa e USA.
Però…..a parte i commenti di quelli che vengono apposta sul suo sito per sommergerlo di schifezze e pensieri ridicoli, guardi come Lei è riuscita a coinvolgere tante persone nell'attività sociale e politica; tanta gente, con rinnovato entusiasmo, si sta dando da fare per scuotere questo sistema e creare qualcosa di meglio per sé ed i propri figli. Non a caso, se l'attaccano, è proprio perché è pericolosa: Lei è riuscita ad accendere tanti piccoli fuochi che, se numerosi, potrebbero divampare in un incendio, bruciando gli sterpi ed i rami secchi che impediscono alla linfa di nutrire piante spoglie, ma ancora vive.
A me questo governo non piace, l'ho già detto, e non credo che la sberla, a mio avviso necessaria e meritata, abbia sortito il suo effetto. I timori di un Premier già titubante si sono rafforzati: l'esecutivo si sposterà sempre più al centro, fino a coincidere con la destra più trasformista, pronta a salire sul carrozzone per assicurarsi la poltrona. Prodi non ha capito niente o, peggio ancora, non ha voluto vedere.
Però…se Lei lascia il Senato credo che proverò di nuovo quella fitta al cuore che ho sentito quando Dario Fo venne superato da Ferrante nel conteggio dei voti, per Milano; quella che si prova quando si perde la speranza di poter rinnovare un sistema, creando una forza politica ex novo, pulita, entusiasta, convinta.
Se Lei lascia, si spegneranno le tante fiammelle che, insieme, possono far divampare un incendio, poiché è nella vita di tutti i giorni che si dimostra ciò che si è e non a parole. E' attraverso l'educazione dei figli o degli allievi, attraverso tolleranza verso i più problematici, nella sensibilità e nel perseguimento di ideali di pace, onestà e giustizia sociale , che si creerà la nuova popolazione e una diversa classe politica: restando in Senato Lei catalizzerà tutte queste energie, che circolando dal blog alla realtà effettiva influenzeranno comportamenti e pensieri.
E ' una fatica immane ed in Parlamento Lei sarà sola. E' un peso che, per chi , come me, sta comodamente seduto davanti ad uno schermo a casa propria è puramente ideale, allora che per Lei significa rientrare tardi e magari con la sensazione di non aver concluso nulla o peggio ancora, col senso di nausea per tutte le porcherie che vedrà in Parlamento.
Però…solo Lei può, adesso, essere il simbolo di un riscatto morale e politico, perché rispecchia tutto ciò che la buona politica può fare e su cui fa riflettere.
Insomma, egoisticamente, Le chiedo di non rassegnare le dimissioni da senatrice. Va da sé che, trattandosi di una questione particolarmente delicata, qualsiasi sia la Sua decisione in proposito, non si dovrà o potrà criticare.

Con grande affetto e stima
draculia (Cristina)
www.draculia.ilcannocchiale.it

FRANCA NON ANDARTENE

Non devi andartene.
Io capisco bene la tua posizione, sono stato per 2 anni rappresentante PCI dentro ad una assemblea elettiva e so cosa si prova.
Si è a confronto con gente che non la pensa come te e si deve continuamente mediare con posizioni a noi inconcilianti.
Se te ne vai, lasci spazio a queste posizioni.
E' sempre meglio che ci sia tu che hai una storia a noi tutti ben conosciuta che altra gente.
Il problema non è quello di andartene.
Il problema è vedere quanto resisterai.
Io spero che tu ce la farai a restare ancora a lungo.
Così noi potremo almeno sapere come vengono spesi (male) i nostri soldi.
Grazie per tutto quello che stai facendo.
Non mollare, siamo tutti con te.
Ciao.
Maurizio

Con grande preoccupazione abbiamo appreso dal blog le tue intezioni a dimetterti dal Senato. NON PUOI FARLO! E' talmente raro che qualcuno ci rappresenti veramente in quelle stanze che quando finalmente ci arriva non può, non deve mollare. Viviamo un vuoto politico, nono ci sono più idee, programmi o obiettivi. La politica è ormai un mondo lontano da chi la subisce, una lobbi fatta da uomini con soli interessi privati, la voglia di fare politica e portare avanti un programma nell'interesse della collettività è ormai diventato "politicamente scorretto". Non abbandonare Franca! Purtroppo l'abilità dei "volponi" della politica ha saputo creare anche quel "teatro" che mostra una scenografia ben lontana dalla realtà, una realtà che può capire solo chi, a proprie spese, segue con disinteresse e preoccupazione l'evolversi di una storia italiana che si è avviata verso un sentiero privo di stimoli e ricco di insidie.
Non mollare!
L'Osservatorio Militare.

Chi credeva che a dicembre tutte le nostre forze armate avessero abbandonato quello scenario di guerra che è l'Iraq si sbagliava.
Una parte dei nostri soldati, piccola parte, è rimasta a Bagdad. Per fare cosa? Per addestrare le nuove forze armate irachene.

Stefano

Ho appena letto. Il senato italiano , salvo suo ripensamento, perderà una persona di grande valore. Come già qui scrissi, la vita onesta in questo paese logora. Immaginiamoci fare politica nella stessa maniera. Qualunque decisione prenderà è sacrosanto suo diritto farlo.
Pur non volendo un qualcosa di me egoisticamente spera.
E non so nemmeno che cosa...

Accattone

cara franca, a volte sono stato critico verso di te, non rimpiango nessuna parola detta, la mancanza di coerenza, anche se ampiamente giustificata dal peso morale di non contribuire al ritorno di b., e' stata una cosa che mi ha fatto star male ma.........
dimettersi equivale ad una fuga su tutta la linea, scappare non e' da te, sei riuscita ad arrivare (grazie ai tuoi elettori), all'interno del sistema fai di tutto per contribuire a cambiarlo, in bene.
porta avanti le idee di chi, come te, ci ha creduto, porta avanti quei valori che ti contradistinguono da sempre.
la politica, a tutti i livelli e' mediazione, il discutere, parlare, convincere ad un'avvicinamento delle posizioni.
l'estremismo della fuga equivale all'estremismo del dire: LA GUERRA MAI, LA BASE VA CHIUSA, I DICO NON PASSERANNO MAI.
la mediazione significa: LA GUERRA? non sono d'accordo ma vediamo cosa possiamo fare per renderla meno lunga (se proprio dobbiamo)
LA BASE VA CHIUSA?? sono totalmente d'accordo ma visto che e' impossibile ragioniamo come fare meno danni possibili (spostiamola, chiediamo un minore impatto ambientale etc etc)
I DICO MI FANNO SCHIFO? sono d'accordo ma ragioniamo come dare diritti (e doveri) a tutti
la politica purtroppo, o per fortuna, e' questa, il cercare il compromesso migliore per vivere tutti un pochino, meglio.
la fuga no la fuga per me, equivale a rifuggere dalle responsabilita', scappare significa mettere la testa sotto la sabbia, nascondersi dietro un dito.
noi siamo qui, i tuoi sono problemi seri e sicuramente da persona seria li risolverai'.
ciao.
p.s. sempre coerente e non si sbaglia mai e ......NON LO FARE (siamo qui per te, non fare cadere anche questa pietra nello stagno dell'indifferenza)
p.s. due lo sappiamo chi sei e sappiamo anche che in senato non ci stai per i sordi (come dicono a roma), ci stai per la ricerca di giustizia e per quella giustizia non te ne devi andare.
lunedi.r@tiscali.it

FRANCA RAME RIMANI! FRANCA RAME RIMANI! FRANCA RAME RIMANI!

Ho scritto a Rossi e Turigliatto dicendogli che sono loro che non difendono i proletari.

Se torna SB che ce ne facciamo della loro purezza?

Abbasso la verginità!

Vogliamo fare lo scherzetto dell'altra volta?

Non dimentichiamo che grazie all'Aventino Mussolini si è insediato ancora meglio nel Parlamento!

Basta con le astensioni ipocrite!

DALLA VAL DI SUSA A SCANZANO
FRANCA RAME RIMANI!
FRANCA RAME RIMANI!
FRANCA RAME RIMANI!

LA PACE E'FRANCA! SENZA FRANCA NIENTE PACE!

lo so che è ingiusto e che il commento di Sara fa male ma lei deve restare.Deve restare per chi come me crede in lei, crede nel suo impegno,lei che da sempre è stata in prima linea a difendere le libertà di noi tutte e tutti. E' grazie a lei se sono migliorate le condizioni dei carcerati ma soprattutto grazie per il ruolo che ha svolto nell'aiutare a costruirci una coscienza di genere. Mi rendo conto che sia difficile scendere a compromessi ma tra le due alternative(far cadere il governo o dimettersi)io spero che lei scelga la terza via e rimanga,mi rendo conto anche di quanto sia difficile per lei dovere votare per continuare a finanziare la missione di pace(sic) in afghanistan ma forse rimanendo nella stanza dei bottoni potrà controllare materialmente l'operato e comunque potrà dare il suo contributo a migliorare questo paese.Per favore, so che è molto più allettante l'idea di tornare a casa, al suo archivio, al suo lavoro, che stare a litigare e a farsi il sangue amaro ma per favore resista un'altro po'.Io le sono vicina un abbraccio fortissimo

Le scrivo dopo che ho letto sul sito dell'Osservatorio quello che ha fatto. La prego, sono un militare che per sopravvivere devo per forza andare all'estero a prendermi il veleno che gli americani hanno sparso per il mondo. Rischio, non importa, è l'unico modo per far mangiare la mia famiglia. Da qualche giorno mi sentivo più sicuro, piu degno del lavoro e della mia Italia, più orgoglioso perchè ho al Senato una donna, degna di rappresentare la mia Italia, quella che nessuno conosce.
La prego, mi creda, Le voglio veramente bene anche se non la conosco di persona.
La prego, non ci lasci, non vada via.

con molta stima ti dico che mi è molto dispiaciuto aver appreso la tua decisione di dimetterti dal senato, mi è dispiaciuto perchè stavi portando avanti una battaglia giustissima cui mi ero impegnato a partecipare,anceh prendendo contatto con altre associazioni sul territorio che si occupano del problema sprechi, al fine di realizzare un lavoro per GIV lombardia.
mi unisco al coro di FRANCA RIMANI, perchè forse un pò egoisticamente, penso che tu debba farlo, e dico questo pensando al bene dell'italia e delle finanze pubbliche.
detto questo, personalmente, penso che tu abbia delle ottime ragioni per dimetterti, votare contro-coscienza deve essere una delle cose più brutte che possano capitarci, soprattutto su un tema come la guerra, quindi pensando al tuo possibile stato d'animo ritengo che possa essere una decisione giustamente motivata.
spero cmq che tu voglia continuare con questo blog e con questa battaglia, se davvero deciderai di dimetterti (spero di no), perchè è un battaglia sacro-santa, e noi ti daremo una mano.
detto questo ti rinnovo la mia stima, mi rendo conto del momento difficile che stai passando.

Andrea
www.idvgiovani.it

Ciao Franca,
nelle scorse elezioni ho votato l'IDV al senato principalmente per la tua candidatura.
Costantemente mi tengo informato sui tuoi interventi in senato e le tue attività svolte consultando questo blog e, ogni giorno di più, aumento la soddisfazione per la preferenza espressa alla TUA PERSONA (e solo in seconda battuata a Di Pietro).
Io ti percepisco come l'unico elemento di raccordo tra noi cittadini e l'oscuro e ambiguo mondo della politica.
Per non lasciarci ancora una volta in mano ad un gruppo di persone fredde e calcolatrici, da cui non traspare un goccio di verità neanche se fossero spremute in un trita agrumi, ti prego:
NON DIMETTERTI!!!

---
Marco Baldini

Di tante persone che veramente dovrebbero vergognarsi di stare in Parlamento, Sara Mezzari rivolge questa espressione proprio a lei. Incommentabile! Io vorrei permettermi di fare un auspicio: che la sua coscienza le faccia rivedere la sua posizioni riguardo alle sue possibili dimissioni. Noi che abbiamo votato persone pulite come lei, abbiamo bisogno che portino avanti le loro (le nostre) battaglie. Che fine faranno le sue proposte sugli sprechi ma anche le altre sue iniziative? Anch'io sono critico sull'Afghanistan, ma altri interventi come quello in Libano, non sono condivisibili? Certo, sono missioni pericolose e i ragazzi inviati in questi luoghi non possono andarci disarmati, che ne pensa? Ma ci sono anche le battaglie laiche da portare avanti specialmente dopo la recente offensiva della chiesa (DICO, ad esempio). A tale proposito, vorrei indirizzare a lei una mia idea (magari è già stata valutata, non so) con la preghiera di farla sua se sarà d'accordo. Dopo il triste caso Welby, a cui la chiesa ha negato il funerale, mi sono chiesto: perchè non si fanno dei funerali civili e ci si affranca da quei preti che umiliano queste persone e le loro famiglie? Certo, i preti dovrebbero assicurare questo servizio, visto che vivono con i nostri soldi, ma tant'è! Come per i matrimoni civili, non si potrebbe pensare ad una cerimonia ufficiata dal sindaco o assessore che sia? Può darsi che la mia idea sia una sciocchezza, ma è per le battaglie per i diritti civili che abbiamo bisogno di persone come lei e io mi auguro di vedere ancora a lungo Franca Rame Senatrice.
Con gratitudine e affetto, Augusto Di Pietro

Spero davvero che Franca ci ripensi, anche se percepisco la sofferenza e la pesantezza che deve sentirsi addosso una persona profondamente libera e buona come lei in queste ore.

Resto convinto che la strada della concretezza sia sempre quella più giusta da intraprendere. Oggi più che mai, considerando il peso che anche un solo voto potrà avere nelle prossime settimane.

La sua onestà e credibilità non è in discussione, non per me. Ritengo anch'io che far cadere il governo Prodi per un'ideale sia sbagliato, anche perché il dopo si chiama Berlusconi, che oltre a mantenere le truppe in Afghanistan probabilmente manderebbe i nostri ragazzi in Iran, nella prossima guerra al fianco dell'impero americano...

Noi siamo qui, per quanto piccoli e frastornati e combattuti, pronti a sostenere ed appoggiare il lavoro di Franca (e di tutte le persone che le stanno accanto) in Senato.

Con affetto,
Marco Boschini

So per esperienza quanto sia difficile essere "scomodi" per amici e nemici, tuttavia ti prego, Franca: se tu cederai le armi molti faranno la stessa cosa alle prossime elezioni, astenendosi dal votare perché non si sentiranno rappresentati. Non è quello che vuoi. Tieni duro perché in molti crediamo in te e nelle tue battaglie.
Bruno

Resta Franca,

Resisti e resta

Oltre l'odio di vipere e idioti

non senti l'amore di tanta gente che in te crede

in te spera?

NOI SIAMO CON TE!

Sig.ra Franca, la prego non se ne vada, capisco che sia difficile andare contro i suoi ideali, così come convivere in una maggioranza non del tutto omogenea, dove ognuno si batte per le sue idee non sempre compatibili coi principi degli altri. Ritengo però che consegnare il paese in mano alla destra sia contro tutti i principi democratici che possano esistere. Come lei spesso mi sento scoraggiata ed amareggiata da questa sinistra che non rispecchia i miei ideali, tanto che non volevo andare più a votare, neanche alle passate elezioni, ma l'idea di incorrere in un nuovo governo Berlusconi mi spinse ad andarci. Con lui muore la democrazia e penso che sia obbligo di tutti quelli di sinistra lottare perchè questo non avvenga, anche a scapito, aimè, di rinunce personali.
La prego, ci ripensi
saluti Barbara ( Forlì)

Cara sig. Rame,

La prego, non se ne vada. La Sua presenza in parlamento è un bene per l'Italia, mantenga il Suo impegno elettorale. Se anche i pochi rappresentanti del popolo autonomi se ne vanno, in Parlamento rimarranno solo yesmen. La politica è un mestiere difficile, fatto di compromessi fra la propria coscienza e la disciplina di gruppo. Lei ha ora annunciato il Suo sì alla missione di guerra in Afghanistan. Bene, quello sarà sicuramente lo scoglio più arduo, il boccone più amaro. Ma se riuscirà a superare anche questo, perché poi andarsene, quando le difficoltà che La aspettano sono incommensurabilmente minori? Non se ne vada proprio ora, quando il Paese ha più bisogno di persone come Lei. Sarebbe secondo me una scelta infinitamente più deludente del Suo voto per la missione in Afghanistan.
Con stima
Sergio

No, Franca ti prego resta in senato, sei l'unica persona degna di essere senatrice, anche se ti capisco se deciderai di dimetterti. la vita non è facile, soprattutto con tutti gli "inciuci" e le "porcherie" della politica italiana. Per quello che può contare ti dico che ti stimo tantissimo prima di tutto come persona, come attrice, e per tutto il lavoro che porti avanti con fermezza e decisione. Sai, io sono un vicentino, sono un ragazzo di 20 anni e ho avuto la fortuna di vedere te e Dario a Vicenza non solo durante la manifestazione di sabato, ma anche al teatro Astra dove siete venuti il venerdì precedente. Non posso che dirti che ti apprezzo per come sei, semplicemente FANTASTICA!

Ciao,
ti sono vicino sempre
Tommaso

ciao franca...posso darti del tu?
mi sono appena iscritta, anche se è da molto che seguo il blog, mi chiamo anna e ho 19 anni.
vorrei solo dirti che per me sei un esempio, una donna davvero straordinaria, che ha sempre lottato fino in fondo per quello in cui credeva...e spero che continuerai a falo anche restando in senato, capisco, o meglio posso immaginare che sia difficile, ma abbiamo bisogno di qualcuno come te.
ti stimo veramente moltissimo per la forza che hai sempre cercato di avere, lottando contro le tue insicurezze. aggiungo che condivido pienamente la tua decisione di aver votato sì per non far cadere il governo e rischiare di ritrovarci ancora nelle mani della destra.

Carissima Franca,
ammiro la tua coerenza e capisco il tuo stato d'animo, ma ti chiedo - e vedo che ci sono molti come me - di rimanere e continuare ad essere una spina nel fianco sia della destra che della sinistra. Il tuo lavoro oltre che di livello eccezionale e` fondamentale: la lotta agli sprechi, il tuo disegno di legge rappresentano segnali molto importanti per molte persone che in questo paese. Ma c'`e` anche qualcos'altro: il tuo operato e il tuo comportamento esemplare servono ad impedire una delegittimazione pericolosa del parlamento. Hai fatto gia` molto e sono sicuro che riuscirai a fare molto di piu`! Lo so, e` difficile ma tutti quelli come me che apprezzano il tuo lavoro sono sicuro che sono pronti a darti una mano.
Un abbraccio
Carlo

Carissima Franca,
ammiro la tua coerenza e capisco il tuo stato d'animo, ma ti chiedo - e vedo che ci sono molti come me - di rimanere e continuare ad essere una spina nel fianco sia della destra che della sinistra. Il tuo lavoro oltre che di livello eccezionale e` fondamentale: la lotta agli sprechi, il tuo disegno di legge rappresentano segnali molto importanti per molte persone che in questo paese. Ma c'`e` anche qualcos'altro: il tuo operato e il tuo comportamento esemplare servono ad impedire una delegittimazione pericolosa del parlamento. Hai fatto gia` molto e sono sicuro che riuscirai a fare molto di piu`! Lo so, e` difficile ma tutti quelli come me che apprezzano il tuo lavoro sono sicuro che sono pronti a darti una mano.non mollare
marco.tosca

P.S resistere,resistere,resistere

La minaccia di ritornare alle elezioni e correre il rischio di lasciare l'Italia a Berlusconi & c. è un ricatto bello e buono che stanno facendo costringendo molti a votare a favore della missione in afghanistan etc..
La maggioranza dei cittadini non è d'accordo e allora perchè non ascoltarci? eppure vi abbiamo votato noi!!
Coerenza fino all'ultimo e rispetto dei cittadini dovrebbe essere il motto di questo governo che può fare bene.
Lei resista finchè può ma la prego non appoggi quello che i cittadini non vogliono (e neanche lei) perchè continuando così andrà sempre peggio nelle eventuali elezioni prossime!!

Daniel

daniel777.giovani.it

Purtroppo tornare alle elezioni o, in alternetiva, formare un governo istituzionale o tecnico, che sicuramente sarà più spostato a destra, non è una minaccia, ma lo stato delle cose.
Tu credi che in questi casi le tue - LE NOSTRE - istanze di pace avrebbero maggior possibilità di tramutarsi in effetti pratici?
Se così fosse sarei con te.

nel fatto che si dice "o votate si o cade il governo e ritorna la destra" ma non si prende neanche in considerazione di non presentare il rifinanziamento alla missione visto che pochi in Italia lo vogliono e soprattutto quando viene chiesto di fare sacrifici ai cittadini!!

Daniel

Daniel777.giovani.it

Credo che occorra essere precisi e distinguere, caro Daniel.
Il "Si dice...." non identifica CHI dice. E invece c'è qualcuno che lo dice e purtroppo ha anche ragione. Sono i fatti a dimostrarlo. Il governo è caduto perchè qualcuno....non ha votato. In questo caso quello che tu chiami minaccia è stata semplicemente una previsione, la cui esattezza, nel nostro caso, è stata suffragata dai fatti. Per ora il risultato è stato semplicemente uno spostamento a destra, ma se continuiamo nell'oltranzismo utopistico tornerà veramente la destra.
Se so che un sentiero termina in un dirupo, non è che minaccio se ti avverto che è meglio se non prosegui. Se poi prosegui lo stesso non puoi incolpare chi ti ha messo sull'avviso.
E' bello avere fantasie, sogni, ideali Daniel, ma questi non cancellano le realtà che non ci piacciono.
Cerca di distinguere Daniel quello che vorresti da quello che puoi fare.

I duri e puri volevano affossare l'allargamento della base di vicenza e il rifinanziamento della missinoe in afganistan e invece cos' hanno ottenuto? l' affossamento dei dico. BEL RISULTATO COMPLIMENTI CONTINUATE COSI'.

Ti prego Franca, non lasciare il senato... sei l'unica che per ora ho visto con passione e ammirazione... senza di te il senato perde umanità e onestà...

Continua a lottare te ne prego... so che ti chiedo uno sforzo molto grande, ma sei unica e inimitabile!

Non lasciare...

_David Puente (Coordinatore GIV-FVG, Coordinatore NORD GIV)

Cara Franca non potevo rimanere indifferente al tuo dolore nel ricevere critiche ingiuste e pretestuose. Tutti dovremmo esserti grati per aver scelto la candidatura ha senatrice, e cosi prenderti un impegno cosi difficile per chiunque voglia onestamente fare qualcosa di buono per il propio paese e la gente comune....

Tutti si lamentano che non ci sono più persone per bene in politica, poi appena ne arriva una, una gran Persona come Lei, cominciano ad alimentare sospetti o ho addirittura ha far credere lei con bacchetta magica possa far cambiare le cose in bellezza come una bella favola.

Il suo contributo mirato ha individuare gli sprechi è la piu lodevole
è intelligente iniziativa, perchè spesi bene i soldi si potrebbero fare tante cose strepitose per migliorare la qualità di vita di molti
cittadini. Lei come nessuno di noi ha la bacchetta magica per rendere
nei fatti queste idee. La sua presenza come senatrice ci onora e forse
con piccoli passi qualcosa di buono e concreto con il nostro affettuoso aiuto possiamo farcela... peccato che geograficamente siamo
distanti. Vorrei che lei rimanesse, ma la capisco profondamente.

Cara Franca, il terrore provocato 5 anni di Governo Berlusconi ha convinto alcune personalità ad impegnarsi direttamente nella Vita Politica di questo paese. Ti sono grato di farne parte. Certamente è più facile fare come posso fare io o come fa Sara Mezzarri. Dal nostro divano o in piazza con una bandiera in mano protestiamo contro tutte le guerre! Ma le guerre continuano..........
E allora BISOGNA avere il coraggio di dissentire in ogni sede,con tutte le forze della propria voce come hai fatto tu al Senato, ma, ci si deve rendere conto che fare i "Duri e Puri" serve a pulirsi la coscienza ma poi rende possibile un ritorno al potere del peggiore incubo che l'italia abbia avuto nel dopoguerra.E' un voto contro? Anche se fosse solo questo sarebbe già qualcosa.
Ma io credo che il seme delle voci dissenzienti faccia nascere sempre qualcosa. Quindi spero tu decida di ingoiare ancora a lungo i bocconi amari che questa politica ti metterà sul piatto.
E poi rifletti: SE I MIGLIORI SE NE VANNO CI GOVERNERANNO I PEGGIORI.

Fai in modo, per ciò che puoi, di evitarlo.
RESISTI, RESISTI, RESISTI

Mago

Franca la prego non si dimetta!!!onestamente non ho molta fiducia nelle persone che ci dovrebbero rappresentare sia in senato che in parlamento(non che stino facendo qualcosa per meritarla,anzi...)ma quando lei è stata eletta in senato ho tirato un sospiro di sollievo:finalmente una persona degna di stima e rispetto!inoltre,grazie anche a questo blog,lei ascolta i disagi e i suggerimenti di tutte le persone che le scrivono!mi rendo però conto della sua difficile posizione,non certo facilitata dai suoi colleghi,e qualsiasi decisione prenderà avrà comunque tutta la mia ammirazione!intanto per tutto quello che ha fatto fino ad ora GRAZIE!

... tu non rompi le scatole "a destra e a sinistra". Le persone come te, semmai, danno speranza e coraggio a quelle come "noi". Se proprio volessimo essere precisi, potremmo dire che sono piuttosto una certa destra e una certa sinistra, ad averci esasperati, presi per i capelli e per il culo.
Io non vorrei che tu ti dimettessi. Mi farebbe male, sapere che non sarai più là, contro ogni stortura. Ma lo capirò. Non possiamo chiederti di essere infrangibile. Neppure se ti abbiamo votata.
Però il blog - almeno questo - non chiuderlo.
Mi mancheresti. E tanto.

Con affetto sincero da una persona che ti segue sempre (anche se, a volte, lo fa in silenzio).

Credo che mai come ora dovete stringere i denti e resistere almeno ancora un pochino, nonostante tutti i mal di pancia e gli sberleffi possibili. Cito Follini "meglio sostenere questo centrosinistra che trovarsi a votare a fianco di Calderoli"!! Questo, ed era vice-premier del precedente governo, ci dice tutto quello che ci deve servire!

Comunque meglio cadere per cambiare prima la legge elettorale e tutte le leggi vergogna fatte dai lobbisti della CDL!

Forza Franca, se ce la fai resta.
In fondo io pure ti ho votato, e chi ti dice di mollare tutto potrebbe essere un falso amico....