per sara mezzari da franca rame

RIPORTO QUI LA LETTERA DI SARA MEZZARI

VERGOGNA
non mi capacito di quanto accaduto: sabato lei sale sul palco di vicenza, mercoledì vota a favore della mozione del guerrafondaio d'alema (che x inciso avevo detto chiaramente prima che la base a vicenza si sarebbe fatta). Non le auguro alcun male, ci mancherebbe, e poi credo che la sua coscienza lavori già da sè (o almeno spero)... che delusione, anche da lei...
By sara mezzari at Gio, 2007-02-22 11:30 |

Cara Sara, mi dispiace molto di averti delusa, tanto da regalarmi uni: “VERGOGNA”.
Ti prego, come ho detto ad altri, di rileggerti il mio intervento, LE MIE PROPOSTE PER UNA CAMBIAMENTO DI ROTTA e la mia dichiarazione di voto alla relazione di d'alema. E' stravagante che nessuno punti il dito contro chi votando NO ha fatto cadere il governo, (e non sono i due compagni dissidenti) ma i tre volponi, andreotti in testa con cossiga e pininfarina e se la venga a prendere con me, perché ho votato sì- MA ATTENZIONE, NON FARE CONFUSIONE SARA. NON SI STAVA VOTANDO UNA “MOZIONE” COME DICI, MA LA “RELAZIONE” DI D’ALEMA. “NON IL RIFINANZIAMENTO IN AFGHANISTAN”. CHIARO? MEGLIO INFORMARSI BENE PRIMA DI DIRE “VERGOGNA”.
Veramente BIZZARRO!
Ti sono piaciuti i risultati di quelle manovre? Ti andrebbe bene il ritorno di b. CON LE SUE LEGGI E LEGGINE ad personam?
Leggiti anche "il manifesto" di ieri al proposito, ti potrà chiarire le idee ed aiutare ad arrivare ad un' analisi approfondita e magari corretta.
Ti chiedo: che avresti fatto tu al mio posto? Sono una che ragiona e cerca di fare politica nel più corretto dei modi. E ti assicuro che costa!
E' MOLTO FACILE PARLARE, CRITICARE... (CHE FATICA SI FA?) PIU’ DIFFICILE "ESSERCI" IN MEZZO AI CASINI.
COMUNQUE SPIACENTE DI DARTI UN’ALTRA DELUSIONE: tra poco ci sarà il voto sul rifinanziamento della missione di "PACE" in afghanistan (ah,ah,ahah... - è una risata- L'italia è in guerra!!!).
DOPO AVER ESPOSTO LE MIE RAGIONI DI DISSENSO, DAL MOMENTO CHE NON POSSO PERMETTERMI DI FARE "CADERE" IL GOVERNO PRODI PER LA SECONDA VOLTA (SAREI UNA GRANDE VELLEITARIA PRESUNTUOSA E ANCHE UN PO' IDIOTA) voterò SI' e darò, nella mia dichiarazione di voto, IMMEDIATAMENTE, le dimissioni dal senato.
Che saranno sicuramente accettate visto che rompo le scatole sia a sinistra che a destra.
SARA’ UN GRAN SOLLIEVO PER ME TORNARMENE A CASA, DAI MIEI FAMILIARI, DAI MIEI AMICI, TORNARE AL MIO LAVORO E AI MIEI IMPEGNI SOCIALI e POLITICI - QUELLI DI SEMPRE: immigrati, rifugiati politici (con i quali abbiamo diviso l'occupazione di uno stabile e aiutati in tutti i modi esponendoci in prima persona), fabbriche in difficoltà, disoccupati, precari, assistenza agli ammalati di aids e anche ospitalità a tossici nella speranza di toglierli dalla droga, aiuto e rifugio a donne VIOLENTATE, orfani, avvocati per minorenni violentati, detenuti... DISABILI... CHE BRUTTE FREQUENTAZIONI!
aggiungo, anche se forse non ti interessa, che PRIMA DI ANDARMENE E CHIUDERE IL BLOG, DARO' UN DETTAGLIATO RENDICONTO DI COME HO SPESO I DENARI ricevuti DALLO STATO.
HO SEMPRE VISSUTO DEL MIO LAVORO, fai una piccola riflessione. quanto pensi sia il mio cachet per una serata teatrale? capace che superi quanto prendo in un mese al senato. In più ho pure il VITALIZIO DELLA SIAE, (1000 €.) ho LA MIA PENSIONE,(1250 €.) I DIRITTI D'AUTORE (italia ed estero - senza presunzione, ma giusto per dare una piccola idea delle mie condizioni, sono l'autrice vivente di teatro più rappresentata nel mondo. Ma pensa te! Finisce che mi do delle arie…).
sto benino, no?
Ma che c... devo farmene dei denari dello stato, se non spenderli per chi è in difficoltà? E quanti tra me e Dario ne abbiamo spesi dei nostri? Quanti spettacoli abbiamo fatto per fabbriche in occupazione, licenziati, sfrattati, detenuti – vedi soccorso rosso? Fatti un giro sul sito, potrai toccare con mano. pardon, con gli occhi.
Scusa la divagazione sul "personale" (che forse, come ho già detto, ti può non interessare) ma quando al personale si fanno illazioni di non so quale arricchimento mi stia venendo da sto lavoro, che mi ha portato sì, grande affetto, amicizie che dureranno tutta la vita, rispetto e stima, ma anche disagi, arrabbiature, offese pesanti e minacce di bastonate, più, ripetuti auguri di morte... ma una parola tira l'altra.
Scusa se mi sono sfogata una volta per tutte.
GRAZIE DI ESSERE TANTO GENEROSA DI NON AUGURARMI DEL MALE. MI BASTA QUELLO CHE HO.
un abbraccio, senza rancore
franca rame

Commenti

Capisco le ragioni del cuore che La spingono ad andarsene per potersi liberare dalla morsa della politica e comportarsi come Le impone l'anima, ma questo è il prezzo che ora la politica Le chiede di pagare.

Se Lei vorrà rimanere allora ci sarà qualcuno che in qualche modo spingerà affinchè le cose cambino direzione, altrimenti ci sarà qualcun altro (magari un altro De Gregorio) che spigerà in un'altra direzione.

In fondo è lo stesso discorso che si fa con il Nano Ridens: il governo non deve cadere altrimenti il portatore nano di parrucca ritornerà; allo stesso modo - se davvero crediamo alla politica - allora dobbiamo giocare con le sue regole (non siamo abbastanza potenti da cambiarle) e farlo secondo i nostri Principi, per quanto la triste realtà italiana lo consenta.

Spero davvero che rimanga. De Gregorio sicuramente non si dimetterà. Perciò cerchi - se può - di non rendere vero quel detto dove si afferma che i migliori sono i primi ad andarsene...

Un caloroso abbraccio.
Con fiducia
Patrick

Caspita, che putiferio per cinque righe di commento fatte male e buttate lì, dettate soprattutta da incredulità e rabbia del momento!!! Chissà se lasciavo un post più articolato e documentato (come dice Lei...). Mi fa piacere cmq che abbia scelto la mia mail per sfogarsi, per parlare di compenso ai parlamentari, per palrlare del Suo impegno privato, per parlare delle Sue finanze: tutti argomenti che io mai mi sono sognata di commentare e criticare. ma va bene così, ognuno è libero di esprimersi liberamente. Io cmq parlavo solo di coerenza, e proprio a Lei, perchè proprio Lei era sul palco di Vicenza sabato scorso, tutto qui. E se è vero quel che i lungimiranti dicono, cioè che il governo è caduto a destra, grazie ai senatori a vita e non certo x colpa dei due "dissidenti rossi", a maggior ragione, anche Lei avrebbe potuto votare NO senza arrecare ulteriori danni, ma salvandosi la faccia. Mi dispiace che Lei abbia preso il mio post come un attacco personale alla Sua persona in toto: la mia delusione, come già detto, si riferisce al Suo ruolo di Senatrice, niente altro; se si scalda tanto per un post come il mio, Le consiglio davvero di dimettersi, perchè le critiche dovrebbero aiutarci a crescere, non a seppellirci... anch'io la abbraccio, mi creda, e mai mi ha sfiorato l'idea di augurarLe alcunchè di brutto. Io credo però davvero che se Lei fosse al mio posto, oggi, non eletta ma elettrice, proverebbe la stessa amarezza e la stessa vergogna che provo io (e non solo io). Le auguro ogni bene, di cuore

Permettimi di dire che è legittima la tua opinione sull'"incoerenza" di Franca Rame, ma non è altrettanto legittimo che nell'esprimere una critica si offendano le persone.Secondo me quel VERGOGNATI se lo poteva risparmiare perchè la senATTRICE non è sua sorella. Chi è lei per poter dire vergognati ad una persona?

Stefano

a parte che era VERGOGNA e non vergognati: sostantivo e non verbo al modo imperativo. e comunque, alla domanda: chi è Lei? la risposta è semplice: un'elettrice. e delusa per di più. e ribadisco che mi sembra di essere stata pacata ed educata. ma forse hanno più seguito i buzzurri che sparano nel mucchio, in questo blog. Buona giornata.

e' stata spostata
in fondo ma solamente spostata.

Permettetemi di commentare. Non penso che votare si alla relazione di D'Alema, nonostante i fatti di Vicenza, sia fatto incoerente, bensì di grande saggezza!! Ebbene si!! Perché se la sinistra rimane al governo per Vicenza si può ancora fare qualcosa; se il governo cade...."Vicenza è bella e andata"!!! Per poter fare qualcosa per L'Italia, bisogna esserne al governo e per rimanere al governo in questo caso, bisognava avere l'intelligenza di passare momentaneamente sopra a qualche, seppur giusta, questione di principio e guardare avanti. Franca Rame ha perciò tutta la mia stima e la mia comprensione per questa intelligente scelta e non credo che l'intelligenza abbia bisogno di giustificazioni!!
Spero sinceramente che le cose cambino in questo Paese; spero che diventi davvero una nazione in cui tutti gli italiani possano vivere e non semplicemente sopravvivere!!Perché ciò sia possibile c'è bisogno di persone intelligenti che facciano scelte intelligenti...come in questo caso!!
Ciao Emanuela

guarda, io non entro, a questo punto, nel merito del voto di Franca Rame, ma della sua presenza (ma non solo sua, anche di tutti i parlamentari, ad esmpio di rifondazione e verdi) a Vicenza... questo è il maggiore controsenso, la mancanza di coerenza. Tanto per puntualizzare, visto che dal mio post mi sono partite critiche di ogni tipo e genere. Tutto qui....

Carissima Franca, leggo ora che sei a casa con la febbre e la cosa mi ha preoccupato: devi essere lì domani a rimettere in piedi il Nostro governo che le Sara Mezzari, e i tanti imprudenti e cecchini come lei hanno tentato di abbattere per far tornare la destra al governo. Non ti curar di loro Franca. Le guerre si combattono con le armi, se tu o qualcun altro remate contro, non avremo più armi per attaccare, ma nemmeno per difenderci. Io sono certa, perchè sono una frequentatrice di blog, che lo nostra Sara è una/o di destra che ha tentato la carta del ricatto morale (perchè TU hai morale, loro no). Non farti infinocchiare a dacci forza per costrastare per sempre questi biechi reazionari. Io sono con te ma non potrei mai perdonarti se ti dovessi rendere responsabile o corresponsabile della caduta di questo tanto sudato governo. A presto e guarisci, i tuoi elettori sono nelle tue mani. Ciao, Luciana.

beh, ormai destra e sinistra non si riconoscono più, direi, vista la violenza con cui vengo apostrofata dai "sinistri" per aver espresso educatamente e pacatamente la mia opinione: se mi va bene, mi becco della cecchina e della fascista... se essere frequentatrice di blog fa diventare così, preferisco andare a farmi un giro in bici, con questa bella giornata, io che sono senza morale... Non ho parole, ma il mondo è bello perchè è avariato, diceva qualcuno...

ah, dimenticavo, sono una, non uno: uso il mio nome e cognome, quelli veri. stupidamente, pare, visto che in pochi lo fanno (nemmeno tu, mi pare). Ma mi ricordavo di essere in un paese democratico in cui non si deve temere se si esprimono le proprie opinioni. Forse....

non ho dato dell'immorale a te ma, ritenendo che fossi solo una provocatrice di destra, alla destra. Della cecchina sì, e lo confermo.
Ritengo, e con me megliaia di italiani, che per il momento si dovrebbero mettere da parte le questioni di finissima coerenza e pensare a rafforzarsi. Un governo che deve badare al pelo del voto per andare avanti non può permettersi dissidenze così deleterie. Diventiamo forti, e poi non vi saranno ostacoli a politiche estere pacifiste (nella salvaguardia delle libertà di tutti i popoli e nel principio della solidarietà con i deboli), a politiche di riformismo ad ampio raggio.
Cara Sara, credi che noi tutti non vorremmo SUBITO tutto questo?
Sai cosa è accaduto in realtà? che la base a vicenza si farà (non poteva - AL MOMENTO- essere altrimenti) e NON si faranno i dico. Contenti?

Ciao Franca,
ho lasciato un commento poco fa, poi ho letto gli altri. Sinceramente sento il bisogno di esprimere la mia opinione a questo punto non solo a difesa della tua scelta politica, ma anche per fare delle osservazioni ad alcuni insulsi commenti di persone che probabilmente hanno il cervello così corto da non sapersi esprimere senza diventare volgari!!!Attacchi scontati e privi assolutamente di idee di fondo, che pertanto penso non vadano considerati. Tra l'altro alcuni dei geni che si sono permessi tanto, non hanno avuto neanche il coraggio di firmarsi con un nickname meno anomimo de "IL MIO NOME NESSUNO".
D'altronde il coraggio non è tipico di chi non ha nulla da dire!!!
Porti avanti le sue idee. Raccolga benevolmente anche le critiche, perché sono quelle che permettono maggiormente al pensiero di crescere ed eventualmente migliorarsi! Naturalmente lei meglio di me sa come scartare quelle partorite da cervelli assolutamente privi di intelligenza.
La saluto con molta stima
Emanuela

Non perder tempo a leggere ciò che scrive Il nessuno. E'da mesi che scrive 3 cose e 4 di queste sono insulti e minacce.

Non andare via Franca, sei una delle poche donne presenti, una delle poche persone lucide e oneste. Alcune critiche che ho letto nel blog hanno un sapore strano..si, effettivamente sei un personaggio scomodo, proprio perchè tu, a differenza di molti hai una morale e degli ideali in cui credere. E poi, sei pure una donna! Che dire, resisti, se puoi. Un abbraccio e buon lavoro. anita

Ciao Franca!
Da quando ho 13 anni (ora ne ho 30) seguo i tuoi spettacoli e le tue iniziative, grazie anche alla mia mamma, da sempre fan tua e di Dario. Quando alle passate elezioni ho saputo che ti eri candidata nelle liste di IDV, non mi è parso vero di poter finalmente dare il mio voto a una persona che stimo immensamente e grazie a ciò, da che posso votare, ho dato la mia preferenza ad un partito diverso dai DS. Ha qualcosa di miracoloso inoltre (ma non avevo dubbi in proposito) che ogni tua azione e decisione durante il tuo operato in senato sia da me stata condivisa, tranne una purtroppo e cioè quella di dimetterti dopo aver detto sì alla fiducia. Te ne prego Franca, anche se non ci conosciamo, rimani...credimi, posso immaginare per tutta la tua storia e i tuoi trascorsi, quanto sia duro dire "sì" a una politica che non condividi, ma rimani ad esprimere il tuo dissenso dentro al senato, rimani a "molestare" i tuoi colleghi parrucconi, rimani per combattere gli inutili sprechi della politica e della pubblica amministrazione, rimani per lasciare un briciolo di fiducia a me e alle tante persone che ti hanno votato e che credono in te...Un abbraccio forte, a prescindere dalla tua scelta. Davide

Solo la Sua decisione di dimettersi dopo aver votato la fiducia mi induce a scriverLe di non mollare. Quando ho deciso di votarla, l'ho fatto indipendentemente dal partito che l'ha presentata, perché ritenevo e ritengo che la Sua figura nobiliti una politica sempre più meschina ed autoreferenziale. Lei è un valore aggiunto alla politica, intesa come servizio e partecipazione, che nobilita il "Palazzo" e lo richiama ai più alti valori per i quali è stato eretto. Lei, per la Sua storia personale, le sue battaglie, le angherie subite, non deve dimostrare un bel nulla. Anche se non mi sono trovato sempre d'accordo con la sua lettura della realtà, qualche volta poco pragmatica e molto idealista, mi chiedo cosa sarebbe la politica senza gli ideali. Mercimonio e tirannia democratica di un oligopolio. Dunque, se di vergogna dobbiamo parlare non sarebbe proprio il suo caso. Anche se, riflettendo, dovrebbe vergognarsi, questo si, subito dopo che votata la fiducia dovesse rimettere il mandato che Le hanno conferito gli elettori e non un apparato di partito. Ma La capirei profondamente, confermandoLe intatta tutta la mia stima. Non mollare! Ruggiero Giovanni

cambiate o parlamentari, cambiate o sarete seppelliti dal divario che si sta creando tra voi e noi
non si fugge,dimettendosi, ma un po di coerenza, in piu,ci vorrebbe.
sara secondome soprattutto, sulla coerenza, HA RAGIONE

Potresti chiarire chi siete VOI?
E chi ritieni che NOI siamo?
Grazie

..... Salutami tutti gli amici e se senti la Sig.ra Rame auguragli tante cose belle da parte mia e digli che quando un animo è retto e giusto come il suo tutto ciò che fa è buono. Non sbaglia mai chi non combina mai nulla nella vita. M'immagino quanto soffra a dover prendere certe decisioni terribili. Tornando a noi, appena starò un po meglio, tornerò a postare qualche mia facezia nel blog. Spero di conoscerti presto anche se sento di conoscerti già. Grazie per la mail. Con tanto affetto ti saluto, a presto, Giuliano M.

Cara Franca D.G., porgi un saluto da parte mia a Giuliano e un augurio di ogni bene. Lo aspettiamo.

...da quanto tempo! Spero in un tuo rapido ritorno, almeno ci conosciamo di persona!
A presto

Caro Giuliano, siamo tutti qua ad aspettarti! Intanto ti mando un abbraccio fortissimo!! Un bacio francesca

Giuliano ti aspettiamo..

www.maxbazzana.it
www.orchestrazione.it

Non posso credere che ti dimetti, rimani, vota, appoggia il governo,lo so che hai molte cose più importanti da fare ma non lasciare che b. torni a governare.
Ciao

Franca sono un lavoratore dipendente, e sto ancora leccandomi le ferite a causa dei cinque anni passati sotto il precedente governo, ma non fanno tanto male quelle ferite inferte nella mia econimia familiare (in quanto l'importanza che io do al denaro è secondaria), quanto quelle ringuardanti i principi civili e morali che sono stati cancellati e messi sotto i piedi, in quegli anni. Per questo ti prego non ascoltare quello che dice questa fantomatica SARA, e fa valere i tuoi diritti finchè ci sei anche se a volte devi andare contro i tuoi pur sinceri e puliti principi. Non abbandonare i tuoi elettori (io purtroppo non sono tra quelli, per questioni geografiche, sono pugliese). Non ti dimettere ti prego, altrimenti sai bene quale alternativa ci aspetta, e sinceramente mi fa un pò paura. Quel signore sai bene che ha strane idee di civiltà e giustizia in testa, aiuta Prodi. Non ti dimettereeeeeeee!!!!!! Ciao

come mai e' finito cosi in fondo....
come mai scompaiono gli interventi......
come mai .......

mi piace pensare che sia una questione tecnica.... e comunque ringrazio chi ha scritto che il problema sta nel divario tra voi (i politici che stanno in parlamento, per chi avesse bisogno di specifiche) e noi (elettori ed elettrici, sempre per chi non avesse capito). il problema sta appunto lì. Ma volevo solo dire che mi ha amareggiata questo modo di trattare e gestire chi osa muovere una critica... ho letto e riletto il mio post, e non accetto chi mi scrive di essere stata maleducata, cinica o cattiva, chi mi "sbraita" addosso. la delusione aumenta...

Cara sara,
sempre che tu sia veramente una persona reale e non un troll - (sai cos'è?) visto che ne ho già trovati tre nel Blog di Franca Rame -
voglio solo dirti una cosa, molto, ma molto importante:
Quando si scrive una critica a una qualsiasi persona, soprattutto se trattasi di una forte critica, si deve sempre tener conto di questo:

1) essere bene informati ed attenti - evitando malintesi, superficialità, luoghi comuni, pregiudizi, ecc. ecc.
2) essere costruttivi nella critica
3) dare delle soluzioni ai presunti errori - proponendone il rimedio
4) cercare un dialogo anche nel caso di rottura della relazione
5) non offendere se non vuoi che la relazione sia rotta...

Fai conto di essere di fronte ad un Leone che a parer tuo è troppo aggressivo - come potresti permetterti di sollevare una critica sulla sua aggressività - con il tuo atteggiamento iniziale? Come minimo te magna viva, er Leonaccio. O no? Eppoi succede perfino che tu possa sbagliare, sai? E che suddetto Leone in realtà non sia poi così pericoloso ed aggressivo, ma risulti essere in verità...
socievole, disponibile, intelligente, acuto, paziente, amabilmente unico e raro. Splendido.
E pure molto buono. Così, in questo caso, il tuo giudizio, da una possibile tragedia, si trasforma in un errore molto, molto, fortunato...

Cara Sara nessuno è perfetto, ma tutti possiamo migliorarci. Soprattutto grazie a chi ci giudica in maniera costruttiva.

E soprattutto siamo tutti dei piccoli ignoranti patologici visto quanto immenso è l'altro mondo, quello della conoscenza, e quanto noi invece siamo piccoli, nel poter conoscere. Spesso purtroppo, anche nel volere.

A buon intenditore...

marco girotto

La prima a sbagliare sono certamente io, e non lo metto in dubbio. io persona, non troll, che mi fa spatasciare dalle risate!!!! Mi fa un po' Harry Potter!!! Cmq, tornando a noi, come mille volte ormai già ripetuto, io ho fatto una critica alla SENATRICE Franca Rame, non alla persona, e non mi sono MAI sognata di entrare nel merito della sua vita privata e pubblica come attrice e attivista, in primis femminista (come vedi non vengo poi tanto da marte o dal paese dei troll!!!); non mi sono nemmeno sognata di chiederle conto delle sue finanze, pubbliche e/o private. ho solo parlato di coerenza per quanto riguardava la manifestazione di vicenza e il relativo voto in aula. capisco bene che sia difficile scendere a compromessi, in partitica (cosa diversa dalla politica), io non ce la farei, ed ecco perchè ho rinunciato quando mi è stato chiesto. alla Senatrice Rame il merito di averci provato, ma permettete che anche io possa esprimere la mia opinione a proposito di UN fatto? o la Senatrice Rame è intoccabile??? magari era meglio che scrivessi una lettera a Repubblica modello Veronica Lario, invece che venire a disturbare la quiete di un blog fatto solo per chi è d'accordo in toto con le idee qui riportate (come dice il signor non mi ricordo il nome a cui ho appena risposto)? certo ognuno di noi DEVE imparare dai propri errori, ma non è mangiandosi chi non la pensa come te che miglioriamo, credo...

Cara Sara non siamo scemi se una persona altro non fa che ripetere una cosa mille volte anche quando dall'altra parte ci sta un essere umano (con una vita che è una celebrazione alla dignità umana) che non sta bene fisicamente qualche dubbio viene...
Ora se non ti dispiace cambia argomento LA MAGGIORANZA DEI SUOI ELETTORI COSI' HA VOLUTO...

ciao Franca, vedo che sei on line ora. Grazie per aver ascoltato i tuoi tanti elettori. Ora al lavoro, questo governo, e noi, abbiamo bisogno di te. Fatti un giro sui blog di forza italia quando sei indecisa se restare o continuare. Non permettete a questa gente di tornare a decidere per noi.

In generale non ho mai sopportato chi non si assume la responsabilità delle proprie parole. Sopratutto quando queste sono pesanti come pietre. Autodefinirsi pacati ed educati, quando invece si sono usate parole piene di livore e moralismo, auto ponendosi ad un livello etico superiore a quello della persona che si accusa, corrisponde ad un evidente contraddizione etica, ovvero negare la responsabilità che si ha, nell'essersi chiamati addosso un coro di maldicenze. Essere stati "trattati male" da così tante persone , deve insegnare a porsi una domanda:" Come mai così tanta gente mi critica?".Difendersi strenuamente negando, viceversa, appare ulteriormente tracotante e risulta offensivo per chi legge. Se una persona non si riconosce nelle linee di principio di un progetto, nella linea di condotta di chi ne è l'ispiratore morale e l'artefice materiale, nello spirito delle persone che in quel progetto credono, aderendovi appieno, se si ritiene tanto pacata ed educata non deve fare altro che cambiare orizzonti...non ti curar di loro ma guarda e passa. A me è successo spesso nella vita di discordare aspramente con qualcuno o qualcosa, ma giunta alla conclusione che il sistema che io condannavo ,risultava essere buono per tante altre persone, che avevano il mio uguale diritto di determinarsi una realtà fatta a loro misura, mi ha fatto desistere dal perseverare in sterili battaglie moralizzatrici, "chi sono io per cambiare il tuo credo?".
Perchè di questo si parla , delle convinzioni più profonde di ognuno. Questo è un luogo, virtuale si, ma profondamente concreto, in cui tanta gente abita e condivide progetti e bettaglie in cui crede, riconoscendosi e condividendo le modalità operative di Franca Rame. Chi sente di non appartenere a questo popolo, può sicuramente fare il turista per caso, ma non deve poi far tanto la vittima se viene "Trattato per quello chè è, ovvero un ospite indesiderato" Paese che vai, usanze che trovi, se non ti va, sbatti la polvere dai sandali e prosegui...noi non siamo degni del tuo valore.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa la Signora Rame di questo Suo commento... praticamente il concetto è: o la pensi come noi o te ne vai a casa. va bene, vorrà dire che la prossima volta voterò lega. perchè qui si sta parlando della Senatrice, non della persona; particolare che, a quanto pare, a molti sfugge. Cambierò orizzonti, sempre più amareggiata e delusa. Con educazione e pacatezza, distinti saluti.....

quando questo accade è meglio ribadire l'essenziale.Intendo, con la parola Democrazia, il potere del popolo di governarsi attraverso una scelta di maggioranza, e, anche se si parla di maggioranze relative, per me il rispetto della democrazia coincide con il rispetto della volontà della maggioranza delle persone che abitano, condividendone principi e modalità, un luogo ( sia questo una casa, un circolo, una fede riligiosa, un paese concreto o virtuale.). Non mi aspetto di ottenere carezze e coccole se vado in un gruppo di persone e urlo VERGOGNA quì, VERGOGNA lì, sottointendendo :"Io meglio , Io di più..." senza per altro argomentare, proporre, motivare. Andare contro, non ha mai sortito esiti pacifici in nessun confronto, si deve necessariamente partire dalla comprensione profonda delle istanze altrui, anche senza approvarle e "pacatamente "porre le proprie per giungere ad una soluzione che rispetti le aspettative di entrambe le posizioni. Chi non è disponibile a fare ciò, o, come nel mio personalissimo caso, si trova a riscontrare che le istanze altrui sono inconciliabili con le proprie, mentre rappresentano per l'altro un modello perfettamente soddisfacente, non deve far altro che lasciare democraticamente all'altro le sue convinzioni, senza continuare ad offenderle, accusando maltrattamenti e delusioni che, sono invece la conseguenza della propria tracotanza. Comunque dichiararsi democratici per poi contraddirsi provocatoriamente, adducendo propositi di voto estremisti, suggerisce una propensione ad un recondito fascismo di sinistra, tra i peggiori a mio avviso.

Franca siamo tantissimi ad averti votato e a credere in Te la politica è proprio quello che Tu hai fatto: mediare per l'interesse del Paese che è più importante della coscenza di qualcuno (che magari la strumentalizza pure...)

volevo che sapessi che, quando mi rispondono come avrei votato, rispondo che avrei fatto esattamente come te. e lo avrei fatto con un nodo in gola. ce l'ho anche a dirlo. così mi rendo conto perfettamente di quanto possa esserti costato. se se ne vanno le poche persone come te chi resta? naturalmente la mia stima ed il tuo rispetto nei tuoi confronti saranno grandi qualsiasi decisione tu prenda, però vorrei che sapessi che io spero sinceramente che tu rimanga. e grazie comunque per tutto quello che fai.

Cara Franca fai un po' quello che ti senti di fare, ricorda che ognuno di noi ha una vita sola e la deve vivere al meglio delle sue possibilita` e secondo coscienza. Quando senti che hai fatto di tutto per mettere a frutto i talenti che ti sono arrivati e quando c'e` pace nel tuo cuore, allora sei al centro dell'universo. Io credo che Sara abbia toccato un argomento delicato, un nervo scoperto, altrimenti non ci sarebbe stata questa reazione. Ma Sara, forse e` giovane, non ha visto settanta primavere, non sa ancora che nella vita non si puo` avere tutto cio` che si vuole, non si possono realizzare tutti i sogni, bisogna sapere scendere a compromessi, bisogna saper stare acquattati ad aspettare di poter cogliere le occasioni di spandere il bene. Sara forse non si rende conto che l'estremismo morale non e` mai la strada giusta, e` come l'estremista di destra o sinistra che si spinge talmente in la` da toccare l'altro polo e diventare quello contro cui combatte. Uno dei simboli piu` belli della filosofia orientale e` quello del Tao, quella sorta di coppia di pescetti o vermetti bianco e nero, il bianco ha una macchietta nera e il nero ha una macchietta bianca. Al mondo non c'e` il bene assoluto, ne` il male assoluto. In tutto e` presente l'opposto. Fai le tue scelte con coscienza, Franca, permettiti di essere umana, continua a spiegare qui le motivazioni alla tua gente, quanto agli altri, non ti curar di loro ma guarda e passa. E se stare seduta in quello scranno ti fa ammalare, se i compromessi ti fanno soffrire, lascia perdere, forse non e` la tua strada. Per il nostro paese, a me pare, non e` ancora terminato il periodo di declino, solo quando toccheremo il fondo piu` sprofondo ci decideremo a risalire, e io credo che non sara` mai troppo tardi, perche` sono ottimista. Un abrraccio a Franca e a Sara.