comunicazione

Purtroppo oggi non potrà essere pubblicato l'aggiornamento sugli sprechi perchè al Senato è in corso la discussione sul dl fiscale (finanziaria).
Il materiale raccolto è molto e richiede un po' di tempo per essere pronto alla pubblicazione...

A domani per il prossimo spreco!

La Redazione

Lo sapevate che....

FIONDATEVI CON TUTTE LE VOSTRE FORZE A FAR GIRARE LE NOTIZIE CHE VIA VIA SARANNO PUBBLICATE. BISOGNA CHE CI SI METTA INSIEME IN TANTI... INDISPENSABILE COINVOLGIMENTO TOTALE... ANZI: TANTISSIMI!!
GRAZIE franca

II PUNTATA
DOCUMENTAZIONE RACCOLTA PER LO SPETTACOLO in piena Tangentopoli:
“Settimo: ruba un po' meno!” (1992-95)

Debito pubblico Italia: 2 milioni di miliardi! Cerchiamo di capire insieme chi è responsabile del debito pubblico.

I dati che seguono li ho rilevati da: Repubblica, Unità, Europeo, Panorama, Espresso... e da alcuni libri: "Lo spreco" Gian Antonio Stella,
"Nomenklatura" di Sebastiano Messina, un giornalista di Repubblica, "Mi manda papà" di Locatelli e Martini... In più abbiamo l'onorevole Raffaele Costa... che dall' 85 denuncia al Parlamento e alla stampa gli sprechi di Stato che via via,va scoprendo: “L'Italia dei Privilegi”, “L'Italia degli sprechi” “La mia prima repubblica".
Cominciamo dall'alto, dal culmine della piramide: dal Quirinale residenza del Capo dello stato.
Perché parto da così lontano? (1992) Perché oggi non si riesce a sapere nulla al proposito. Si conosce solo quanto viene elargito dal Governo al Quirinale. Segretato, come vengono spesi i denari.

Per inciso diremo che come spesa al mantenimento del "Colle" noi siamo in testa alla classifica mondiale.

Dati dal 1992
on. RAFFAELE COSTA

COSTI DEI PALAZZI
Il QUIRINALE

Se me lo avessero raccontato, non ci avrei mai creduto…

Assegno in dotazione al Presidente: 4 miliardi esentasse.
206 miliardi di spese per la Presidenza.
Residenza estiva: Castel Porziano.
PERSONALE:
I dipendenti del Quirinale sono la bellezza di 796 e godono di una serie di benefici notevolissimi, rispetto al resto del pubblico impiego.
I loro ruoli sono suddivisi in:
186 commessi
163 assistenti tecnici
139 tecnici agrari
133 ragionieri e segretari
40 cacciatori e guardie forestali
Dei 225 dipendenti restanti non si conoscono i ruoli.
38 ore lavorative la settimana, dopo di che scatta lo straordinario.
Pensione Presidente: 100% dell'ultimo stipendio.
Le spese della presidenza della Repubblica non sono sottoposte al controllo della Corte dei Conti.

1500 stanze con accessori: 236 arazzi, 280 orologi, 295 tappeti, tra cui il tappeto più grande del mondo 300 metri quadrati. 900 posate d'argento, 600 piatti, migliaia di bicchieri di cristallo maneggiati da 50 camerieri in livrea, che si aggiungono ai 10 cuochi, in grado di allestire pranzi di gala per centinaia di persone.
Il nostro Presidente (n.r. Scalfaro) usufruisce anche della pensione maturata nei tre anni di attività giudiziaria e come parlamentare e quando poi andrà definitivamente in pensione gli spetterà anche l'indennità di senatore a vita, (di cui stanno godendo - è proprio il caso di dirlo anche Leone e Cossiga).
Oltre allo stipendio i lavoratori del Quirinale usufruiscono di indennità d'incarico, informatica (per i dipendenti delle carriere tecnico-informatiche e per coloro che fanno normale uso di video-terminali-elettronici, guida, caccia (chi lavora nelle tenute di Castel Porziano), cassa (direttore ufficio tesoreria, impiegati addetti alla cassa), di alloggio (chi non ha alloggio di servizio) lavoro festivo, notturno, straordinario, assegni famigliari e gratifiche che consistono in un assegno pari ad un quarto dello stipendio che viene distribuito tre volte all'anno: marzo, giugno e settembre.

(Mi piacerebbe sapere perché proprio in quei mesi).

Un tenente colonnello dei carabinieri in servizio al Quirinale percepisce 2 milioni al mese in più rispetto al pari grado che combatte contro mafia, camorra, delinquenza in Sicilia e altrove.
(Perché?)
Un semplice ragioniere dopo 15 anni di lavoro, intasca netti, 65 milioni l'anno, oltre due volte lo stipendio di un suo omologo ministeriale".
(Perchè?)

Ah… dimenticavamo il meglio: le PENSIONI.

I lavoratori del Quirinale dopo 35 anni di servizio percepiscono una pensione uguale all'ultimo stipendio e se il loro lavoro è stato "lodevole" anche "una tantum" (sei mensilità e mezzo) che il presidente può aumentare a sua discrezione".
Ma non è finita.
"Il Capo dello Stato può assumere personale evitando i pubblici concorsi. Può nominare per decreto i dipendenti della presidenza anche quando la loro nomina sia in sovra numero rispetto agli organici. Notate bene, tutte norme arbitrarie in netto contrasto con le disposizioni generali della pubblica amministrazione."
Ogni ex presidente della Repubblica ha a sua disposizione un'auto di rappresentanza, concessagli a vita dal Quirinale. Anche Francesco Cossiga beneficia dell'auto della presidenza della Repubblica, però, in quanto anche ex presidente del Senato, dispone di una seconda auto.
Ricordiamo che in Germania, al servizio del capo dello stato ci sono 150 dipendenti, in Portogallo: 200, in Spagna per la casa reale ci sono 543 addetti.
Negli Stati Uniti, sono a disposizione delle "autorità", quattro "auto blu", il re della Danimarca, sbriga le proprie faccende al volante della macchina personale e che il sindaco di Oslo quando esce dal municipio aspetta il taxi per tornare a casa... col freddo che fa!
Ma quelli sono esibizionisti del risparmio dei soldi pubblici. Insopportabili moralisti.

A 'sto punto rivogliamo il re!

GLI ENTI DISCIOLTI… (1992 DA VI: ruba un po’ meno)

Abbiamo a Roma due bei palazzotti, 300 impiegati, costo di puro stipendi annuo 12 miliardi,
dove ha sede l'Ispettorato Gestione Enti Disciolti.
Pensavo a un refuso. No, proprio disciolti!
Sono tuttora in vita 396 degli enti inutili soppressi nel 1956 ma ancora attivi (G.A.Stella). Siamo riusciti a perdere le tracce di 1160 opere d’arte prestate per mostre nel mondo intiero (anche capolavori del Tintoretto, del Guercino, del Veronese…) e che non si ritrovano più, tante da riempire almeno 5 musei! Ma abbiamo custodito per decenni il Consorzio idraulico per la difesa della sponda destra del Trebbia, la GIL (Gioventù italiana del Littorio), L'Ente Orfani di Guerra... che il più giovane ha 70 anni! La Società per l’educazione correttiva dei minorenni dell’antico Regno Sardo. L’Accademia dei gelati, il Comitato per la fiera del carciofo, l’Associazione Amici del flauto dolce. E per finire l'Ente per la distribuzione dei medicinali offertici dagli americani alla fine della guerra del '45... che se mandi giù un cachet... TAK morto secco!

GLI ENTI DISCIOLTI 2006

Ricette e ricoveri facili. Così lo Stato spende diecimiliardi di troppo

Sprechi d’Italia

L’ufficio enti inutili non riesce neppure a liquidare se stesso di Altiero Scicchitano (La Stampa)

In Italia esiste un ente creato apposta per sopprimere gli enti inutili. Si chiama Iged – Ispettorato generale per la liquidazione di enti disciolti - e da cinquant’anni esatti fa il suo sporco lavoro con apparente calma. I primi seicento enti inutili furono dichiarati tali nel 1956. Nel tempo se ne sono aggiunti fino a un totale di ottocentoventisette.
L’Iged è riuscito a chiuderne settecentouno. Gliene restano centoventisei, più altri dodici commissariati per gravi pendenze economiche. Totale: 138. Anzi, 139.
Il centotrentanovesimo è proprio l’Iged, la cui inutilità è stata stabilita nel 2002. Da allora l’Iged è faticosamente impegnato nella liquidazione di se stesso, e per chi si fosse perso per strada, il riassunto è il seguente: l’ente che elimina gli enti inutili è un ente inutile.
Ogni governo di cui si abbia memoria si è solennemente assunto l’incarico di ingaggiare una guerra senza quartiere agli sprechi.
Il grido di battaglia è il medesimo per tutti: ora basta, risolviamo il problema degli enti inutili. Questi ormai mitologici enti inutili sono soprattutto eredità del Ventennio fascista, moltiplicati dalla mania corporativistica. L’esempio più clamoroso, che non c’entra con le corporazioni ma con il fascio sì, è la Lati, le Linee aeree transcontinentali italiane. Venne fondata da Benito Mussolini su imbeccata di Italo Balbo, aviatore provetto. La Lati venne inserita nell’elenco dei seicento enti inutili stilato nel 1956. Ma mezzo secolo più tardi la liquidazione non è ancora conclusa.
Si comincerà dunque a capire perché l’ente che elimina gli enti inutili è un ente inutile. E non solo: anche costoso. Uno studio della Confesercenti dello scorso anno rilevò che l’Iged, con quattordici uffici, quattordici dirigenti e un centinaio di funzionari costava allo stato una cinquantina di milioni di euro (cento miliardi di lire) l’anno. Erano più o meno i numeri di cui venne in possesso nel 2002 il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, allorché intraprese la solita guerra. La soluzione finale scelta da Tremonti fu quella di constatare l’inutilità, se non la dannosità, dell’Iged. Le numerose pratiche ancora aperte dovevano passare alla Fintecna, società esterna controllata dallo Stato.
Ma l’Iged procede con i tempi che le sono riconosciuti. Per ora ha cancellato quattro dei suoi quattordici uffici e quindi, per chi si fosse di nuovo perso per strada, il secondo riassunto è il seguente: l’ente inutile che non riesce a eliminare gli enti inutili non riesce come ovvio a eliminare se stesso. Chiunque si immagina che in queste decine di enti inutili lavorino decrepiti impiegati con la visiera, che aggiornano regi decreti contenuti in faldoni polverosi e trascorrono le giornate nei seminterrati dei ministeri. E il ventisette del mese ricevono la busta paga. Non è così. Gli enti inutili non hanno dipendenti, e non hanno sedi. Perlomeno non hanno sedi funzionanti. Se non si riesce a liquidarli in certi casi dipende proprio dal fatto che si deve decidere una nuova destinazione della sede stessa, oppure la sua vendita a privati, chiamata in burocratese «cartolarizzazione». A impedire la liquidazione definitiva (l’uso dell’aggettivo «definitiva» sarebbe altrove inutile come gli enti in questione) sono sempre cavilli, pendenze, posizioni pensionistiche da definire. Vale la pena di ritirare in ballo la vicenda della Lati - le linee aeree di Balbo destinate a collegare l’Italia col Sudamerica – perché è esemplare. La Lati continua a esistere, senza sede e senza dipendenti, dal momento che rimane in piedi un’allucinante vertenza col governo brasiliano a proposito di un terreno del valore di circa quindicimila euro. Non si riesce a stabilire a chi appartenga il terreno, se a noi o al Brasile, e la Lati sopravvive.
Nell’ultima relazione trimestrale della Fintecna (che cerca poco a poco di sostituire l’Iged), del 30 giugno 2006, è riportata la vicenda dell’«Encc», il misterioso «Ente
nazionale carta e cellulosa», da undici anni in attesa di sepoltura.
Un avvocato, però, reclama parcelle arretrate per la somma di ventuno milioni di euro, quaranta miliardi di lire, e le esequie non si celebrano. L’Istituto «Bruno Leoni » di Torino ha recentemente illustrato la vicenda dell’Onpi, l’Opera nazionale pensionati d’Italia. Anch’essa è in liquidazione e anch’essa resiste per via di alcune posizioni previdenziali rimaste in sospeso. Questo non impedisce allo Stato di cancellare in «contributo ex Onpi», una trattenuta mensile «su ciascun rateo di pensione» di un centesimo di euro, riconversione delle precedenti venti lire. I nostri pensionati, per spiegarci, ogni anno versano tredici centesimi (dodici mensilità più tredicesima) all’ex Onpi per un totale annuo di due milioni e mezzo di euro, poi girati all’erario.
Il casino è totale. Decifrando le carte dell’ispettorato, si arriva a capire che l’Inpdap avanza crediti dall’ex Enpas, il quale ex Enpas ne vantava a sua volta dall’ex Enpdedp, che non è un partito di minoranza ma l’(inutile) «Ente nazionale di previdenza dei dipendenti da enti di diritto pubblico». Però, secondo l’Enpas, l’Enpdedp ha già versato 3 milioni e 200 mila euro, mentre l’Enpdedp sostiene di averne versati 15 milioni e 700 mila.
Se al garbuglio si aggiunge che, sempre stando ai calcoli della Fintecna, «la definizione delle pratiche del personale degli enti in liquidazione potrebbe comportare oneri... stimati in circa 370 milioni di euro», si comincia a capire la ragione per la quale in Italia esistono ancora la «Cassa conguaglio zucchero» e l’«Orfanotrofio militare di Napoli».
Non s’è mai capito quale contagio intestinale affliggesse la zona in cui lavorava il medico dell’azienda sanitaria 5 di Napoli che è riuscito a far spendere al servizio sanitario nazionale 3 miliardi di lire in clisteri. Correva l’anno 1998, correvano le prescrizioni, si spendeva a palla. La musica non è cambiata: il business promette bene, visto che il 18% della spesa sanitaria (90 miliardi quest’anno) finisce in farmaci.

Ricette facili
Ci sono i medici dalla penna fulminea. Entri, ti siedi, e loro cominciano a scrivere: la Corte dei Conti ha denunciato 560 «grafomani», camici bianchi che si son fatti notare per frequenza e quantità delle loro prescrizioni. Poi ci sono quelli che continuano a prescrivere medicinali di marca ignorando gli equivalenti generici: stesso principio attivo, stesso effetto, risparmio medio 20%. Eppure i generici valgono appena l’1,5% della spesa farmaceutica: un centinaio di milioni. Tanto la differenza - a seconda delle esenzioni - la paga lo Stato o chi si presenta in farmacia.
E forse non è un caso che tra i reati più diffusi nella Sanità, la Corte dei Conti segnali il comparaggio:regali o denaro elargiti generosamente dalle case farmaceutiche ai medici purché si ricordino di loro e aumentino le prescrizioni di questa o quella specialità. 2004: nella sola Lombardia, 564 medici che hanno provocato un danno erariale di 25 milioni e mezzo di euro prescrivendo medicine dopo aver preso regali delle case farmaceutiche. Per i giudici si tratta di una piaga peggiore delle tangenti sugli appalti sanitari e delle fatture false.
Febbre da farmaci. In Italia ogni anno si contano 478 milioni di ricette, otto a testa: costo procapite 204,6 euro. La politica ha cercato di mettere un freno indicando tetti di spesa, le regioni se ne infischiano. Nel 2005 il Lazio ha sforato di 520 milioni, la Sicilia di 323, la Campania di 273. Lo Stato ha speso un miliardo e mezzo più di quanto programmato. E fatica a tenere i conti: quando l’Agenzia italiana del farmaco ha confrontato i dati delle 18mila farmacie con quelli inviati al Ministero dalle Asl ha scoperto un buco di 500 milioni solo nel quarto trimestre del 2005.
Il cervellone non basta. C’è chi trova all’ospedale la sistemazione estiva per il nonno di casa. L’Osservatorio della Terza Età ha calcolato che il «parcheggio anziani» - spesso ricoverati con pretesti - costa 18 milioni di giornate di degenza l’anno: il conto sfiora i 6 miliardi. Alla faccia del Drg, il Diagnosis relate group, sistema introdotto nel 1995 per razionalizzare la spesa.
Per ogni malattia tanti giorni di ricovero, tanti medicinali, tante lenzuola, pranzo cena colazione, esami clinici, e tanto è il rimborso dovuto. Il Procuratore generale della Repubblica Mario Blandini dice che l’uso «improprio» del Drg costa allo Stato 5 miliardi l’anno.
Listino prezzi. Difficile, d’altra parte, stabilire quanto si dovrebbe spendere quando non c’è un valore di riferimento. Quanto costa togliere un’appendice? Dipende. In Toscana 2.200 euro, a Milano 2.527 (si sa, il centro è caro), in Umbria 5.549. E un posto letto in ospedale? In provincia di Reggio Calabria ci sono le Asl da record. La più economica: l’ospedale di Gerace si accontenta di 30mila euro l’anno. E quella più cara: un anno al Pentimalli di Palmi costa 462.500 euro, salute a cinque stelle. Un ricovero in Friuli costa in media tremila euro, in Val d’Aosta quasi cinquemila.
Un parto naturale in Trentino costa 1.700 euro, in Emilia 697. In Campania un parto sì e uno no i medici scelgono di intervenire con il cesareo, percentuale che non trova uguali nel mondo. Sarà una combinazione, il ministero della Salute lo paga 1000 euro più del parto naturale.
Tac da record. Altri dati curiosi: l’Italia ha il record mondiale delle Tac, 40 milioni di esami l’anno. Ma c’è chi architetta imprese più complicate: al Policlinico Umberto I di Roma ha fatto rumore il caso dei quattro funzionari che hanno fatto acquistare all’istituto apparecchiature radiologiche di ultimo modello.
Nessuno li ha mai utilizzati. La Corte dei Conti ha valutato un danno allo Stato di due milioni. La vicenda fa il paio con quella del Policlinico di Bari: una struttura fantasmagorica, nei fatti svuotata. Mancano attrezzature, e nel mega ospedale da 30 padiglioni ne funzionano solo cinque. Bisognerebbe mettere i baresi in contatto con i calabresi di Gioia Tauro, dove si favoleggia del mitico ospedale che giace nella piana inutilizzato pure se è dotato di macchinari e sale operatorie completi.
Il ticket privato. Di fronte a tante mancanze, i bisognosi di cure finicono col rivolgersi al privato: tra il 2005 e il 2006 un milione 800mila malati italiani sono stati ricoverati in case di cura private. Il servizio è garantito, però i ricoveri nel privato costano allo Stato 4 miliardi più del servizio equivalente in una struttura pubblica. Denaro che con una programmazione migliore sarebbe risparmiato.
Marco Sodano, Raphael Zanotti, Mattia Feltri

Vi siete divertiti? Piangete?
A domani…

"Il ponte di Messina: la truffa del secolo e l'8 per mille...

FIONDATEVI CON TUTTE LE VOSTRE FORZE A FAR GIRARE LE NOTIZIE CHE VIA VIA SARANNO PUBBLICATE. BISOGNA CHE CI SI METTA INSIEME IN TANTI... INDISPENSABILE COINVOLGIMENTO TOTALE... ANZI: TANTISSIMI!!
GRAZIE franca

Inizio, (e mi scuso se solo da oggi, ma non ce l'ho fatta prima) a presentarvi il materiale raccolto anche grazie a voi, sugli sprechi. Ovviamente non tutto insieme… sono preoccupata per il pensionato da 500 euro al mese… non vorrei che davanti a certe cifre, gli venisse un colpo! Forse, quanto segue alcuni di voi l'avranno già letto... ma la percentuale in Italia di lettori di giornali e riviste è bassissima quindi eccovi:

"Il ponte di Messina: la truffa del secolo

Prima puntata
Dov'è finito l'architetto del ponte?
Da un articolo di Curzio Maltese (Venerdì di Repubblica 3 nov. 2006)

(…) Berlusconi ha buttato un mare di soldi 600-700 milioni di euro (…) per non cominciare neppure i lavori.
(…) Oltre 150 milioni sono stati sprecati per gli studi preparatori, in laute consulenze agli amici degli amici per studiare fra l'altro il "flusso dei cetacei fra Scilla e Cariddi", "l'mpatto psico-socio-antropologico dei lavori sulla popolazione locale". Una montagna di 126 chili di carta che giace negli uffici del ministero. Un altro centinaio di milioni per l'esproprio dei terreni, nel tripudio delle cosche. Ed è da record la penale che lo Stato dovrà pagare all'impresa appaltatrice, l'Impregilo: 388 milioni di euro. Il ponte doveva essere una delle più grandi opere pubbliche d'Europa ed è invece la truffa del secolo.
Si poteva immaginare che non si sarebbe mai fatto? Si doveva. I mercati ne erano sicuri. Quando l'Impregilo vince l'appalto, il titolo crolla in borsa di quasi il 6%. Appena il Parlamento decide che non si farà nulla, la quotazione schizza in alto. Nessuno ha mai creduto che il lavoro si sarebbe fatto. Tutte le imprese straniere si erano ritirate dall'asta, dove la vittoria dell'Impregilo era annunciata, fra l'altro, da una telefonata dell'amministratore delegato Savona, intercettata per caso dai magistrati di Monza: "Tranquilli, l'appalto è nostro, me l'ha giurato Dell'Utri".
Il mondo dell'architettura internazionale è impazzito per capire come gli italiani potessero credere al progetto. In particolare i giapponesi, massimi esperti, che vantano il ponte più lungo a una campata, l'Akashi Kyokyo, 1960 metri. Volevano farci passare una linea ferroviaria, ma gli ingegneri hanno spiegato che non esistono materiali in grado di reggere una struttura simile: sarebbe crollato tutto.
Il ponte sullo Stretto avrebbe dovuto essere lungo quasi tre chilometri e mezzo e con due linee di ferrovia, non una. Chi era l'autore di una simile meraviglia? Renzo Piano, Richard Rogers, Norman Foster? Macchè, un certo William C.Brown, nipote di un più famoso William H.Brown che ha progettato un paio di ponti in Africa ai tempi delle colonie. Un carneade mai nominato da nessuna rivista di architettura del Pianeta. Due architetti italiani, Ugo Rosa e Domenico Calandro, hanno lanciato una "caccia a mister Brown" e hanno scritto l'esilarante diario su Internet. Pare che sia scomparso qualche mese fa.(…)

ANCHE QUESTA NOTIZIA NON è MALE.

(FONTE TG COM) L'8 per mille speso per guerra Iraq
La denuncia della presidente del FAI 10 novembre 2006

L'otto per mille che i cittadini italiani hanno voluto assegnare alla cultura avrebbe invece finanziato la missione in Iraq. Lo ha detto la presidente del FAI, Giulia Maria Mozzoni Crespi, al convegno del Fondo per l'ambiente italiano. La Crespi lo ha appreso da Enrico Letta. L'ex viceministro dell'Economia Vegas ad Affaritaliani: "Un terzo venne utilizzato per le missioni all'estero e una parte anche per l'Iraq"
"L'otto per mille originariamente doveva essere devoluto tutto agli aiuti al terzo mondo, alla cultura e a cose di questo genere. Poi una parte venne utilizzata per le missioni all'estero. E una parte anche per l'Iraq" - spiega Vegas.

Era stata sottratta una parte originariamente - aggiunge il senatore di Forza Italia - poi il resto è stato lasciato per le varie scelte che son state fatte sull'otto per mille". Quanto ando' all'Iraq in concreto? "Attorno a un terzo, circa 80 milioni".
Qualcosa da dire?

A domani...

FACCIO UNA PROPOSTA...

30 ottobre
Sono preoccupata! Stiamo vivendo un momento molto brutto e pericoloso. Dobbiamo impegnarci tutti, con forza e determinazione. Il nostro Paese sta boccheggiando. Gran parte della popolazione vive in un grande disagio, dai precari ai pensionati, dagli sfrattati ai nuovi poveri... per non parlare degli immigrati, clandestini o con tanto di visto accompagnato da sfruttamento (un locale in periferia dove vivono in 4 - 700 euro mensili) molte sono le famiglie: nonni, figli e nipoti che il pasto di mezzogiorno lo fanno alle mense di carità (e non solo nelle grandi città). La disattenzione e il disprezzo per il pianeta: spreco delle risorse a cominciare dall'acqua, che dovrebbe essere gratris, un bene naturale che di giorno in giorno va esaurendosi; la distruzione completa dell'aria, dell'atmosfera; vediamo ogni giorno precipitare l'equilibrio climatico.
I rifiuti che si sono tramutati ormai in un business, spesso gestiti dalla mafia.
Non possiamo limitarci alla lamentazione, limitarci a parlare, criticare, blaterare. Cosa possiamo fare? Mettiamo insieme le nostre risorse: raccogliamo documentazione su sprechi, inganno e truffa. Su come risparmiare... Partecipiamo! Dobbiamo voler partecipare alla rinascita di questo "nostro" Paese! Dobbiamo aiutare questo governo, che non deve cadere! E non dobbiamo accontentarci delle promesse. Dice un vecchio adagio: “Se le promesse si potessero mangiare avremmo all'istante una umanità satolla da scoppiare!”
Bisogna indagare per sapere. Indagare per conoscere.
Giornalmente pubblicherò sul blog la ricerca fatta in questi mesi, sugli sprechi, sulle numerose soluzioni per risparmiare denaro... le ingiustizie, per non parlare dell'indulto di tre anni "vergogna dell'inciucio”!
Inviatemi tutto ciò che conoscete, indicando la fonte. Prepareremo un documento da far pervenire ai nostri ministri. Dovranno tener conto del fatto che esistiamo, siamo noi che votiamo!, e non vogliamo più accettare di delegare.
Potete anche sottoscrivere il progetto con una firma. Che ne dite? Fatevi venire la voglia "di fare"!
Un bacio Franca Rame

29 OTTOBRE. Illuminiamoci il cervello: FORZA!!!!!

29 ottobre
Vi propongo la lettura di uno dei "conversari" di Machiavelli sulla nuova Repubblica Fiorentina (1527), che mi ha provocato pesanti riflessioni.
Leggete, riflettete: sembra scritto a commento dei giorni nostri.
Sto pensando di lanciare una qualche campagna. Di fare qualcosa, insieme.Spero mi si illuminaizione... o che venga a qualcuno di voi.
Un bacio
franca

“NON È TANTO LA NOVITÀ CHE CONTA, MA PRODURRE IL NUOVO”

“Tu bada ben - dice quasi a sé stesso Machiavelli - che l'aver in le tue mani il potere della Repubblica e il plauso di chi crede che si possa governare senza inganno non ti è bastante, poiché non è tanto la novità che conta, ma produrre il nuovo. Quindi ascolta e pruòvoca il popolo perché parli a costo di causare in te risentimento. Non credere che questo sia disordine e perdita di tempo e che si facci meglio a non descutere et computare. Non è il tempo che si conzuma nel confronto cosa da deprecare. L'errore che non truoverà mai rimedio è quello del resolvere ogni decisione per applaudimento. Uno bono descurso con retorica piazzata ad uopo, qualcuna frase dal bon suono e via che se cammina più spediti che mai. Tu debbi insegnare a razionare ogni idea o pruogramma tre volte più che non lo sia il raggionevole. Trista gente è quella di un popolo che segue lo sbatter di bandere e stendardi piuttosto che le idee ben mastecàte.”

comunicato stampa eccidio in Afghanistan-27 ottobre

27 ottobre
COMUNICATO STAMPA
Sen. Franca Rame e Sen. Fosco Giannini
Ennesima strage della NATO in Afghanistan di civili compresi molti bambini mentre festeggiavano la fine del Ramadam (da 50 a 80 persone!).
Questo massacro non è stato realizzato da uno spietato gruppo terrorista ma dalla Forze di Pace che si trova in quel PAESE per proteggere la popolazione.
Non è certo la prima volta che succedono episodi simili, gravissimi.
Dopo 5 anni di bombardamenti sono oltre 200 mila i morti civili afgani che pesano sulla coscienza degli USA e della NATO: un genocidio al servizio degli interessi strategici nordamericani.
Siamo di fronte ad un orrore del quale rischiamo di essere complici.
Da questo punto di vista si sappia sin d'ora: che se non si apre una via d'uscita strategica, noi non voteremo a favore ad un'altra proroga della missione italiana in Afghanistan.
Sen. Franca Rame e Sen. Fosco Giannini

Il ministro Bersani è proprio un uomo di parola!

28 ottobre-
Son lì seduta in aereo aspettando la partenza per Milano. Arriva all'ultimo momento un signore… che mi pare di conoscere, mi ricorda qualcuno... Ma chi è? Poi, di colpo,realizzo: quante volte gli ho battuto le mani con Dario, seguendolo in televisione nelle varie serate a "porta a porta" "ballarò" ecc. E' proprio lui, il ministro Bersani! “E la scorta dov'è?” mi chiedo... non c'è. Si siede tranquillo in mezzo a noi "popolo", come uno qualsiasi... "Ma è proprio lei?" chiedo titubante. "Sì, sono io. Come stai?"
Ho immediatamente telefonato a Dario per comunicargli la notizia... Dario non poteva crederci: un ministro tra la gente, senza dieci uomini di scorta e senza la corona in testa?!
Apro il computer per non dargli l'impressione di volerlo disturbare... leggo quanto ho raccolto in questo periodo sugli sprechi, facendo anche tesoro di tutto quello che mi avete inviato... Mi sarebbe piaciuto parlargli... avrei tante cose da chiedergli... suggerirgli, il biodisel, i riduttori per risparmiare l'acqua... e poi e poi... ma non oso. Maledizione alla mia timidezza. Però verso la fine del viaggio, mi azzardo e gli dico: "Ho in mente di comperare una pagina su Repubblica (30 mila e 400 euro più iva) e pubblicare tutte le cifre, che sono con gran fatica, riuscita a trovare in questi quattro mesi di senato, cifre che riguardano il passato governo... miliardi e miliardi buttati al vento! Voglio mettere, cifra dopo cifra, in chiave comicaa, sotto gli occhi della gente... che sente parlare di voragine finanziaria, ma che forse non è al corrente di quanto sia grande la VORAGINE. Roba da ridere e da piangere! Tutte le persone alle quali espongo questa mia idea e chiedo collaborazione, si complimentano -ottima!- ma poi spariscono."
Anche al ministro piace l'idea. "Ci penso io a trovarti un aiuto." "No, non ci credo! Non ti sentirò né vedrò mai più!" "Beh dovrai ricrederti." Ci salutiamo... "Che sia vero?" penso.
Prendo il tassì... passano neanche 20 minuti, e mi chiama la batteria: “Senatrice (che ogni volta che mi chiamano senatrice mi spavento sempre un po'), c'è il ministro Bersani… vuole parlargli?” “MA CERTO!!!!” "Pronto...?" è proprio lui.“Ti telefonerà il tale.” Sono senza parole. Ringrazio!
E' proprio un uomo di parola! Uno dei pochi che ho trovato in questi quattro mesi.
Un bacio a tutti
franca

Rassegna Stampa - tutti gli articoli

 

694 - Una canzone per primo maggio per gli operai della Thyssen (La Repubblica)

693 - Rossi ha vinto la battaglia: grazie alla Rame non dovrà raccogliere le firme

692 - L'ecologia di Jacopo Fo (L'informatore)

691 - La Rame: " Il Papa invidia l'utero" (Corriere della Sera)

690 - Franca Rame al liceo: "usate il profilattico" (Corriere della Sera - Roma)

689 - Aborto, Franca Rame contro il Papa (Il Giorno)

688 - "Non affrettatevi a commentare. Riflettete" (Il Messaggero)

687 - Al Liceo Mamiani la "lezione" di Franca Rame (Il Tempo)

686 - Il no di Franca Rame alla violenza sulle donne (L'Unità ed Roma)

685 - Rame: "Ferrara e il Papa non sanno cos'è l'aborto" (La Prealpina)

684 - Franca Rame: "L'otto marzo voglio bloccare Ferrara (La Provincia di Como)

683 - Aborto, la Rame: "Il Papa e Ferrara hanno l'invidia dell'utero" (Repubblica)

682 - Franca Rame al Mamiani: "mi punirono per le mie lotte" (La Repubblica ed. Roma)

681 - Franca Rame torna a scuola per insultare il Papa (Libero)

680 - Gli studenti del Mamiani dopo Franca Rame aspettano Dario Fo (Libero ed. Roma)

679 - Franca Rame al liceo: Il Papa ha l'invidia dell'utero (Il Secolo d'Italia)

678 - Arte e teatro. Dario Fo allo spettacolare cena di Leonardo da Vinci (La Sicilia)

677 - Dario Fo: replicherò lo spettacolo su Leonardo (la Repubblica ed. Roma)

676 - Rame alla maratona degli artisti (la Repubblica ed. Napoli)

675 - Con Dario Fo tra i lCenacolo e Leonardo (Italia)

674 - Conto alla rovescia per la "lezione" di Dario Fo (Il Tempo)

673 - Disegni per le vittime dell'Uranio Impoverito (Il Manifesto)

672 - Un Leonardo così teatrale (E Polis Milano)

671 - Dario Fo: ecco il mio Leonardo (Corriere della Sera ed. Roma)

670 - Il Cenacolo di Leonardo raccontato da Dario Fo (Corriere Adriatico)

669 - Domani la maratona del rifiuto, e Beppe Grillo torna superstar (Roma)

668 - Dario Fo all'Auditorium ressa e biglietti (La Repubblica ed. Roma)

667 - "Coppia aperta"  di Fo (La Provincia di Como)

666 - Dario Fo: ora vi spiego quel genio di Leonardo (L'Unità)

665 - E ora guardate che Leonardo vi Fo (Il venerdì di Repubblica)

664 - A Napoli il M-day dei grillini (il Manifesto)

663 - "Il giorno del rifiuto" con Grillo e la Rame (Corriere del mezzogiorno)

662 - Dario Fo all'Auditorium. Ressa e bilgietti esauriti (la Repubblica ed. Roma)

661 - I lungo Sessantotto di Dario Fo (Micromega)

660 - Leggere, che piacere (reporter)

659 - Il cocktail Fo - Massironi per tre giorni al teatro Valli (Il Resto del Carlino Reggio Emilia)

658 - Fotografato il punto G. Esiste, ma non per tutte (Corriere della Sera)

657 - Dario Fo, alla satira all'arte (Trova Roma)

656 - Fo e Leonardo - L'Ultima cena spiegata dal Nobel (L'Ultima Cena spiegata dal Nobel)

655 -  Autoriduzione in scena (Magazine del Corriere della Sera)

654 - Il futuro è rosa? (Elle)

653 - Donne in piazza, sms per la convocazione (Il Messaggero )

652 - Dario Fo scatena il popolo del web (il resto del Carlino)

651 - Aborto, le donne difendono la 194 (la Stampa)

650 - Donne in piazza: la 194 non si tocca (la Sicilia)

649 - In piazza 4000 donne, "La legge 194 non si tocca" (La Repubblica ed. Roma)

648 - dal sit-in agli scontri, caos nella capitale (Il tempo)

647 - A Roma il sit-in diventa corteo, tensione con la polizia (L'Unità)

646 - Insieme a Moni Ovadia e Dario Fo (La Rinascita)

645 - La striscia di carta (Il Giornale - TEMPI)

 644 - Dario Fo: sono indignato (La nuova Sardegna)

643 - Fino a sabato Fo riporta a Bologna "Sotto paga non si paga"

642 - L'episodio nei libri di storia "Ora fo puosto l'assedio..." (LA Repubblica ed. Bologna)

641 - Dario Fo: A Bologna avete uan tradizione di vescovi orrendi (Il resto del Carlino)

640 - Dario Fo contro la Chiesa "Qui solo vescovi orrendi" (Il Domani)

639 - La Cei smorza il caso, Dario Fo lo riaccende (Gazzetta di Parma)

638 - Dario Fo, un Nobel contro la  Curia (Corriere di Bologna)

637 - Dario Fo racconta Leonardo (Corriere della Sera ed. Roma)

636 - E' morto il vignettista Sergio Angese (Il Tirreno)

635 - Fo, Rame e la rivolta delle casalinghe contro il caro prezzi (La Repubblica ed. Bologna)

634 - Una risata sugli scandali (Il Secolo XIX)

633 - Con Fo la classe operaia va... al supermercato (il Resto del Carlino)

632 - MIlano anni Settanta: sotto paga! Non si paga! (il Domani di Bologna)

631 - Jacopo a Schio tra ecologia e follia (Il Gazzettino ed. Vicenza Bassano)

630 - L'autoriduzione della spesa di Fo (City ed. Bologna)

629 - Successo per gli "Ancorasenzanome" nella commedia di Dario Fo  al Verdi

628 - Una follia che molti non vogliono vedere (Il giornale di Vicenza)

627 - Una commedia di Fo per beffare la recessione (Corriere di Bologna)

626 - E' morto Angese, maestro ribelle della satira (Corriere della Sera)

625 - La solidarietà va all'asta (Corriere Adriatico)

624 - Perugia, morto vignettista Angese (ANSA)

623 - Rileggendo Dario Fo (La Voce di Rovigo)

622 - Leonardo da Vinci e l'ultima Cena raccontata da Dario Fo (il Romanista)

621 - Fo: Che vescovi orrendi ha Bologna (La Repubblcia ed. Bologna)

620 -  Dario Fo: affondo alla Curia (la Repubblica ed. Bologna)

619 - Caro Romano, adesso puoi dirci chi è stato (E Polis)

618 - Lui e Lei: per Jacopo Fo è un dialogo tra sordi (L'eco di Bergamo)

617 - Il Diavolo di Dario Fo (Il Messaggero di Ancona)

616 - La differenza tra i sessi? I calzini (L'eco di Bergamo)

615 - "Chi ruba un piede è fortunato in amore. Gli Ancorasenzanome recitano Dario Fo (Libertà di Piacenza)

614 - Radiografia dei politici italiani (il Giornale di Reggio)

613 - Fo racconta Leonardo, lezione spettacolo (La Repubblica ed. Roma)

612 - Così Leonardo darà spettacolo. La mia lezione all'Auditorium (La Repubblica ed. Roma)

611 - Quando i servizi spiavano le stelle - copertina - articolo (Il Venerdì di Repubblica)

610 - Dario Fo è sempre attuale (Corriere Adriatico)

609 - Fo: lezione su Leonardo (Libertà di Piacenza)

608 - Lezione gratuita di Dario Fo all'Auditorium (La Stampa)

607 - Michelangelo secondo Fo (La Prealpina)

606 - Dario Fo spiega il Cenacolo di Leonardo (Italia)

605 - All'Auditorium i restauri e la lezione-show di Fo (Il Tempo)

604 - Alloisio: Il carnevale di Viareggio è cultura (La Stampa)

603 - Israele e i suoi scrittori. Identità conquistata (La Stampa)

602 - Con una commedia tutta sua Dario Fo in scena al Lumiere (Il Tempo ed. Molise)

601 - Gli autoriduttori di Dario Fo a Roseto (il Centro)

600 - Il primo cartellone del teatro Selve (l'eco del Chisone)

599 - Arte, Roma: Dario Fo e l'ultima cena di Leonardo (ADNKronos)

598 - E ci sarà il superospite: Fo incontrerà gli studenti (Il Resto del Carlino ed. Reggio)

 

597 - Sparlamento di Carmelo Lopapa con prefazione di Dario Fo e Franca Rame (marketpress)

596 - E se invitassimo i palestinesi?(La Stampa)

595 - Tre giorni di festa nel quartiere con acrobati e giocolieri (La Repubblica ed. Milano)

594 - Isreaele al Lingotto non si tocca, Torino in  rivolta (La Provincia di Como)

593 - Che spettacolo la Cinque Mulini: parola di Dario Fo (la Prealpina)

592 - Fo e Galan contro il boicottaggio: "se cacciano Israele, veneto assente(La Nuova Venezia)

591 - Veltroni con Fo: no al boicottaggio (Il Mattino)

590 - Fo special guest della nuova edizione di Baobab (il Giornale di Reggio)

589 - Baobab ricomincia: tra gli ospiti Dario Fo (Gazzetta di Reggio)

588 - Fo: no al boicottaggio: invitate la Palestina (Corriere Adriatico)

587 - Fo, manuale per la coppia (Corriere delle Alpi)

586 - Il Procuratore e la sua Varese "Qui ho lasciato il mio cuore" (La Provincia di Varese)

585 - Maratona teatrale (l'Ancora)

584 - Nel mio operaio il fare sornione del meridionale (La Stampa ed. Alessandria)

583 - Febbraio intenso con Jacopo Fo e il film scomodo di Al Gore (La Provincia Pavese)

 582 - Solo l'anno dopo la contestazione, guidato da Fo e Rame (La Prealpina)

581 - Il circolo De Sica incontra Fo (il Quotidiano della Basilicata)

580 - Jacopo Fo stasera sul palcoscenico della stagione di prosa (Il Gazzettino di Belluno)

579 - Sempre più denunce (Corriere della Sera)

578 - Vengo anch'io... E la musica cambiò (L'Europeo)

577 - Da Camilleri alla Tamaro i libri più attesi (Gazzetta del Sud)

576 - Franca Rame scende in campo a fianco della famiglia (Corriere dell'Umbria)

575 - Sulla pelle dei poveracci (La Rinascita della Sinistra)

574 - Nobel da giovane (Corriere della Sera)

573 - Franca Rame telefona a Pietralunga: "Pronta a fare la mia parte" (La Nazione ed. Arezzo)

572 - La satira del potere da Fo a Pirovano

 571 - Jacopo Fo convocato in I commissione (il Giornale dell'Umbria)

570 - I calzini di Jacopo Fo (Corriere Alpi)

569 - Marina Massironi nei panni di Fo (la Voce di Mantova)

568 - Lo spettacolo di Fo martedì al Comunale di Gonzaga ( la Voce di Mantova)

567 - Massironi, Catania, e un Fo scandaloso (la Voce di Mantova)

566 - Tutta la magia del Carnevale (il Correire della Versilia)

565 - Lo scherzo di Fo alla Rame: ecco il fax del complotto (La Repubblica)

564 - Con Fo non si paga! (Lombardia oggi)

563 - Gli allievi di Brera con Fo celebrano il funerale dell'arte (La Repubblica ed. Milano)

562 - E dopo il voto fascisti in festa per le strade del centro (L'Unità)

561 - Invito a Teatro (l'ancora)

560 - "Non si paga" di Fo - Ora c'è la Massironi ( Repubblica)

559 - Il teatro di Dario Fo con Catania e Massironi (l'ancora)

558 - Mi ha voluta Dario Fo (Il Tirreno)

557 - Dario Fo recita una cara realta la merce "Sottopaga non si paga" (Il Firenze)

556 - Fo fra satira e denuncia (Reporter)

555 - Quel Mistero è buffo anche senza Dario Fo (Giornale di Brescia)

554 - Mistero Buffo, il medioevo del giullare Fo (Giornale di Brescia)

553 -  Mistero Buffo: Mario Pirovano sulle orme di Fo (Bresciaoggi)

552 - Mistero buffo: le "giullarate" di Pirovano (Bresciaoggi)

551 - Jacopo Fo ad Auronzo (Corriere delle Alpi)

550 - Fo: il dramma diventa burla, è il Carnevale (Il Tirreno ed. Viareggio)

549 - La Bugnano al Senato al posto di Franca Rame (la Nuova Periferia)

548 - L'amore e lo sghignazzo di Dario Fo (La Gazzetta di Mantova)

547 - "Auronzo di scena" vince la qualità (Il Gazzettino)

546 - Dario Fo? Un maestro inimitabile (La Stampa ed. Alessandria)

545 - Franca Rame: ecco perchè mi dimetto (AGI)

544 - Questo Carnevale è come un V-day (Il Tirreno)

543 - Da Fo ad Amendola firme di solidarietà per Pecoraro Scanio  (La Repubblica)

542 - Grillo, Rame e Dario Fo. Un carnevale critico (il Firenze)

541 - Fo firmerà il manifesto 2009. Ogig vende quadri a fini benefici (La Nazione ed. Viareggio)

540 - Il Carnevale impazza (La Nazione)

539 - Alzabandiera a cinque stelle. Poi i fuochi (la Nazione ed. Viareggio)

538 - Dario Fo e Franca Rame ospiti d'onore del primo corso (Il Tirreno ed. Viareggio)

537 - Indaugurazione con fuochi d'artificio, anche Dario Fo all'alzabandiera (La Nazione Viareggio)

536 - Dario Fo: per i cittadini è una grande tragedia (Roma)

535 - Dario Fo: "Al Senato una pochade" (La Repubblica)

534 - "PD antigiudici" dopo lo "strappo" la sinistra accusa (Corriere della Sera)

533 - Verdi e Jacopo Fo. Il Sole che ride contro Enel (La Nazione)

532 - L'amore che disastro. Allegre disavventure di un figlio d'arte (La Repubblica ed. Firenze)

531 - Jacopo Fo: sopravvivo grazie a internet (L'unità ed Firenze)

530 - Come sopravvivere alla vita di coppia (Il Corriere della Versilia)

529 - Senato, dopo Bordon anche Rame si dimette (Il Mattino)

528 - La correttezza di Franca Rame (lettera al Corriere del Giorno)

527 - RIsate e applausi al Genovese per la satira di Fo ( Il Secolo XIX)

526 - Senato: Di Pietro invita la Rame a non dimettersi (Rinascita)

525 - Franca Rame e Willer Bordon si dimettono da Senatori (Ansa)

524 - La Rame dimissionaria: subentrerebbe Bugnano (L'eco del Chisone)

523 - La Rame si dimette:scelta difficile (E Polis Milano)

522 - Rame lascia il Senato: Di Pietro "ripensaci" (Corriere della Sera)

521 - Senato: Di Pietro a Franca Rame: Ti invito a non lasciare (ADNKronos)

520- Fo: dico si al maxischermo, ma è una sconfitta della Chiesa (Corriere della Sera ed. Milano)

519 Dario Fo: Nessuno sia censurato, nemmeno Benedetto XVI prima pagina - articolo (Repubblica)

518 - Le donne arrabbiate di Dario Fo in scena con Marina Massironi (La Stampa ed. Alessandria)

517 - Politeama: Dario Fo, non si paga prima pagina -  articolo (Il Giornale di Genova)

516 - Commedia di Dario Fo al Metropolitan (Il Tirreno Cecina)

515 - La ribellione di una casalinga (Gazzetta del Lunedì)

514 - Bollette e carovita, il mondo operaio visto da Fo (Il Tirreno - Piombino)

513 - La spesa proletaria degli anni Settanta in una commedia firmata da Dario Fo (Il Tirreno - Piombino)

512  - Satira d'Autore sul palco dell'Asioli (VOCE)

511 - Una giornata di lotta contro la perdita degli ideali (La Voce delle Voci)

510 - Chi sale e chi scende (Vita)

509 - Modelli che saltano per far felice Dario Fo (Il Gazzettino)

508 - Dario Fo, una vita di angeli e giullari (L'Eco di Bergamo)

507 - Quella rivolta delle donne contro la rapina dei prezzi  di Dario Fo (La Repubblica ed. Genova)

506 - Che gioco ti Fo (La Nazione)

505 - Massironi: "diamo voce a chi non riesce ad arrivare a fine mese" (Il Secolo XIX)

504 - Le  battute di Fo sul caro prezzi prima pagina (Il Corriere Mercantile)

503 - La Massironi interpreta Fo (Gazzetta di Modena)

502 - "Sotto paga" , Fo che fustiga i potenti (Giornale di Reggio)

501 - le dimissioni che tardano - lettera aperta alla Senatrice Franca Rame (Il Giornale di Vicenza)

500 - Sesso debole e calzini sul comò. L'amore secondo Jacopo Fo (Repubblica ed. Torino)

499 -  "Voglio fare uno spettacolo per Sarzi" (Gazzetta di Reggio)

497 - Crisi della politica e sprechi . Franca Rame: "Basta pretendere, dobbiamo dare il buon esempio" (Idea Democratica)

496 - Tutti gli uomini di Gentucca (Corriere della sera ed. Milano)

495 - Divisi in Senato, uniti per un bimbo( Il Giornale)

494 - "Sotto paga non si paga!" lunedì in scena al Metropolitan (IIl Tirreno)

493 - Con Dario Fo a teatro: "Sotto paga non si paga!"( la gazzetta di Modena)

492 - Un intramontabile Dari Fo (il Bologna)

491 - La Massironi al Dadà col "non si paga" di Fo (Gazzetta di Modena)

490 - Pavullo, al Mazzieri l'ironia di Dario Fo (Il resto del Carlino ed. Modena)

489 - Dario Fo  e i problemi della spesa (l'Informazione di Modena)

488 - Sotto paga non si paga: Fo alle prese con l'euro (il Giornale di Reggio)

487 - Memory Card (Magazine del Corriere della Sera)

486- Senato: Franca Rame annuncia le dimissioni (Rinascita)

485 - Senato: Frnaca Rame prepara la lettera di dimissioni (Il Piccolo)

484 - Franca Rame si dimette da Senatrice: "sono stufa" (Giornale di Sicilia)

483 - Comunità marocchina contro Franca Rame: "L'abbiamo fatta eleggere, poco riconoscente"  (La Voce di Rimini)

482 - La Rame dimissionaria fa infuriare i marocchini (Il Giorno)

481 - Franca Rame non si deve dimettere (Il Giornale del Piemonte)

480 - Dario Fo e le "sue" parolacce (La Cronaca ed. Cremona)

479 - Dario Fo e i 70 anni di Celentano: pazzo come me, lui, il Candide italiano (Corriere della Sera) prima pagina articolo

478 - Gli amici mandano a Celentano 24 mila baci per i suoi 70 anni ( Cronaca qui)

477 - Immigrati contro la Rame: "Traditi da te". "Chi siete?" (Corriere della Sera)

476 - Dario Fo: "beati gli schiavi" (Il Manifesto)

475 - Peggio dei Barbari (La Stampa ed. Torino)

474 - Più sicurezza nel Medioevo (La Stampa ed. Torino)

473 - Franca Rame contro il Cardinale (La Stampa)

472 - Thyssen, ultimo funerale. La rabbia di Torino (il Mattino)

471 - Oggi l'ultimo funerale (La Stampa ed. Torino)

470 - Tragedia Thyssen: ai funerali di Demasi anche Franca Rame

469 - Sto preparando la lettera di dimissioni dal Senato... (Panorama)

468 - La Rame, lettera di dimissioni: "situazione inutile e pesante" (Roma)

467 - "Io, un'innamorata delusa dalla politica" (La Stampa)

466 - Franca Rame: "sto preparando dimissioni" ( Il Sole 24 ore)

465 - Franca Rame lascia il Senato. Un addio sofferto ( Il Manifesto)

464 - Valzer delle poltrone (Il Giorno)

463 - Franca Rame conferma la volontà di dimettersi (Idea democratica)

462 - Franca Rame lascia il Senato, critiche da Torino (Avvenire)

461 - Senato: Franca Rame, sto preparando lettera dimissioni (L'Espresso)

460 - Franca Rame, mi dimetto dal Senato (Ansa)

 459 - Fo: il Sindaco pensa alla rovescia. Meglio guardare Oltremanica (Il Giorno)

458 - Si paga per andare in auto in centro a Milano (Il Gazzettino)

457 - Le parolacce, autobiografia di una nazione (La Stampa)

456 - Quella messa in carcere che mi ha commosso (Corriere della Sera)

455 - Due omaggi a Fo e alla Rame (La Provincia di Como)

454 - Cronache di donne, di mare e di gatti ( Bella Style)

453 - Il Nobel Dario Fo ieri alla biblioteca di Padova ( Il Mattino di Padova)

452 - Altro che spot, com'era meglio il Carosello (Il Giorno)

451 - Ottant'anni ma non me li sento (Gazzetta del Sud)

450 - Vicenza e il no alla base. Ancora un corteo con Fo (Corriere Nazionale)

449 - Vicenza: il corteo per il No Dal Molin. Anche Don Gallo e Dario Fo (ADNKronos)

448 - Traditi da questo governo: lo show anti-Prodi di Dario Fo

447 - La resistenza dei "No base". In 50 mila sfilano a Vicenza (l'Unità)

446 - Oltre 30 mila in marcia al corteo dei NO (Il Giornale di Vicenza)

445 - Sfila la rabbia di NoBase: scritte sui muri del teatro (Corriere del Veneto)

444 - Franca Rame "mi dimetto". Dario Fo attacca il governo (Corriere del Veneto)

443 - No Dal Molin: corteo di maschere bianche (La Nuova Venezia)

442 - Elicotteri in cielo, palchi in strada e il Nobel Fo a guidare il corteo dei No Base ( Il Vicenza)

441 - BOrghesi occupata . Oggi il corteo (Il giornale di Vicenza)

440 - Il "caro prezzi" dalla realtà al palcoscenico (La prealpina)

439 - Dario Fo "un altro massacro" (Repubblica)

438 - I desideri di Eloisa e l'eretica Mainfreda (Corriere della Sera)

437 - Non si paga! Non si paga! di Dario Fo al Politaema Clarici (Il Giornale dell'Umbria)

435 - Dario Fo non stecca il suo "Sotto paga" (Gazzetta di Reggio)

434 - Caro prezzi, la rivolta delle casalinghe (l'Unità di Firenze)

433 - Graffiante come trent'anni fa "Sottopaga non si paga" di Dario Fo torna con Marina Massironi

 432 - Teatro: dedicato agli invisibili. La grama vita del "normale" (La nazione)

431 - Fo: le mie casalinghe combattive e rabbiose (Repubblica)

430 - Dario Fo: petrolio, galline, mutui salgono tutti. Questa volta sul mio palco (l'Unità)

429 - Grazie a Roberto hanno santificato anche Dante (Repubblica)

428 - Sghignazzi e passioni eretiche (Il Mattino)

427 -   Franca Rame: Farei imparare ad usare lo spray urticante (Corriere della Sera)

426 - Nella fabbrica l'opera di Fo. Falk.Crippa offrono Bergman (La Repubblica ed. Torino)

425 - I nuovi Dario Fo di via Hajech "Recuperiamo il tempo perduto" (Repubblica ed Milano)

424 - Il cuore fa tremila capriole ( Il giornale di Sicilia)

423 - L'amore per le parole, le sue magie scritte da Dario Fo (Il Giornale dell'Umbria)

422 - Basilio Rizzo (lista Fo): era ora di far luce. L'uomo che ha fato il via all'inchiesta

421 - Il grande Dario Fo "produce" alla Corte ospitale "Sotto paga non si paga" in scena il 7 dicembre (Gazzetta di Reggio)

420 - Dario Fo rilancia "Sotto paga non si paga" (Alto Adige)

419 - Fo "avvistato" tra le strade del paese (Gazzetta di Reggio)

418 - Blog e politica, Franca Rame ne discute all'università (La Gazzetta del Mezzogiorno)

 417 - Franca Rame e l'evoluzione del web (Quotidiano di Foggia)

416 - Franca Rame e l'evoluzione del web (Quotidiano di Bari)

415 - Franca Rame a Foggia parlerà di web e politica (La Gazzetta di Capitanata)

414 - Dario Fo e le donne: omaggio letterario da Nobel (La Prealpina)

413 - Uranio impoverito, i morti della vergogna (Odissea)

412 - Operazione Vicenza (BarScondicio)

411 - Dario Fo esalta il genio trasgressivo di Michelangelo (Liberazione)

410 - Dario Fo racconta Michelangelo per Franco Cosimo Panini (ADNKronos)

409 - I Personaggi trasgressivi di Dario Fo (ADNKronos)

408 - Dario Fo un pomeriggio all'insegna dell'Amarcord. Il premio Nobel è oleggese onorario (La Prealpina)

407 - Tutta Milano ricorda Gaber (La Stampa)

406 - Caro Giorgio sei sempre con noi. Fo e Jannacci per l'amico Gaber (Repubblica)

405 - Milano per Gaber fa il tutto esaurito ( Il Giornale ed. Milano)

404 -  Il Senato è il frigorifero dei sentimenti, ti fa sentire un'ameba ( Il Venerdì di Repubblica)

403 - Fo: si è perso il senso del grottesco (Repubblica ed. Bologna)

 402 - Fo: il Cavaliere mi indigna e tratta male le donne (Il Mattino)

401 - Fo, il novecento e oltre (Hystrio)

400 - Dario Fo e la terza scarpa di Pinelli (Il Riformista)

359 - Anche Jannacci e Fo al tributo per il Signor G. (Il Tirreno)

358 - Signor G, ultima serata con gli amici di sempre (Il Giornale ed. Milano)

357 - Fo e Jannacci per il gran finale (Corriere della sera ed. Milano)

356 - Fo racconta il Suo Michelangelo. Settimo volume della collana di Franco Cosimo Panini (Gazzetta di Modena)

355 - Dario Fo racconta il Michelangelo sovversivo (Corriere Adriatico)

354 - Oleggio paude al Nobel Dario Fo: da oggi sarà cittadino onorario (La Prealpina ed. Novara)

353 - Oleggio, è qui la festa per il concittadino Fo (La Stampa ed. Alessandria)

352 - Truffa a disabili, nei guai ex collaboratore di Fo (Di Tutto)

351 - Franca Rame lascia l'IDV (La Voce di Rovigo)

350 - Fo e Jannacci per Gaber (Corriere della Sera  - vivimilano)

349 - Fo, condannato ex-collaboratore (TgCom)

 348 - Rubò 400mila euro: ex assistente di Fo condannato a 2 anni (Corriere della Sera)

347- Trenta mesi ad ex collaboratore di Fo (Cronacaqui)

346 - Si intascò i soldi destinati ai disabili. Due anni e mezzo al consulente di Fo (Epolis Milano copertina  - articolo)

345 - Ex collaboratore di Dario Fo condannato per truffa (Giornale di Sicilia)

344 - Fo truffato, due anni e mezzo a ex collaboratore (Il Giorno)

343 - Truffò Dario, condannato (La Prealpina)

342 - Truffa al Premio Nobel Fo: 2 anni all'ex collaboratore (Leggo Milano)

341 - Franca Rame incanta al Tassoni (La Gazzetta di Modena)

340 - Franca Rame, ufficiale l'addio a IDV, la senatrice diventa indipendente (La Voce di Romagna)

339 - Franca Rame lascia l'IDV (Il Corriere della Versilia)

338 - E Rame vota "contro" i suoi testi (Corriere della sera)

337 - Dario Fo: Ma che gran testa di casco (La Stampa)

336 - Anche Franca Rame al gruppo misto (Il Secolo XIX)

335 - Franca Rame abbandona il partito di Antonio Di Pietro (La cronaca di Cremona)

334 - Il dilemma di Franca (Italia Oggi)

333 - Franca Rame dà l'addio a Di Pietro (Il Resto del Carlino)

332 - Franca Rame lascia IDV e Capezzone RnP. Il gruppo misto è sempre più misto (Idea Democratica)

331 - Italia dei Valori, strappo di Franca Rame: passo al gruppo misto del Senato (Avvenire)

330 - Idv, Franca Rame lascia il gruppo al Senato (ADNKronos)

329 - Addio di Bordon e Rame: la voteremo e poi via (La Provincia di Como)

328 - Franca Rame conferma l'addio dopo la manovra: "Il Senato è il frigorifero dei sentimenti " (Il Giorno)

327 - Nuovo annuncio della Rame: dopo la finanziaria mi dimetto (Corriere della Sera)

326 - La pesca fallita del Cavaliere (Repubblica)

325 - Il Governo supera la prima prova (l'Unità)

324 - Dario Fo festeggia in sala il raddoppio milanese (Corriere della Sera ed. Milano)

323 - I calzini sul comò e Fo si scatena (La Repubblica ed. Bologna)

322 - Jacopo Fo, un'autorità in campo sentimentale (il Bologna)

321 - Jacopo Fo ci spiega perchè uomo e donna sono diversi (Trentino)

320 - Lo stupore è l'antidoto ai drammi sentimentali (Corriere di Bologna)

319 - Jacopo Fo ci spiega perchè uomo e donna sono diversi (Alto Adige)

318 - Jacopo Fo, amori e calzini. Coppie, un dialogo difficile (il Corriere dell'Alto Afige)

317 - Arriva Jacopo Fo e vi spiega perchè perdete i calzini (Alto Adige)

316 - Dario Fo: ai Rom dare casa e scuola (l'Adige)

315 - Il Nobel Dario Fo: serve integrazione (Il Mattino)

314 - Dario Fo: da Bologna un buon esempio (Il bologna)

313 - Rom sfollati occupano il Comune (La Repubblica ed. Milano)

312 - Dario Fo in piazza per i bimbi Rom (La Prealpina)

311 - I Rom allontanati dal dormitorio torneranno ancora in viale Ortles (EPolis Milano)

310 - Fo è tra i cento geni viventi (Di più)

309 - L'unico italiano tra i cento geni viventi è Dario Fo. Possibile? (Oggi)

308 - Dario Fo tra i cento geni viventi (La Repubblica)

307 - Dario Fo, l'unico genio italiano (La Provincia di Como)

306 - Dario Fo tra i geni viventi (La Gazzetta del Mezzogiorno)

305 - Fo, Gates e Osama nella hit-parade dei geni (Il Resto del Carlino)

304 - Dario Fo, settimo genio della creatività nel mondo (L'Unità)

303 - Borsellino, oggi i premi. A Pescara la giornata per la legalità

302 - Pescara, Premio Borsellino a Forgione, Forleo e Rame

301 - "Sette anni da incubo, in un anno e mezzo sono dimagrita" (Corriere della Sera)

300 - E Franca Rame si disspocia da Italia dei valori (Messaggero Veneto)

299 - Unione sul filo, IDV col polo, Rame lascia Di Pietro (Liberazione)

298 - Franca Rame lascia l'Italia dei Valori "non capisco la posizione del partito (La discussione)

297 - Ennesimo strappo , Di Pietro perde i pezzi (L'Eco di Bergamo)

296 - Dopo l'ultimo strappo di Pietro al bivio (L'Adige)

295 - Di Pietro da mani pulite a mani libere (l'Unità)

294 - Franca Rame lascia l'IDV ma non si dimette (Il Sole 24 Ore)

293 - Rame lascia l'IDV: "DI Pietro mi ha delusa" (Il Mattino)

292 - Ponte sullo Stretto, il pasticcio continua (Il Manifesto)

291 - Battaglia al Senato, l'Unione si sgretola (Il Manifesto)

290 - Franca Rame lascia l'IDV e va nel Misto (Il Gazzettino)

289 - Senato, maggioranza battuta a ripetizione, Franca Rame lascia l'Italia dei Valori (Idea democratica)

288 - La Senatrice Franca Rame polemica: lascio Di Pietro (Il giornale di Sicilia)

287 - Senato, la Rame è delusa: arrivano le dimissioni? (Secolo d'Italia)

286 - Franca Rame forse lascia Palazzo Madama  (Libertà di Piacenza)

285 - Franca Rame: "Lascio, ma dopo la manovra (Repubblica)

284 - Franca Rame: "Sono delusa, voglio dimettermi". Ma la lettera non parte (L'Unità)

283 - Franca Rame: io con l'Unione. Ma si parla di dimissioni (Il Gazzettino)

282 - Vigilanza "dimezzata" sfiducia Petruccioli (L'Unità)

281 - E Gesù parlò alle discepole (La Repubblica)

280 - Le donne di Gesù raccontate da Fo (La Prealpina)

279 - Ci aiuti, non vogliamo il rigassificatore (Taranto sera)

278 - Gentile Sen. Franca Rame, qui la situazione è grave (Il Corriere del giorno)

277 - Dario Fo sarà oleggese honoris causa (Prealpina ed. Novara)

276 - Il manifesto col bimbo omorex. Dario Fo: "una provocazione, volevano angosciare il pubblico" (Il Tirreno)

275 - Teatro un poker d'assi (Specchio della stampa)

274 - L11 settembre tra dubbi e fantasie (Il Gazzettino)

273 - Fo e l'11 settembre, un mistero non buffo (La Stampa)

272 - Zero, l'altra faccia dell'11 settembre (Repubblica)

271 - Nel documentario "Zero" l'altra versione sull'11 settembre (Il Tempo)

270 - Fo: dagli USA spiegazioni grottesche sull'11 settembre (Il Messaggero)

269 - Zero e i dubbi sull'11 settembre (Il Mattino)

268 - Torna la Rame, ma non tutti i senatori a vita (Unità)

267 - Finanaziaria, in Senato la maggioranza regge (L'Eco di Bergamo)

266 - Gesù, le donne e Dario Fo (Di Tutto)

265 - Il Nobel Dario Fo riprende la scoperta di bernardelli Curuz su Raffaello (Giornale di Brescia)

264 - L'omaggio della sua Milano (Vivimilano)

263 - Il Nobel Fo non ci sta: "tutte bufale"( il Giorno)

262 - Bernabei: se la gente ascolta Grillo è colpa della Tv. Credete a me che censurai Fo

261 - Dario Fo "ascoltare le tante persone che hanno manifestato" (Liberazione)

260 - Fo e Rigoni Stern fra i protagonisti di "Scrittorincittà"( La Stampa ed. Cuneo)

259 - PD: Pubblico decoro (l'indipendente)

258 - violino tzigano (l'indipendente)

257 - in anticipo sui tempi (L'indipendente)

256 - Anche le senatrici piangono (L'indipendente)

255 Dopo Teatro in zona Franca (L'indipendente)

254 - Colpo grosso al Nobel (l'indipendente)

 253 - Fo  la Rame e il risarcimento milionario (Libero MIlano)

252 - Dario Fo truffato (Leggo Milano)

243 - Roma: A Dario Fo il premio UNLA per la diffusione della cultura nel mondo (IGN)

242 - Conflitto di interessi: Dario Fo - dubito che sinistra interverrà (IGN)

241 - Carosello di Campioni (Autosprint)

240 - Dario Fo sbarcherà al "Civico" con il suo grande "Mistero Buffo" (La Nuova Sardegna)

239 - Chioma di Berenice a Fo e Albanese (ANSA)

238 - Nobel all'italiana (Panorama)

237 - I grandi scrittori italiani giudicati dagli svedesi (L'Unità)

236 - Fo: "Ora quello per la Pace vada a un leader costretto all'esilio" (La Gazzetta dello Sport)

235 - Il primo Carducci, l'ultimo Dario Fo (BresciaOggi)

234 - Appello per Crescentini, aderisce anche Dario Fo (Il Mattino)

233 - SIndacalista licenziato, l'appello di Fo (Il Mattino)

232 - Cactus - Fo quel che mi pare - il segreto di Raffaello (l'Indipendente)

231 - Cactus - Fo quel che mi pare non è la Marijuana (L'indipendente)

230 - Cactus - Fo quel che mi pare  Applausi per Fausto (L'indipendente)

219 - Dario Fo e le primarie a Milano in cineteca (Il domani di Bologna)

218 - Gesù si che amava e difendeva le donne, parola di Dario Fo (Corriere della Sera)

217 - Gesù e le donne, raccontate dal genio di Fo (Il Giorno)

216 - Dario Fo la politica e Milano (Tuttomilano)

215 - Truffa a Nobel, chiesti tre anni per l'ex collaboratore di Dario Fo (Epolis)

214 - Truffa a Nobel: PM chiede tre anni per ex collaboratore Fo (ANSA)

213 - Dario Fo: così l'arte di Raffaello ha conquistato i giovani di Napoli (Il Mattino)

212 - Un film su Dario candidato alle primarie milanesi (Unità )

211 - Fo: Nobel a dispetto della casta italiana (Unità)

210 - Cuba, nasce il comitato italiano giustizia per i cinque (Liberazione)

209 - Avevo le lacrime agli occhi, mi sferrai una bella pedata (Repubblica)

208 - I comici salveranno il mondo?E' dura ma ci dobbiamo provare (L'opinione)

207 - A casa di Jacopo Fo (Ecologia)

206 - Jacopo Fo. Io l'ho fatto, ora spetto una legge certa (Corriere della Sera)

205 - Pavia si spacca sulla crociata anti-rom (La Repubblica ed. Milano)

204 - Cambio d'abito per il Fo birmano (L'informaizone di Modena)

203 - Dario Fo nei panni del monaco buddista in solidarietà con la rivolta in Birmania (L'informazione di Modena)

202 - Mistero Buffo con Dario Fo monaco buddista (Gazzetta di Reggio)

201 - Il castello riapre sabato con il Nobel (Gazzetta di Modena)

200 - Il Nobel inaugura il Castello di Formigine (Giornale di Reggio)

199 - E intanto Dario Fo se la prende con il Papa (La Voce di Romagna)

198 - Papa: Fo, ma cosa ne sa della donna e della famiglia? (espressoedit)

197 - Voli di Stato per la missione uranio, lite Rame-Menapace (Corriere della Sera)

196 - Missione Uranio? "No, solo una gita" (Metro)

195 - Rame - Menapace: scontro a sinistra (Corriere dell'Altoadige)

194 - Quel volo era inutile. Menapace nel mirino (Corriere dell'Altoadige)

193 - Rame, visita inutile, no al volo di Stato (Repubblica)

192 - Quell'umido rifugio degli amanti d'un tempo (La Repubblica)

191 - Duello sugli stipendi dei parlamentari (Corriere delle Alpi)

190 - Artelibro commemora Franco Panini e Dario Fo si esibisce a sorpresa (Gazzetta di Modena)

189 - Fo omaggio a sorpresa a Panini (Il Mattino)

188 - Dario Fo e Franca Rame, un soggiorno alle terme (Voce di Romagna)

187 - Caso Fiom, Epifani insiste; passi indietro da tutti i partiti (Corriere della Sera)

186 - L'attacco a Moretti divide i Girotondi. "Ingeneroso". "No, Nanni si è arreso" (La Repubblica)

185 - Dario Fo: Grillo crea coscienza, non un partito (Corriere della Sera)

184 - Le muse in delirio per Dario Fo (Corriere Adriatico)

 183 - Dario Fo dà appuntamento all'autunno (Corriere Adriatico)

182 - Lezioni d'arte di Dario Fo (TV sorrisi e canzoni)

181 - Ancona sarà uno dei fari del Mediterraneo (Il Messaggero ed. Ancona)

180 - Dario Fo, un'onda contro gli inquinatori (Il Messaggero ed. Pesaro)

179 - Muse nella tempesta e Fo fece il miracolo (Il Messagero ed. Pesaro)

178 - Omerico Lavia, metamorfico Gigi - ricche proposte per gli amanti del teatro: da Paolo Rossi a Jacopo Fo, Proietti, Albertazzi (l'UnitàRoma)

177 - Franca Rame, gallo d'oro a Mariglianella (DEN)

176 - Fo porta al mare Mistero Buffo (La Prealpina)

175 - Dario Fo: una persona profonda (La Prealpina)

174 - L'Italia rende onore al suo Re Pavarotti ( La Stampa)

173 - Dario Fo, un ciclone ad Ancona (Corriere Adriatico)

172 - Jacopo Fo ha fatto politica - interrogazione in consiglio (il giornale di Vicenza)

171 - Notte bianca dei record - in 25 mila in piazza (Il Giornale di Vicenza)

170 - Jacopo Fo, stella della Malanotte bianca (Il Gazzettino VIcenza-Bassano)

169 - Torna il festival della Creatività alla fortezza da Basso (il Corriere della Versilia)

168 - Dario Fo e Michelangelo  "Sia d'esempio ai politici " (Il Giornale ed. Firenze)

167 - Un po' Benigni un po' giullare (il Corriere della Versilia)

 166 - Michelangelo secondo Fo (Corriere Adriatico)

 165 - "Attraverso le mani riesco a vedere meglio" (il Corriere di Prato)

164 - Cultura in tv di notte, ma Fo non si arrende (il Corriere di Prato)

 163 - Applausi a scena aperta per Fo mattatore (La Nazione)

162 - Dario Fo: dovrebbero essere i carnefici a finire dentro e non le vittime (Repubblica ed. Firenze)

161 - Fo: ordinanza lavavetri solenne ingustizia (l'Unità ed. Firenze)

160 - Fo: "ecco com'era veramente Michelangelo" (La Nazione)

159 - Dario Fo porta in scena Michelangelo "gigante ribelle" (La Prealpina)

158 - Fo dipinge Michelangelo - (Il Tirreno)

157 - Michelangelo, un uomo contro (l'Unità ed. Firenze)

156 - Come vi Fo il fiero Michelangelo (l'Unità)

155 - Michelangelo, l'artista impegnato che non c'è più (Left)

154 - Dario Fo e Michelangelo "racconto un maestro di dignità (Repubblica)

153 - Fo racconta Michelangelo "un nemico del potere" (Repubblica)

152 - Michelangelo il grande - a lezione da Dario Fo e respirare l'arte (La Nazione)

151 - Il genio e il Nobel (La Nazione)

150 - Un gigante del Rinascimento (Avanti!)

149 - Fo porta in scena Michelangelo "E' stato il più grande di tutti" (Gazzetta del Sud)

148 - Franca, solo tu puoi aiutarci (OggiI)

147 - Diecimila applausi alla barca degli scrittori (Il Resto del Carlino)

146 - Lo sbarco degli autori (La Voce di Romagna)

145 - Con Fo all'arrembaggio culturale (Corriere di Romagna)

144 - Rame e Fo: un ferragosto con le donne e Gesù (Repubblica)

143 - E Dario Fo urlò: io non sono un moderato (Liberazione)

142 - Fo: Moratti onesta coi milanesi, la sinistra no (il Giornale ed Milano)

141 - Dario Fo: Oggi a Milano la cultura è pari a zero (la Gazzetta di Parma)

140 - Le primarie di Dario Fo affascinano Locarno (Il Riformista)

139 - Fo racconta la politica "deluso dalla sinistra" (il secolo XIX)

138 - Vi racconto la mia campagna elettorale (il Giorno)

137 - Fo al film festival di Locarno (corriere della sera)

136 - Fo "non sono  un moderato" (La Provincia di Como)

135 - Vita e miracoli di un Giullare (Sole 24 ore)

134 - Fo- oggi metterei in scena Berlusconi e Brambilla (Repubblica)

133 - Vite precarie e famiglie in crisi - com'è attuale la farsa sugli espropri (Repubblica)

132 - Vangelo secondo Fo (espresso)

131 - Avio condannata. reintegrato l'operaio (il mattino)

130 - Il sindacalista batte l'Avio - Santorelli reintegrato (Repubblica ed. Napoli)

129 - C'è un pigreco tra Padoa Schioppa e Franca Rame (Corriere della Sera Magazine)

128 - Generazione Attiva appoggia l'iniziativa di Franca Rame (Roma)

127 - Franca Rame - "Basta con la pubblicità ingannevole"(Italia dei Valori)

126 - Mariglianella - Gallo D'Oro a Franca Rame (Il giornale di Napoli)

125 - Premio città di Mariglianella - riconoscimento a Franca Rame (Il Denaro)

124 - Quando Dario Fo era svitato (corriere della sera)

123 - Franca Rame in aiuto al bar antimafia di Buccinasco

122 - Quella polvere che uccide i nostri soldati - Appello di Mario Pirovano (La Bacheca)

121 - Io sto con Daniela (Vanity Fair)

120 - Diedi io le chiavi della Palazzina Liberty  - fu un'occupazione non violenta (Il Giorno)

119 - Dario Fo: all'Italia farebbe bene un nuovo sessantotto (Unità Firenze)

118 - Totò e la comicità letteraria - Dario Fo e lo "svitato" (Corriere di Bologna)

117 - Dario Fo al festival cinematografico di Locarno (Liberazione)

116 - Libertà, velo e le donne di Gesù - il ciclone Fo sulla Milanesiana (Corriere della Sera ed. Milano)

115 - Dario Fo, Gesù e le donne, pregar danzando (La Stampa)

114 - Dario Fo: pie e peccatrici, ecco le donne di Gesù (Il Corriere della sera)

113 - Fo, Gesù era femminista - (La Repubblica)

112 -  Appello contro gli intoccabili, Franca Rame raccoglie le firme da mandare a Prodi

111 - Rame, il Monferrato è martoriato (Metro)

110 - Le scuse del truffatore? Messinscena (Il Giorno)

109 - Non ha i soldi per risarcire la truffa e Fo e la Rame (Epolis Milano)

108 - L'impegno di Franca Rame sbarca sul web (City Milano)

107 - Jacopo Fo dà lezioni di comunicazione (il Manifesto)

106 - Rassegna stampa del convegno "7 leggi per cambiare l'Italia"

Rame D'Ambrosio e Casson: qui in Senato non si fa nulla (Corriere della Sera)

IMG Press

http://www.imgpress.it/notizia.asp?idnotizia=26040&idSezione=1

Dal Blog di Jacopo Fo

http://www.jacopofo.com/?q=node/3295

 

TG Parlamento servizio sul convegno

 

http://www.rai.tv/mppopupvideo/0,,RaiParlamento-TgParlamento%5E0%5E27693,0.html

 

Excite politica

 

http://news.excite.it/politica/443987

  http://www.bispensiero.it/index2.php?option=com_content&do_pdf=1&id=272

 ANSA

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/italia/news/2007-06-18_11894193.html

  Bispensiero.it

105 - Franca Rame - Per i morti della vergogna la nostra battaglia..(Italia dei Valori)

104 - Dario Fo naviga con Johan Padan (Il secolo XIX)

103 - Dario Fo a Lerici - Omaggio a De Andrè (Il Tirreno)

102 - Dario Fo al Teatro Ariosto incontra i ragazzi (L'Informazione)

101 - Franca Rame e Dario Fo in scena a Rionero (Il Quotidiano)

100 - Dario Fo a Reggio incontra i ragazzi (Giornale di Reggio)

099 - Dario Fo per Raffaello (Gazzetta di Modena)

098 - Dario Fo - Giustizia per i no-global condannati (Il Giorno)

097 - Franca Rame e Dario Fo - Eleganza (Gente)

096 - Rame - Fuori i funzionari pubblici rei di pedofilia - (E Polis Milano)

095 - Franca Rame - Fermiamo gli Orchi (E Polis Milano)

094 - Franca Rame - Domanda e risposta su De Gregorio (Left Avvenimenti)

093 - Rame firma No a orgoglio pedofilo - (E Polis Milano)

092 - FRanca Rame - Intervista "Basta Sprechi" (Italia dei Valori)

091 - Franca Rame - Nata l'associazione "Basta Sprechi"(Italia dei Valori)

090 - Dario Fo al Castello di Formigine (Giornale di Reggio)

089 - Jacopo Fo. Sarebbe meglio studiare caffè e alcool (Corriere della Sera)

088 -Franca Rame e il Potere rosa (Data Manager)

087 - Lezione del giullare Fo all'Università di Forlì (Corriere di Romagna)

086 - Fo a Cesena alla Notte Bianca -(Corriere di Romagna)

085 - Titanic, naufragio lungo le strade con Dario Fo (L'Informatore) 

084 - Fo, lettera matematica

083 - Insieme in piazza contro il Presidente USA (Repubblica)

 082 - Uranio impoverito: Rame, una lotta digiustizia e dignità (Valori quotidiani)

081 - Jacopo rischio di finire nella lotta armata ma alla fine lo convinsi (il giorno)

080- Di male in meglio - di Dario Fo (La stampa)

 079 - Ma quei vescovi non sanno più sorridere - intervista a Dario Fo (OGGI)

 078 - Truffa al fondo disabili d i Fo, processo all'ex collaboratore (Il corriere della sera)

 077- Truffa al Nobel Dario Fo, Commercialista sotto processo (il resto del Carlino)

076- In aula la truffa ai Nobel (Trentino)

075 - Truffò il Nobel, vuole patteggiare (Il giorno)

074 - Truffa a Dario Fo, il commercialista vuole patteggiare (Repubblica)

073 - La satira è un valore civile, la chiesa mi ricorda Stalin (Repubblica)

072 - Fo e RAme per l'Alfa Avio (Il Manifesto)

071 - Fo: qui le istituzioni non rispolvono i problemi (Corriere del Mezzogiorno)

070 - Dario Fo: cari politici, imparate dagli operai (Corriere del Mezzogiorno)

069 - Fo-Rame tra gli operai in lotta (Corriere della Sera)

068 - Corteo a Pomigliano - apre Dario Fo (Il Mattino)

067 - Tigri e madri di guerra - Fo e Rame al Palapartenope (la Repubblica)

066 - Rame, militare morto a causa dell'uranio (Corriere nazionale)
065 - vittima leccese da uranio impoverito - (La Puglia)
064 - Emergency: il governo doveva difenderci (il piccolo)
063 - Franca Rame : va punito penalmente chi sperpera denaro pubblico (italia dei Valori quotidiano)
062 - operaio licenziato, anche Rame alla veglia (il giornale di Napoli)
061 - Avio, Rame alla veglia per i idiritti (Denaro)
060 - Avio, anche Fo e Rame in difesa dell'operaio licenziato (il corriere del Mezzogiorno)
059 - Eco, Fo e la Rame- L'Europa aiuti il Darfur (L'Alto Adige)
058 - Emergency in piazza per il mediatore e l'interprete (l'Unità)
057 - Fo: rap medievale sui Dico (Repubblica)
056 - La Rame premia gli studenti del Chierici (Il Resto del Carlino)
055 - Franca Rame a Reggio ospite dello SPI CGIL (L'informazione)
054 - Franca Rame tra gli studenti (La gazzetta di Reggio)
053 - Kabul i ribelli si spiegano. Voteremo turandoci il naso
052 - L'Afghanistan e i tormenti di Franca (Umanità)
051 - Podi si scusi per le promesse non mantenute (Repubblica)
050 - Franca Rame come allo stadio - non possiamo perdere (Secolo XIX)
049 - Franca Rame apre una sottoscrizione a favore dell'uranio impoverito (Metro ed.Milano)
048 - Bisnonni da Nobel (Novella 2000)
047 - Sarcastico Grillo, sgomento Jacopo Fo, preoccupata la rete (L'Unità)
046 - Ho votato si per non ridare il Paese alle destre (Corriere della Sera)
045 - Chi si augurava il disastro ora ha le lacrime agli occhi (L'Unità)
044 - Appello da Vauro e Grillo: Stop alla guerra in Afghanistan (La Stampa)
043 - L'appello di Franca Rame - discussione sulla missione (La Repubblica)
042 - I mille volti del corteo e sul palco solo donne (La Repubblica)
041 - Franzina come Fo - siamo tutti yankee (Corriere del Veneto)
040 - L'addio ad Adele Faccio - una vita di battaglie per i diritti delle donne (Corriere della Sera)
039 - Rame pronta allo sciopero in Aula (Corriere della Sera)
038 - Per Elena i consigli di Franca Rame (il tirreno di Massa)
037 - Franca Rame applaude l'ospedale di Forlì (Corriere di Romagna)
036 - Rame Fo Santoro, i reduci (Riformista)
035 - La coerenza di Franca Rame (Stampa)
034 - Senatori sfiancati alla meta (Unità)
033 - Il presepe di Franca Rame (Magazine C.Sera)
032 - Voto al Senato con la fiducia (Mattino)
031 - In tv vorrei più santi (Vita)
030 - Audizione di Cimoli (Corriere)
029 - Giornata antiviolenza (Repubblica)
028 - La paura? Non è femmina (EPolis)
027 - Mistero elettronico per il voto (Corriere)
026 - Intervista sull'errore di voto (Repubblica)
025 - Per sbaglio sì alla Cdl (Corriere)
024 - Ho sbagliato per tensione (Espresso)
023 - Per la ricerca (La Sicilia)
022 - Teatro a Roma (Adnkronos)
021 - Senatori parte della truppa (Unità)
020 - Sprechi inganni e truffe (Unità)
019 - All'Arena l'inedita pièce ispirata a Cindy Sheehan (Corriere)
018 - L'Arena ascolta il monologo di Franca Rame (Unità)
017 - Il dolore e il perché di una guerra (Corriere)
016 - Denuncia sugli orrori dei conflitti (Trentino)
015 - Decidano le madri per la guerra (Arena)
014 - Decidano le madri per la guerra (Arena)
018 - All'Arena di Verona
017 - Visita alla Sanità Forlivese
011 - La campagna elettorale (Unità)
010 - La candidatura di Franca Rame (Italia dei Valori)
009 - Vi racconto tangentopoli (Unità)
008 - Sono indipendente (Giorno)
007 - Ripulire il parlamento (Gazzettino)
006 - Conferenza stampa (Prealpina)
005 - Impegno (Cronaca)
004 - Coscienza (Giornale di Sicilia)
003 - Professionalità (Avvenire)
002 - Resterò in piedi (AdnKronos)
001 - Impegno (Voce di Romagna)