Sinistra, lo scontro è duro, perché censuri la satira?

Dario Fo su satira, censura e potere.

Da Liberazione

http://www.francarame.it/files/fo_satira.pdf

Argomento: 

Commenti

La satira è nata nella notte dei tempi proprio per tenere testa agli abusi di chi detiene il potere.
Ora che ci diamo arie di essere super evoluti in civiltà e democrazia, possiamo permettere un tale salto all'indietro?
Ho votato ancora PD nelle ultime elezioni ma con la delusione per non averli sentiti difendere raiot e tutti quelli che sono stati messi a tacere.
Ora l'hanno rifatto, prendendosela con Travaglio da Fabio Fazio e denigrando la manifestazione di Piazza Navona.
Credo che non li voterò più a meno che non si rivoluzionino completamente, a cominciare dallo svolgimento di primarie degne di questo nome.
Il Papa? Dovremmo dividercelo un po' per uno con gli altri paesi cattolici da buoni fratelli, come si fa nelle migliori famiglie quando c'è un anziano non autosufficiente!!
E' a causa sua se qui in Italia il Rinascimento non ce l'ha fatta a dare i suoi frutti e ancora adesso sta ostacolando la nostra crescita. Una svolta decisa verso la laicità sarebbe un vero toccasana.
Ciao Franca, sempre in gambissima!
Avevo letto tempo fa che stavi organizzando un incontro, mi piacerebbe partecipare se sono ancora in tempo.
Buonanotte ;-)

La faccia più intelligente del nostro governo, Maurizio Gasparri, ha espresso il suo illuminato pensiero sul CSM. Che vergogna!!! Altro che Grillo e Guzzanti, ma purtroppo per noi, come dice Donadi dell'Idv, non è un comico!!!

www.unita.it

Prima lo definisce una «cloaca», poi precisa che non voleva denigrarlo. Ora, o il capogruppo del Pdl al Senato non conosce il significato del termine. E ne fa uso improprio. O lo conosce e quindi voleva proprio denigrare il Csm e i suoi componenti. Difficile immaginare diversamente. Sentito da Radio Radicale Gasparri aveva infatti parlato dell'organo della magistratura come una «cloaca», e come un Consiglio «correntizzato, partitizzato e parcellizzato, uno scandalo che offende gli italiani».

E aveva poi aggiunto: «Come presidente dei senatori del Pdl reputo prioritaria una equilibrata riforma della giustizia. L'obbligatorietà dell'azione penale è un feticcio teorico perché poi sono i magistrati a decidere quali processi fare e quali non fare. La separazione delle carriere è un'esigenza prioritaria per restituire maggiore trasparenza alla giustizia, la depoliticizzazione della magistratura è un'emergenza democratica».

A suo avviso «la magistratura seria e laboriosa composta dalla maggioranza dei magistrati è la prima vittima di quattro guitti che usano le toghe per un'azione di militanza politica, che occupano militarmente il Csm e che non giovano ad un'immagine della magistratura fortemente incrinata come si vede dai sondaggi, una reputazione che la magistratura non merita. La riforma deve esaltare la funzione della giustizia - conclude - e noi la faremo sicuramente».

Non tarda la replica dell'Associazione nazionale magistrati: «I giudici non si faranno trascinare sul terreno dell'invettiva volgare e qualunquista» , ma di fronte ai «tentativi ormai chiari» di «delegittimare l'intera magistratura», difenderanno «strenuamente» la loro «indipendenza». Ha sottolineanto il presidente dell'Anm Luca Palamara.

E Napolitano? Presidente della "cloaca" cosa fa???

"Il Presidente della Repubblica invece, Giorgio Napolitano, dalla Russia preferisce «non intervenire» sulle polemiche interne. Ed evita di alimentare lo scontro.

Cosa devono arrivare a dire (e a fare) contro la giustizia, la magistratura, il CSM, il diritto di libertà di stampa, il diritto dell'eguaglianza dei cittadini,della tutela delle minoranze, dell 'obbligatorietà dell'azione penale(ecc.ecc.), tutte "polemiche interne", perchè il Presidente della repubblica si decida ad abbandonare questo atteggiamento non interventista???
Comincio a pensare che l'appellativo dato da Grillo sia ormai minimalista...solo Morfeo?

E’ davvero stupefacente come le frasi pronunciate da Grillo all’indirizzo di Napolitano dallo schermo di piazza Navona abbiano suscitato tanta indignazione proprio agli stessi che definiscono “cloaca” il Csm, al cui vertice, come è noto, sta proprio il presidente Napolitano.
E non è trascurabile considerare come Grillo sia un autore di satira, mentre Gasparri è un esponente del governo.
I paragoni con Weimar non mi sembrano poi così fantasiosi.

Pubblicatp nel canale YouTube di Franca Rame:
FRANCARAMEVIDEO

La prima parte dell'opera Tutta Casa, letto e chiesa.
Un omaggio alla grandissima Franca che qui è in un suo classico divertentissimo.
Non perdete le altre parti.
PER VEDERE IL VIDEO CLIKKA QUI SOTTO:

Tutta casa, letto e chiesa 1a Parte

ciao a tutti Fabio Greggio

sono uno più sensazionale dell'altro. Franca sempre impareggiabile!