Direttive per il corteo d’autunno.

A tutti i compagni della sinistra.

Direttive per il grande corteo d’autunno di lotta e protesta indetto dal Pd contro il governo Berlusconi. Attenersi alle disposizioni. Per dubbi e domande rivolgersi al funzionario di zona. Non cedere alle provocazioni. Ingoiare questo articolo subito dopo la lettura.

Compagni del nord-est. Comporsi ordinatamente in corteo alle spalle della delegazione regionale capeggiata dal compagno Calearo. Evitare atteggiamenti minoritari, evitare abbigliamento troppo casual o trasandato: è possibile che il corteo venga invitato a un’assemblea di Confindustria. Non facciamo figuracce.

Precari. Le forze produttive sottopagate o ricattate dal capitale si comporranno dietro lo striscione della componente Giavazzi. Visto che hanno molto tempo libero fra un contrattino e l’altro, si consiglia attenta lettura dei fondi del “Corriere” da cui ricavare gli slogan di riferimento (licenziare meno/ licenziare tutti) Lo striscione con l’enorme scritta “Il liberismo è di sinistra” si collocherà immediatamente dopolo striscione di apertura del corteo.

Metalmeccanici. Tutti dietro lo striscione della componente Colaninno. Evitare inutili slogan sul contratto che risulterebbero controproducenti, sottolineare il ruolo degli imprenditori illuminati.

Anziani e pensionati. Non dimenticare l’acqua minerale. Esibendo la social card del governo, i panini verranno scontati del dieci per cento.

Caduti sul lavoro. Questa componente del corteo sarà numerosa ma, per forza di cose, immobile. Sarà aperta dal grande striscione “Industrie Marcegaglia”.

Comizio finale. Sul palco interverranno i maggiori esponenti del partito, a sottolineare la vivace democrazia interna. Aprirà Veltroni, e concluderà il comizio il compagno Walter Veltroni. Al termine defluire ordinatamente.

Il manifesto  A. Rebecchi


Commenti

Credo sia superfluo ribadire la mia profonda convinzione che sia irrimandabile una presa di posizione decisa contro il regime che sta ogni giorno di più mostrando il suo volto autoritario, fascista, razzista e xenofobo.
E credo anche che, in una tale situazione, mobilitarsi sia un dovere civile che prescinde
da calcoli di opportunità politica: è una questione che tocca i diritti umani, la Costituzione,
e le fondamenta della libertà.
Spero che saremo in molti a dimostrare che non siamo disposti a subire questo infame
attacco del novo duce.

L'urgenza di manifestare subito Lettera a l'Unità
di Pancho Pardi

Non bisogna attendere ancora dal blog di Di Pietro

Lettera aperta a
Paolo Flores D'Arcais direttore di MICROMEGA (di Carlo Giuseppe Diana)

Quell’opposizione spaventata dall’antiberlusconismo più che da Berlusconi
(di Furio Colombo

Passaparola,
la diretta di oggi di Marco Travaglio

Ho partecipato al presidio di ieri pomeriggio al Palazzo di giustizia di Milano organizzata dal Comitato milanese per la legalità (sorto da pochissimi giorni) e da Nando Dalla Chiesa (che ci ha messo la faccia, come lui ha affermato scherzosamente)e al quale hanno aderito parecchie associazioni e partiti (presente anche una rappresentanza "disubbediente"del Pd). Sono stata davvero contenta. Eravamo intorno alle 2000 persone ad invadere lo spazio antistante il Palazzo tanto che la polizia ( che forse non si aspettava una tale folla) ha dovuto interrompere la circolazione.
Nando Dalla Chiesa mi è parso molto di sostanza e determinato, ha detto tra le altre cose, che la dittatura si origina dalla indifferenza delle persone, dei partiti che non vogliono vedere, che non vogliono agire prontamente.
E' intervenuto Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, a sottolineare il suo impegno, in nome del fratello, contro chiunque attenta alla giustiza e ai principi costituzionali. Mi ha commossa!
Successivamente hanno preso la parola alcuni rappresentanti dell’Idv, della Sinistra Democratica, del Pd, Carlo Monguzzi dei Verdi e Agnoletto che ha confermato che, se l’emendamento blocca processi passerà, si bloccherà il processo contro le istituzioni per i fatti (le torture ) di Bolzaneto. Per questo processo, guarda caso!, era prevista la sentenza ai primi di luglio (dopo ben 7 anni !!!). Bel modo di assicurare la giustizia, bel modo di tutelare la sicurezza.
Di questa mobilitazione io, come penso tutti quelli che sono intervenuti, ne sentivo davvero il bisogno. Per esprimere il mio dissenso non solo verso gli atti del governo ma verso la condotta morbida, cauta e la reazione lenta che il Pd ha assunto nei confonti di Berlusconi e la mia disapprovazione per la sua decisione di rimandare la manifestazione ad ottobre.

2000 persone (forse anche più) non sono poche, considerando il fatto che la notizia del presidio è stata messa in rete da giovedì. E in ogni caso, come ha detto Dalla Chiesa, l’importante è iniziare, è fare qualcosa, dimostrare di esserci e poi a poco a poco si diventerà più numerosi…
Io personalmente farò il possibile per esserci in ogni manifestazione, da qualunque parte venga organizzata, che abbia lo scopo di salvaguardare i principi costituzionali, democratici e di giustizia, così come aderirò alla manifestazione che Veltroni organizzerà in ottobre. Quello di manifestare, di fare qualche cosa, è per me , più che un dovere, un mio diritto da cittadina.
Perche’ “ questi sono i tempi che ci è stato dato di vivere. E dobbiamo viverli senza voltarci dall’altra parte. Nessuno dovrà poter dire, in futuro, che un giorno alzammo bandiera bianca”.(dal blog di Nando Dalla Chiesa)

Se volete vedere il video del presidio con gli interventi:
www.byoblu.com

Grazie, cara Antonella, per essere stata al presidio di ieri, per avercene riportato la cronaca e per la segnalazione dei video. Avrei voluto esserci ma non mi è stato possibile per i tempi brevi che non mi hanno consentito di organizzarmi. Così credo anche moltissimi altri cittadini. E’ comunque motivo di speranza il fatto che una manifestazione quasi improvvisata abbia ottenuto una così significativa risposta. E’ di conforto sapere che c’è una parte del paese che sa ancora opporsi, senza timori reverenziali, a un potere esercitato con metodiche dittatoriali, anticostituzionali e lesive dei diritti umani e civili.
Sperando che sempre più donne e uomini di questo paese si risveglino dal torpore, continuiamo a lottare denunciando le nefandezze, informandoci e informando, scendendo in piazza, opponendoci in ogni modo alle aberrazioni del regime berlusconiano e all’illegalità che alimenta per perseguire i propri fini malsani.
Grazie ancora, di cuore

non ho fatto nient'altro che ciò che sentivo di fare!

Grazie invece a te Gargantua e grazie a tutti voi che per me , da quando partecipo a questo blog, siete sempre uno stimolo per la vostra attenzione, umanità ed instancabilità nel denunciare le nefandezze di questa Italia sofferente che con l'impegno di persone oneste, attive e "sveglie" sono sicura che risorgerà.Forse dobbiamo toccare il fondo per comprendere quanto siano importanti i principi democratici e di giustizia. Continuiamo a lottare, ad impegnarci, ognuno per quello che può. E' irrinunciabile ed improrogabile.
A proposito d'impegno...uno degli ideatori del "Comitato milanese per la legalità" (sorto in mezz'ora e che ha organizzato il presidio assieme a Nando Dalla Chiesa) è Giovanni Orsini un "giovane" militante piddi di 80 anni, che ogni giorno monta i gazebo e parla con la gente per strada, nelle piazze, al mercato...la passione e l'impegno civile, prima ancora di quello politico, non hanno età.
Bello no? Una lezione di positività ed energia per tutti,
Un abbraccio, Antonella

Grazie.
Bruna

E' il nuovo Video contenente rare fotografie di Franca Rame dagli inizi ad oggi riparate e trattate in preziosa solarizzazione Oro e Blu Cobalto.
Un tributo dovuto. Clikka sul link qui sotto.
Donerò le foto a Franca appena possibile affinchè le metta a disposizione, se vuole, per tutti:

RAME&ORO

ciao fabio

Immagino il discorso di conclusione del compagno Walter Veltroni:

Santissimo Berluscarola,
quanto ci spiaci!
Scusa le volgarita' eventuali.
potresti lasciar vivere La Costituzione?
Se puoi, eh?
Berluscarola!
Diamoci, come dire, tutti insieme, una calmata,
eh! oh!
scusa la parentesi ...e che è, e che è? Qua pare ..che ogni cosa, uno non si può muovere......che e questo e quello e pure per te .....OoooH!!!!
(Compagni in piazza) Questo e quello,oooh!!!
Noi siamo personcine per bene....... Che non facciamo male a nessuno...
che non farebbero male nemmeno a una mosca.
Figuriamoci ad un santone come te
Anzi, varrai piu' di una mosca,no?
Con la nostra faccia sotto i tuoi piedi senza neanche chiederti di stare fermo.Puoi muoverti!
E puoi muoverti quanto ti pare e piace e noi zitti sotto.
Scusa il paragone tra il Presidente e la mosca, non volevamo minimamente offendere. I compagni di prima.
Dobbiamo salutare con la faccia dove sappiamo.
Ormai gli si è detto.
I compagni con la faccia dove sappiamo.
Sempre zitti
Sotto!