COMUNICATO STAMPA DI FRANCA RAME

eccovi il comunicato stampa promesso... l'ho visto pubblicato sull'unità, di altri giornali, per ora non ho notizie.
ciao franca rame

Comunicato stampa

Milano 24 novembre 2006-11-24
Non ho sbagliato a votare mercoledì!
franca rame

Con preghiera di pubblicazione

Gentile direttore, mi scuso molto di disturbarla, ma sono costretta a farlo. Sul suo giornale e in molte altre testate (pure radio e tv si sono interessate al “grande evento”, solo Repubblica, avendomi intervistata, ha dato un rendiconto corretto) è stata data la notizia che mercoledì avrei sbagliato a votare un emendamento presentato dal governo, notizia ripresa da giornali, radio e tv di mezza Europa. Ma pensa te! Mi stanno infatti arrivando telefonate dalla Svezia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania ecc. e tutti i giornalisti a chiedermi: “Come mai senatrice ha sbagliato a votare?”
In un momento tanto delicato per il nostro Paese, come avrei potuto essere così distratta da sbagliare a premere il tasto giusto? No, ho votato “rosso” “ ROSSISSIMO!” .
Chi sta a casa e si vede la tv delle nostre giornate in senato, non può rendersi conto di quanto sia difficile sbagliare, anche se a volte succede.
Quando arriva il momento “fatale”, il senatore Boccia dell’Ulivo, ci indica che tasto premere (in questo caso ROSSO), e in più raccomanda: “Controllate i vostri vicini, mantenere alta l’attenzione… rosso, rosso, ROSSOOOO!”. (Lo stesso procedimento viene usato dall’opposizione: “Verde, verde, verdeee!” E non è finita, due senatori-questori dopo aver votato velocemente, si mettono davanti a noi e controllano se tutti hanno votato giusto, in più dal tavolo della presidenza segretari vari, fanno altrettanto. Io mi trovo in una posizione ben visibile: prima fila.
E allora si chiederà: “Ma com’è che è uscito verde?”
Non appena il Presidente Marini ha detto: “Dichiaro chiusa la votazione” ho contato fino a 7 come faccio sempre, ho pigiato un tasto qualsiasi per verificare il risultato sul display, e mi si è acceso il verde!
Mi si sono fatti tutti intorno allibiti: “Che è successo?!” Mistero elettronico!
Altero Matteoli, senatore di An, ha denunciato aggressioni ai senatori dissidenti, a quelli che non votano come il gruppo comanda. A questo punto mi sono sentita costretta per forza di cose, a chiedere la parola e a spiegare al Presidente quanto era successo. Si può verificare quanto dico consultando il resoconto stenografico della seduta. C' è una tensione tale durante le votazioni, che un errore non voluto può capitare, come è successo 2 volte mercoledì, ma, per fortuna, non ha me.
E’ vero che ho 77 anni, è vero che sono nonna e bisnonna, ma è anche vero che appena posso mi faccio di corsa (corsetta…) un chilometro (se piove con l’ombrello…) che ho tutti i miei denti… fumo due o tre sigarette al giorno, sono astemia e il cervello, per fortuna mi “frizza” nella testa a tutto spiano. Anche troppo.
Ecco come è andata.
Trovandomi in un lavoro “nuovo”, difficile e di grande responsabilità come questo, che si svolge tra telefonini che suonano, chiacchiericcio continuo quando non sono urla e insulti imbarazzanti per chi li pronuncia… in mezzo a sta gazzarra altro che attenta sto… attentissima!
Grata se vorrà dare spazio a questa mia chiarificazione
franca rame