XXVIII PUNTATA - SESSO?

SUPERATE LA REPULSIONE
Care ragazze dovete fare qualche cosa per superare questa repulsione che ci è stata inculcata. Esercitatevi. Provate a non pensare che quello lì è il serpentone malefico che i vecchiacci vi mostravano per strada per strada quando eravate adolescenti.
Immaginate che sia una specie di pinguino in via d'estinzione... il pinguinus calvus. È assolutamente vegetariano... si nutre solo di muschio e licheni... ed è cieco.
Saltella tutto solo sulle scogliere ghiacciate continuando ad inciampare con le sue zampette rotonde. Soltanto nelle notti di luna piena allunga il collo e ulula alla luna... un ululato per altro patetico da pulcino abbandonato: "Piiii!Piiii!".
Il suo sogno è quello di nascondersi in certi uccelli volanti, morbidissimi con i quali vive in simbiosi... le patonze volanti. Il sesso dell'uomo fa tenerezza anche perché è totalmente stupido.
È un tipo instabile. A volte è duro come un sasso, a volte è pendulo e molliccio e lo puoi tirare quasi come un elastico. Entrambe le due condizioni del viril membro possono capitare a sproposito. Un'erezione al momento sbagliato può essere molto imbarazzante (ad esempio in spiaggia, mentre lui è in costume da bagno e voi lo state presentando ai vostri genitori).
Altrettanto scioccante può essere il constatare la sua, di lui, cocciuta mollaggine nel momento in cui "voi", dopo mesi di riottosi dinieghi, state finalmente nuda, riversa e scomposta sul letto e gli percuote il torace con i vostri delicati pugnetti urlandogli: "Prendimi! Prendimi! Oh sì, prendimi!".
Certo che se anche dopo questi esercizi mentali, il membro virile continua a disgustarvi è un problema! È inutile che io vi parli di muscoli vaginali, ritmi amatori e delizie dei sensi se per voi quella cosa lì è vomitevole come un topo morto... che per giunta se lo agiti schizza fuori un liquido biancastro... infetto e ingravidante... puzzolino e, probabilmente corrosivo.
Ma se è così, care amiche, rilassatevi. Non ve lo ha ordinato il medico di fare sesso. Potete benissimo rinunciare, oppure prendervi un po' di tempo per pensarci su... magari dieci o vent'anni. Potete diventare una grande botanica e amarvi con le piante o andare in Uganda a aiutare i diseredati. Se invece, un po' ci avete voglia ma un po' vi fa anche schifo... prendetevela con calma.
Il problema è che il sesso non vi piace abbastanza. Paura di darvi, paura di chiedere, paura delle emozioni. Dovete coltivare il desiderio.
Magari rinunciate per un po' al sesso e dedicatevi invece ai bagni caldi, ai pediluvi, maschere di bellezza, idromassaggi, massaggi, cene indiane, cinesi, piemontesi, passeggiate nei boschi, corse sulla spiaggia, partite a ping pong, nascondino, Risiko, guardie e ladri. Passate pomeriggi a dormicchiare, leggere fantascienza, ascoltare Beethoven, guardare films comici.
Crescerà così, con l'esercizio, la vostra capacità di provare piacere e quindi desiderio. È come per la corsa in bicicletta: ci vuole allenamento.
Una via è quella di ribaltare i rapporti con gli uomini.
Cioè usarli come un gioco. Non vi va di fare l'amore ma magari vi da gusto che il vostro partner vi faccia uno sciampo, vi metta lo smalto sulle unghie dei piedi o vi legga le favole per farvi addormentare? Bene. Fatevelo fare!
Allora, secondo me bisognerebbe proprio spostare questa cosa qui.... darsi, iniziare... sperimentiamo cose diverse. Già secondo me se le ragazze imparassero o i ragazzi a chiedere a dire: "guarda mio caro la clitoride non è là assolutamente... è da tutt'altra parte. " Ci sono delle ragazze che non hanno neanche il coraggio di dire a un uomo, amore caro, quello è l'ombelico. C'è una mia amica che ha tutto l'ombelico infiammato.
Ipotesi 2: ti soddisfo sessualmente masturbandoti indossando guantoni da boxe e scafandro antischizzo.
Ipotesi 3: ti faccio toccare una sola tetta, (quella di sinistra che è sessualmente più disinibita) e contemporaneamente ti solletico le parti intime con lo spruzzo della doccia e con la mia paperella galleggiante che si chiama Paperina ed è molto sexy."
Non avete idea di quali livelli di successo mietereste. Gli uomini vanno pazzi per le donne che sanno quel che vogliono e hanno il coraggio delle loro stranezze. Poi magari alla fine vi verrà pure voglia di fottere come pazze. Però vi sarete divertite in modo fantastico comunque.
Il fatto di giocare con il sesso, di non fare le cose tanto per farle e di cercare cosa veramente ci piace è fondamentale anche, anzi, sopratutto per gli uomini che hanno difficoltà a letto.
Prendetevela comoda e coltivate l'attenzione per le sensazioni, l'abbandono e il rilassamento. Piano piano entrerete in uno stato di "non pensiero" e arriverete a perdervi nella comunicazione e nel contatto con l'altra. A questo punto il sesso non sarà più un'esibizione agonistica ma un modo per vivere la comunione con un altro essere e con il creato. Succede così che le difficoltà tecniche si dissolvono. Ci vuole un po' di tempo e la ragazza giusta. La quale per altro, se la coprite di massaggi, grattini, baci e carezze, non sentirà certo la terribile mancanza della vostra capacità copulatoria. Anzi potete avere la fortuna di trovare una pupa che è ben contenta che voi non la stantuffiate come un caterpillar. Ci sono molte ragazze che non trovano nessuna attrattiva nella penetrazione... se voi non ci riuscite sappiate che ce ne sono molti altri che ci riescono benissimo e gli resta tosto a lungo ma sono talmente ghiozzi e sgraziati che le donne non vedono l'ora che abbiano finito. E il dramma è che loro non se ne accorgono assolutamente, felici di avercelo duro come uno scalpello di acciaio tedesco.
Un caffè con la panna servito a letto è molto più ambito di una scopata malfatta.
E poi cari uomini, dovete imparare che anche la mancanza di erezione ha i suoi pregi.
Molti uomini quando gli succede sono così umiliati e preoccupati che non si accorgono che anche in questo stato si possono provare sensazioni piacevoli.
C'é poi la posizione della forbice.
In questa posizione, grazie ai fantastici poteri della forza di gravità il membro maschile può entrare nel bocciolo anche se é in uno stato pietoso.
Vi mettete lì, rilassati, assaporate i profumi, il contatto, il respiro, gustate la piacevolezza della situazione senza ossessionalo continuando a ripetergli "Rizzati! Rizzati! Rizzati!"a un certo punto inizia a piacervi. E allora lui, stando lì al calduccio dopo un po' c'ha come una illuminazione e trac!, capisce. Che lui è un po' stupido ma mica scemo. Che poi, guardate che il rapporto sessuale vero e proprio è la cosa più difficile che ci sia veh!?!
Infilando la spina infatti, potenzialmente, si ottiene, l'unione di due corpi e due anime. Arrivarci realmente è di una difficoltà mitica. Tutto è pieno di ansie che sono lì apposta per rovinare l'amplesso. E ci riescono benissimo.
Figurarsi se la gente ha il tempo di chiedersi quali siano le magiche implicazioni cosmiche dell'unione bioritmica tra due entità energetiche.
Già se arrivano al minimo della sufficienza sono felici come un mussulmano alla fine del digiuno del Ramadam.
Credo però che sia esiziale parlare di cosa sia un vero totale accoppiamento cosmico.