Ultime notizie su Franca Senatrice

Ovviamente il momento e' convulso e Franca, tra votazioni e trasloco a Roma, ha avuto giornate di fuoco.
Nel frattempo stiamo mettendo giu' la scaletta delle cose da fare per iniziare questo titanico lavoro di analisi degli sprechi dello Stato.
Abbiamo gia' avuto l'adesione di alcuni eminenti studiosi del problema e vogliamo organizzare a breve una serie di incontri per formare gruppi di lavoro sui singoli temi:
-- Sprechi e assurdita' nell'organizzazione della macchina amministrativa.
-- Sprechi nei settori di produzione dei servizi.
-- Spreco energetico.
-- Inefficienze burocratiche e sofferenze inutili per i cittadini.
-- Una particolare attenzione verra' poi dedicata all'analisi della situazione logistica di Camera e Senato e di tutto il sistema che ruota attorno. Da quel che Franca ha visto in questi primi giorni c'e' da mettersi le mani nei capelli.
Per ora pensiamo di iniziare con un convegno nel quale si incontrino i migliori specialisti dei vari settori disposti ad aiutarci. Non pensiamo di arrivare subito a proposte su tutti i problemi. Nella fase iniziale dovremo cercare di individuare i punti cruciali intorno ai quali ruota l'irrazionalita' del sistema.
Quel che ne uscira' verra' poi pubblicato sul blog di Franca e sottoposto alla discussione.
Quindi si arrivera' a un primo gruppo di proposte concrete sulle quali coinvolgere deputati e senatori per arrivare ai primi tagli reali delle spese e iniziare l'inversione di tendenza nell'organizzazione e nelle modalita' di lavoro della Pubblica Amministrazione.
Speriamo che ci siano molte persone disposte a collaborare a questo lavoro di inchiesta, di studio e di elaborazione di proposte.
Alla prossima.

Jacopo Fo

Commenti

Bene, tagliamo quello che bisogna tagliare, non le necessità dell'utenza. Aggiungerei alla lista le commissioni mediche per il riconoscimento dell'invalidità e dell'handicap: sono troppi e nemmeno ti visitano, ti guardano in faccia e basta. In più sono delle capre, ignoranti in tantissime patologie. Rivedere la legge sull'invalidità non sarebbe male, dato che chi ne ha bisogno non ottiene granchè, una legge fatta coi piedi!
Stefania
http://fronesis82.splinder.com/

ciao Franca, auguri x la tua carica di senatrice, spero tu possa fare tutto quello che ti sei prefisso! volevo chiederti, come mai non hai partecipato al forum di per un'altra tv? è una tua mancanza di tempo o un pò di snobbismo di chi si sente arrivato? Aspetto una tua risposta se puoi darmela, grazie e un saluto.

Vogliamo la tv libera? Eliminiamo la televisione di stato.Libera o no, almeno quando amadeus o la clerici regaleranno miliardi, non saranno dei contribuenti.
La televisione, così come qualsiasi altro mezzo di informazione di massa che non sia internet, non potrà mai essere del tutto libera.

Proponiamo in una situazione di crisi come quella che stà attraversando l'Italia, un taglio(50%) agli stipendi dei parlamentari. Loro da lassù...darebbero un gran bell'esempio.

Io propongo l'eliminazione di un primo "piccolo" spreco : i taxi gratis per i parlamentari, per i senatori e per i loro portaborse. Hanno già le auto blu con autista.E possono già usufruire di tessere per la libera circolazione aerea, autostradale,ferroviaria, marittima. Un secondo spreco da eliminare: i pranzi e le cene che i politici si detraggono . In sintesi: invalidare le ricevute fiscali dei tassisti e dei ristoratori. Un terzo spreco da eliminare: ogni deputato dispone di una somma annua di euro 4.150 per le spese telefoniche.
In Parlamento possono già usare i telefoni gratuitamente.
Non parliamo di tutte le indennità.Da qualche parte si deve pur cominciare.
Mojito

informazioni ufficiali: http://www.senato.it/composizione/senatori/trattamento.htm
su questo sito non vengono elencati tutti i privilegi.

PS: JACOPO IO FACCIO CIRCOLARE QUESTE INFORMAZIONI DA ALMENO SEI ANNI, MA RITENGO DIFFICILE CHE, A PARTE TUA MAMMA E Marco Pannella, possa esserci qualche deputato disposto a rinunciare anche ad un solo privilegio.Tuttavia tentar non nuoce.

Niente di più falso.Non vi è alcun riferimento ai privilegi dei portaborse nei rimborsi dei parlamentari. E lo sa perchè non c'è? ..semplice non ne hanno.

I "portaborse"sono una categoria di lavoratori precari, sottopagati e sfruttati. Altro che taxi gratis, gratis è spesso il loro lavoro di gente super referenziata.
Basta con questo linciaggio. Colpiamo chi veramente si arricchisce con lo sfruttamento degli altri.
Sempre con affetto s'intende.

Se avete bisogno di un giovane Ingegnere Gestionale per fare qualche studio sui costi, sono completamente a vostra disposizione.
Lascio la mia email idvsaronno@gmail.com
Contattatemi pure, non vedo l'ora di far parte della squadra cacciasprechi!!!!
Un saluto e un abbraccio alla mia senatrice preferita!
- Luca Pasqualotto

http://lucapasqualotto.135.it/

Indennità parlamentare
L'indennità, prevista dalla Costituzione all'art. 69, è determinata in base alla legge n. 1261 del 31 ottobre 1965. È fissata in misura non superiore al trattamento complessivo massimo annuo lordo dei magistrati con funzioni di presidente di Sezione della Corte di Cassazione ed equiparate. Tale misura è stata rideterminata in riduzione dall'art. 1, comma 52, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria per il 2006).
L’indennità è corrisposta per 12 mensilità. L'importo mensile - che, a seguito della delibera dell'Ufficio di Presidenza del 17 gennaio 2006, è stato ridotto del 10% - è pari a 5.419,46 euro, al netto delle ritenute previdenziali (€ 749,79) e assistenziali (€ 503,59) della quota contributiva per l’assegno vitalizio (€ 962,42) e della ritenuta fiscale (€ 3.555,63).

Diaria
Viene riconosciuta, a titolo di rimborso delle spese di soggiorno a Roma, sulla base della stessa legge n. 1261 del 1965.
La diaria ammonta a 4.003,11 euro mensili. Tale somma viene ridotta di 206,58 euro per ogni giorno di assenza del deputato da quelle sedute dell'Assemblea in cui si svolgono votazioni, che avvengono con il procedimento elettronico.
È considerato presente il deputato che partecipa almeno al 30 per cento delle votazioni effettuate nell'arco della giornata.

Rimborso per spese inerenti al rapporto tra eletto ed elettori

A titolo di rimborso forfetario per le spese inerenti al rapporto tra eletto ed elettori, al deputato è attribuita una somma mensile di 4.190 euro, che viene erogata tramite il gruppo parlamentare di appartenenza.
Ai deputati non è riconosciuto alcun rimborso per le spese postali a decorrere dal 1990.

Spese di trasporto e spese di viaggio

I deputati usufruiscono di tessere per la libera circolazione autostradale, ferroviaria, marittima ed aerea per i trasferimenti sul territorio nazionale.
Per i trasferimenti dal luogo di residenza all'aeroporto più vicino e tra l'aeroporto di Roma-Fiumicino e Montecitorio, è previsto un rimborso spese trimestrale pari a 3.323,70 euro, per il deputato che deve percorrere fino a 100 km per raggiungere l'aeroporto più vicino al luogo di residenza, ed a 3.995,10 euro se la distanza da percorrere è superiore a 100 km.
I deputati, qualora si rechino all’estero per ragioni di studio o connesse all’attività parlamentare, possono richiedere un rimborso per le spese sostenute entro un limite massimo annuo di 3.100,00 euro.

Spese telefoniche

I deputati dispongono di una somma annua di 3.098,74 euro per le spese telefoniche. La Camera non fornisce ai deputati telefoni cellulari.

Assistenza sanitaria

Il deputato versa mensilmente, in un apposito fondo, una quota del 4,5 per cento della propria indennità lorda, pari a 503,59 euro, destinata al sistema di assistenza sanitaria integrativa che eroga rimborsi secondo quanto previsto da un tariffario.

Assegno di fine mandato

Il deputato versa mensilmente, in un apposito fondo, una quota del 6,7 per cento della propria indennità lorda, pari a 749,79 euro. Al termine del mandato parlamentare, il deputato riceve l'assegno di fine mandato, che è pari all'80 per cento dell'importo mensile lordo dell'indennità, per ogni anno di mandato effettivo (o frazione non inferiore ai sei mesi).

Assegno vitalizio

Anche in questo caso, il deputato versa mensilmente una quota - l'8,6 per cento, pari a 962,42 euro - della propria indennità lorda, che viene accantonata per il pagamento degli assegni vitalizi, come previsto da un apposito Regolamento approvato dall'Ufficio di Presidenza il 30 luglio 1997.
In base alle norme contenute in tale Regolamento, il deputato riceve il vitalizio a partire dal 65° anno di età. Il limite di età diminuisce fino al 60° anno di età in relazione agli anni di mandato parlamentare svolti.
Lo stesso Regolamento prevede la sospensione del pagamento del vitalizio qualora il deputato sia rieletto al Parlamento nazionale ovvero sia eletto al Parlamento europeo o ad un Consiglio regionale.
L'importo dell'assegno varia da un minimo del 25 per cento a un massimo dell'80 per cento dell'indennità parlamentare, a seconda degli anni di mandato parlamentare.

Al netto di tutte le spese un Deputato percepisce 14495.51 euro al mese, tradotte nelle vecchie lire sono 28067221.15!!!! E' vero che dovrebbero ( condizionale d'obbligo) avere più responsabilità, ma sono giustificati? Con quale titolo hanno i trasporti gratuiti? Con quale titolo un parlamentare può andare in pensione con un vitalizio se ha prestato almeno 33 mesi di servizio ( mentre noi " comuni mortali" dobbiamo lavorare per 35 anni)?

Io propongo un quadro di questo tipo:

- INDENNITA': 2709.73 al netto delle ritenute

- DIARIA: abrogata.

- RIMBORSO SPESE PER RAPPORTO ELETTO/ELETTORE: 2095.00

-SPESE TRASPORTO E DI VIAGGIO: abrogate.

- SPESE TELEFONICHE: 1549.37

- ASSISTENZA SANITARIA: Il deputato versa mensilmente, in un apposito fondo, una quota del 4,5 per cento della propria indennità lorda, destinata al sistema di assistenza sanitaria integrativa che eroga rimborsi secondo quanto previsto da un tariffario.

- ASSEGNO DI FINE MANDATO: Il deputato versa mensilmente, in un apposito fondo, una quota del 6,7 per cento della propria indennità lorda. Al termine del mandato parlamentare, il deputato riceve l'assegno di fine mandato, che è pari all'80 per cento dell'importo mensile lordo dell'indennità, per ogni anno di mandato effettivo

ho creato un sito per sostenere la candidatura di Di Pietro come Ministro della Giustizia. Entrate e lasciate un commento, e, soprattutto, pubblicizzatelo! MAI più un ingegnere guardasigilli!

http://dipietroministrogiustizia.ilcannocchiale.it

Di Pietro probabilmente alle Infrastrutture, Amato o Parisi alla giustizia.
Non sono mie proposte eh. Si presume che sia così.

Sono felice che Franca ce l'abbia fatta. Mi piacerebbe collaborare, in qualsiasi modo. Il mio lavoro fino a dicembre 2005 era di organizzare eventi sportivi un po strani (tipo gare indoor di snowboard o spettacoli cittadini di sci acrobatico). A 40 anni ho chiuso la ditta perche' mi ero stufato di combattere con il fisco. Sono un pignolo, esperto di organizzazione e di risparmio. 25 anni negli sport minori, prima come atleta poi come organizzatore, sono serviti almeno a farmi inparare a ottenere la massima resa con la minima spesa. Sono un fan di Franca e di Dario fin dai tempi in cui la rai passava i loro programmi.

Matteo

Mal che vada con Franca e Dario.. avrei un concerto spettacolo sull'emigrazione che in Veneto dove vivo trova delle resistenze ad essere 'accettato' da 'alcune' amministrazioni comunali. Se ti va..:p

www.orchestrazione.it

Mio padre tifava juve. Io, perciò, ero e sono un juventino. Logico no?

Non so quanti scudetti questa squadra abbia, non ho mai festeggiato per una loro vincita, non so chi siano i giocatori( se non quei pochi nomi noti perchè li becco nelle pubblicità o per l'essere citati continuamente nei tg), non conoscevo la cosiddetta triade (se non Moggi).
Non sono stato mai in uno stadio 'vero'(se non quello della mia mini cittadina), non ho mai giocato bene a pallone, non ho mai guardato con interesse una partita, se non le canoniche della nazionale ai mondiali e quelle che i miei compagni d'appartamento mi costringevano a digerire quando stavo all'università della triste Trieste.
Ciò nonostante sono sempre stato juventino. Forse perchè dovevo pur rispondere alla fatidica domanda: ma che squadra tifi?

Quello che sta succedendo in questi giorni non mi prende più di tanto emotivamente, come recepisco accade a molti.
Certo è che alcuni aspetti di questa vicenda, pur nella mia superficiale conoscenza del mondo calcistico, mi han colpito molto.
Devo ancora, sinceramente, dipanare..anzi (meglio in dialetto) 'sgropàr' i miei pensieri e sensazioni.
Ne scrivo alcuni di seguito alla rinfusa, come mi vengono, magari qualcuno ci capisce qualcosa..

Mi sembra che per aver scatenato sto putiferio, si sia mosso qualcuno con grandi interessi non soddisfatti o non ascoltati dal malsano sistema calcistico.

Il tifo, lo sapevo, non fa sempre bene alla salute..

Mi sembra che tutti giustifichino, o giustificheranno, che han fatto quello che han fatto, perchè assecondavano le richieste di un caro amico..complimenti per la scelta degli amici.

Chissà, forse qualcuno farà causa a Moggi per Mobbing..

Moggi dice che 'qualcuno' possedeva 3 canali televisivi, 'qualcunaltro' il terzo polo televisivo..e lui qualcosa effetivamente per dar risalto alla sua squadra doveva pur inventarsi.

Ricordo i giocatori presi sarcasticamente in giro per le loro interviste; ora capisco perchè dicevano sempre la stessa litania: speriamo che vinciamo, gioco per la squadra, seguo quello che dice il mister, abbiam giocato bene ma ci è mancata un po' di fortuna..

Vedo per tv personaggi che non si sono sporcati mai le mani, ma sono sempre stati zitti.

Vedo persone che dicono: ah, l'avevo sempre detto io!!

Vedo i finti tonti, ma ebeti davvero.

Leggo che un certo Biscardi si è licenziato per lo scandalo..e tutti gli altri?

Moggi tra breve indosserà ancora una maglietta a righe bianche e nere..

Chissà se anche il figlio di Moggi era juventino come il papà..

Perchè il nostro presidente del Senato è venuto fuori con l'idea di salvaguardare anche le intercettazioni dei parlamentari cosiddette indirette?C'è da nascondere qualcos'altro? Qualcun altro?

La juve andrà in serie 'BOH' il prossimo anno, sarà il momento in cui comincerò a seguire la mia squadra che GIOCA a calcio, forse composta da ragazzi che non pigliano miliardi?

Quando si rovesceranno anche le tante altre grandi associazioni a deliquere legalizzate? Forse come paese non ci basta ancora essere di serie B per giocare bene..

www.orchestrazione.it

18 mag 21:28
Governo: Idv non vota fiducia senza ministro Italiani all'estero
ROMA - Il gruppo dell'Italia dei valori al Senato minaccia di non votare la fiducia al governo Prodi per protestare contro la mancata istituzione del ministero degli italiani nel mondo. Il senatore Sergio De Gregorio ha chiesto a Prodi di "riparare al piu' presto a questo errore". (Agr)

Sergio De Gregorio e Fabio Giambrone, annunciano: "Abbiamo deciso che domani, da parte nostra, ci potrebbero essere anche delle reazioni scomposte qualora non venga accettata la nostra richiesta di ripristinare il ministero per gli Italiani nel Mondo, così com'era prima delle elezioni".

Non è, spiegano, "una questione di spartizione di poltrone, ma una questione di principio per la quale vogliamo una risposta. Ma non il 26 maggio, quando ci sarà il prossimo Consiglio dei ministri, bensì domani, prima del voto di fiducia". "Noi senatori dell'Idv - prosegue Giambrone - siamo cinque, e tutti e cinque diremo di no a Prodi se non avremo garanzie su quel dicastero". In giornata, De Gregorio e Giambrone ne hanno parlato con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Levi, ma l'incertezza resta. E non si sa se basterà la nomina di Franco Danieli, della Margherita, a viceministro per gli Italiani nel mondo.

MI RACCOMANDO...NIENTE MINCHIATE, VI PREGOOOO...si vota la FIDUCIA, non giochiamoci il nostro futuro per QUESTE MINCHIATE.

...in rete ho letto un articolo "inquietante" su questo De Gregorio, non so se ripubblicarlo qui, comunque ci sono suoi interessi personali in gioco.

Vabbè metto il link, sperando che domani non si facciano MINCHIATE...ci mancava anche una serpe in seno...

Ps. Sia chiaro che non so quante delle cose dette dalla giornalista siano veritiere, certo sono inquietanti.

HO PAURA!

Franca come andiamo?Com'è la vita in quel mondo?Sei viva?

Se sei stanca (non il ministro) e vedi doppio..sarà che assisti alla riunione di famiglia delle Montalcini.

www.orchestrazione.it