Debutto in Senato

Commenti

Cara Franca,
sappiamo bene che la nostra obsoleta classe politica continua a utilizzare metodi da guerra fredda, atteggiamenti mafiosi, clientelisti e da notabilato ottocentesco. Proprio per questo è giusto dare una svecchiata con volti e cuori provenienti dalla società civile, dal mondo della cultura, dato che, l'ignoranza che circola tra le poltrone del parlamento mi ha fatto sospettare che invece di mettere Franco Marini nella scheda, avrebbero messo una X. Lo spettacolo che i nostri senatori ci hanno dato è semplicemente scandaloso. Ma ti chiedo Franca, proprio per questo ambientino poco felice, di continuare a rappresentare degnamente i tuoi elettori. Io non ho votato l'italia dei valori, non sono una tua elettrice, ma ho sempre seguito te e Dario, così come fecero i miei genitori prima di me. Hai preso un impegno e so che lo porterai avanti, perchè noi di sinistra, ma quella vera, non sappiamo giocare sporco! Con rinnovata stima...
Stefania
http://fronesis82.splinder.com/

Salve signora Rame,
ho pensato tante volte di scriverle questa mail e tutte le volte ho sempre rimandato per non-so-bene-nemmeno-io quale timore.
Ma ad un certo punto mi sono detta che lo dovevo fare e basta, senza starci troppo a pensare; quindi eccomi qui.
Cercherò di scrivere senza soluzione di continuità, altrimenti ci ripenso e mi ritrovo da capo a dodici per l'ennesima volta.
Innanzitutto mi presento: mi chiamo Nicole Tirabassi, ho 23 anni e sono di Roma.
Detto questo, si starà già chiedendo cosa voglio da Lei.
In realtà non voglio assolutamente niente.
A parte dirle un sincero e profondo GRAZIE.
GRAZIE per esserci.
GRAZIE, perché Lei, per me, rappresenta -sotto tutti i punti di vista- la persona, la donna che io nella mia vita vorrei essere.
Vede, io nella mia vita ho (e non so ancora se dire "purtroppo" o "per fortuna") 2 grandi passioni.
La prima è la recitazione.
Sono quasi 5 anni che la studio. E non lo faccio perché sogno un fututro "da grande attrice" pieno di fama o di soldi.
Lo faccio perché FREMO poco prima di cominciare la lezione.
Lo faccio perché quando la lezione la finisco ne esco stanca, spossata, ma allo stesso tempo "magicamente" rigenerata.
Lo faccio perché se mi capita sottomano un copione, nono riesco più a staccargli gli occhi di dosso.
Lo faccio perché ogni volta che metto piede sul palcoscenico sento scorrere un brivido lungo la schiena. Mi sento viva.

La seconda mia grande passione è la politica.
E qui sono dolori. Forse per la mia giovane età o forse perché un mondo sporco mi va stretto, sono una di quelle/i che è ancora convinta che la politica possa essere una cosa alta e pulita.
Sì lo so.., se penso così, decisamente mi trovo nel Paese più sbagliato del mondo!!
Comunque, sulla scia di questa mia seconda passione (e poiché sono un'inguaribile idealista) studio Scienze Politiche.
Lei non può capire quanto mi sia sentita bene quando ho saputo che si sarebbe candidata come senatrice e, ancora di più, quando ho saputo della sua elezione.
Perché, guardando i manifesti della sua campagna elettorale e leggendo il suo intervento a Milano per la presentazione della sua candidatura, ho capito che una via d'uscita, un raggio di sole, una boccata d'ossigeno ci può ancora essere.
Per questo Le scrivo. Perché semmai dovesse pensare di mandare tutto all'aria, si ricordi di me (ma come me ce ne saranno centomila altri) che la ringrazio
Grazie per essere il mio raggio di sole e la mia boccata d'ossigeno.
In bocca al lupo per tutto.
Nicole Tirabassi.

Ho letto l'articolo e un po' ci son rimasto male, perchè ho sentito quasi di esser stato complice nel farti un torto anche con il mio entusiasmo, con la mia minuscolissima e quasi ininfluente spinta verso questa 'avventura', ma soprattutto con il mio voto.
Mi son lasciato trasportare dal fatto che tu, Dario e Jacopo politica l'avete fatta da sempre.
Moltissimi tra le persone più mature e tra i giovani e giovanissimi, hanno cominciato a porsi domande non superficiali sulla 'cosa pubblica' e a cercare di farsi un'idea propria degli ingranaggi di questo mondo grazie a voi e a (non) tanti altri.

Purtroppo sono scomparse un paio di cose, di paroline.. che al sol nominarle io stesso ho il timore di essere considerato come i matti delle barzellette che si credono Napoleone (oddio..non solo nelle barzellette..): empatia ed emozione.

L'arte, a mio modestissimo parere, è il veicolo per comunicarle.

Se non ci fosse l'Arte in ogni sua forma ed espressione, non si capirebbe la storia dell'umanità; tanto per farci arrivare al concetto anche Mastella: senza l'arte, la storia sarebbe come un corpo senza anima.
Voi fate Arte.
Questo è il contributo vostro.
Questo mi ha spinto ad appoggiarti e questo è il motivo per cui il voto in parlamento NON ti è stato concesso, ma ti spetta.
Riesco a capire lo stato d'animo in quell'aula; che emozione c'era?
Tutti si sapeva benissimo quali sarebbero stati i presidenti delle camere e ciò nonostante qualcuno ha ben pensato di protrarre gli scrutini ad rompimentum ballis.
Più che farti nascere emozioni una seduta così ti fa spuntare una piaga di decubito..
Comunque, NON voglio che abbandoni minimamente il tuo mestiere, perchè è già fare Politica, anzi, molto di più.

Quindi per quanto mi riguarda (e spero di interpetare il pensiero di molti) non ti preoccupare se ti capita di non poter andare in aula quando il palco chiama: è altrettanto importante moralemente e politicamente che ci 'svegli' e ci emozioni, perchè alla fine siamo noi tutti che dobbiamo muoverci, capire e cambiare (come giustamente qualcuno spiega: siamo noi a votare ogni volta che facciamo la spesa).

In più dal quell'osservatorio in Senato, sono convinto si possano tirar fuori un'infinità di situazioni, canovacci, pantomime, drammi, commedie, tragedie..perfino delle performance da cirque du soleil.

La cosa che noi tutti forse non contiamo sono i sacrifici affettivi per questa tua nuova vita. Di questo nessuno può giudicare, nè a mio avviso permettersi di commentare superficialmente, penso che, comunque, gli affetti siano la cosa più importante della vita di ciascuno e vadano curati e salvaguardati.
Quindi, per quanto può valere, la mia stima non cambierebbe qualora per questi motivi dovessi scegliere di lasciare il Senato; anche se immagino che la scelta finale di entrar in parlamento sia stata presa proprio per il desiderio di curare e proteggere i tuoi affetti.

Buon primo Maggio a tutti!

www.orchestrazione.it

Cara Franca le emozioni ormai sono in ..condivisione, ti abbiamo vista mentre entravi. Sono contenta che ci sei anche tu, sono sicura che ci rappresenti bene. Non aver paura di.. avere paura, quando sarà il momento la grinta viene fuori. Ciao congratulazioni!!

Non sono mai stata d'accordo della sua candidatura al Senato nelle liste dell' IDV.
Ora che fa parte della politica di primo piano, le ricordo di mantenere tutte le promesse fatte agli elettori.
Le avevo sconsigliato la sua ascesa per il solo fatto che non avrebbe giovato all'altra faccia della signora Rame. Abbiamo perso una delle più brave attrici italiane. Ci auguriamo vivamente di aver acquisito un ottimo politico. Saluti. Sally

credo non possa pasare la fase: è stata tolta allo spettacolo Franca Rame..Un personaggio come è Lei non teme diversificazioni di sorta..può essere politico, attrice, Presidente, DONNA, esempio nell'umiltà del suo spessore UMANO che non teme sfide ne limitazione alcuna tant'è capace di comportarsi come non avesse limite ma accorta a riconoscerli quando si presentano: UN ESEMPIO che noi tutti dobbiamo essere condapevoli possa dar tantissimo e non limitare gratuitamente..

Cara Franca son convinco che in cuor Tuo volevi celebrare questo matrimonio non avresti mai accettato una matrimonio imposto, non Tu UNA DONNA LIBERA, UNA PRINCIPESSA CHE SARA' REGINA !!!!!